Recensioni

Recensioni
Recensioni

Consigli di lettura

Consigli di lettura
Consigli di lettura

Blogtour

Blogtour
Blogtour

RECENSIONE : Quando L'Amore Nasce In Libreria di Veronica Henry - Garzanti

Buongiorno Lettori! 
Nel giorno più romantico dell'anno dove tutte sembra risplendere di un rosso intenso, caldo e pungente e quando innumerevoli cuori sembrano rimbalzare senza sosta da un punto all'altro del globo terrestre, non potevo che condividere con voi la recensione di Quando l'amore nasce in libreria di Veronica Henry, uscito lo scorso 9 Febbraio per Garzanti. Un libro capace di sfiorare le corde giuste, vivo e reale che farà breccia nel vostro cuore, spinto da una naturalmente che avvolge e sorprende. Il mio consiglio in anteprima?
Correre in libreria!

In un paesino vicino a Oxford si nasconde un posto speciale. È una piccola libreria dove gli scaffali arrivano fino al soffitto e pile di libri occupano ogni angolo disponibile. Emilia è cresciuta qui e - tra le pagine di Madame Bovarye e una prima edizione di Emma di Jane Austen - ha imparato che i libri possono anche curare l'anima. È proprio questo che suo padre ha fatto per tutta la sua vita e ora è compito di Emilia: aiutare i suoi clienti grazie ai libri. Ma adesso la libreria è in pericolo. I conti non tornano, e un uomo d'affari senza scrupoli vorrebbe costruire qui degli appartamenti di lusso. La tentazione di vendere è enorme, ma Emilia deve tenere fede alla promessa che ha fatto al padre. Grazie alle parole di Camus, Salinger, Burgess e Kerouac, forse riuscirà a trovare la chiave per risolvere i suoi problemi. 
Manca solo quella per aprire il suo cuore..

Storia: 4 | Personaggi: 3 | Stile: 3.5 | Copertina: 4

Quando l'amore nasce in libreria è il romanzo ideale da regalare e regalarsi nel giorno più romantico dell'anno. Tra le sue pagine troviamo, infatti, una storia semplice ed intensa che permette di sognare ad occhi aperti, quasi cullati da una corrente che lentamente abbraccia il lettore in una morsa avvolgente e delicata. Un romanzo corale sul potere che i libri hanno di salvare e curare l'anima e sull'inspiegabile legame che naturalmente si crea con il suo sconosciuto lettore; un legame che permette ad ognuno di noi di ritrovare un po' sé stessi tra le pagine del libro, risposte che forse non saremo mai stati in grado di formulare e dolci compagnie che sanno perfettamente quali corde sfiorare e quali, invece, lasciare libere al tocco della nostra fervida immaginazione. 

« C'è un libro per ogni persona, anche se non lo sa.
Un libro che ti entra dentro e ti prende l'anima... »

La storia si costruisce sotto gli occhi del lettore in un proliferare armonico e coerente di voci, emozioni e vite raccontate direttamente dai suoi protagonisti. Emilia che, dopo la morte del padre, è chiamata a rispondere della sua eredità fisica - nel portare avanti la preziosa libreria Nightingale Books - e spirituale - in quel compito naturale e complesso di aiutare gli altri attraverso i libri così come suo padre, spinto da un dono raro e incomprensibile, aveva fatto per una vita intera. Come con Thomasina, donna timida ed impacciata, che ha scoperto la cucina e l'amore; Jackson che, attraverso un libro strano ha capito cosa conta veramente e Sarah che trova conforto tra le righe di Anna Karenina, tra le mura di una torretta fatiscente e silenziosa nell'antica villa di Peasebrooke Manor...
La trama si evolve in modo chiaro, quasi naturale, senza particolari artifici o forzature, attraverso occhi ed emozioni degli abitati del piccolo paese alle porte di Oxford, legati indissolubilmente alla Nightingale Books, una piccola libreria indipendente che è vero e proprio rifugio per anime e cuori bisognosi di cure! Anche se il ritmo della narrazione non appare concretamente intenso ed adrenalinico, il romanzo scorre lineare e diretto, spingendo il lettore ad una lettura che è assieme scoperta e autentica meraviglia. 

« Mentre stava lì in piedi in mezzo al negozio, piano piano si sentì invadere da una sensazione confortante, una calma che le placava l'anima. Perchè Julius era ancora lì, tra le copertine e i dorsi ben dritti... sapeva perchè si trovavano lì, quale fosse l'intento dell'autore e, di conseguenza, a chi sarebbe piaciuto leggerli! »

I personaggi sono - almeno in larga parte - ben descritti, delineati con caratteristiche autentiche e particolari tali da rendere l'empatia con il lettore immediata ed efficace. Alcuni, invece, a mio personalissimo parere, risultano essere appena abbozzati, riuscendo ad entrare solo in punta di piedi nel centro focale della narrazione, come fossero lì solo per occupare un posto vagante, relegati nel retropalco di una storia che, francamente, poteva esistere e convincere anche in loro mancanza. 
D'altro canto, l'ambientazione risulta immediatamente percettiva, realistica e comunicativa.
Leggendo Quando l'amore nasce in libreria vi sembrerà quasi di poter camminare spensierati tra le viuzze di paese, assaporare gli odori provenire dai piccoli negozi a conduzione familiare e rimanere inevitabilmente ammaliata dalla vetrina di quell'unica ed affascinante libreria, scorgere attentamente i titoli esposti e quel sorriso dietro al bancone che rappresenta un autentico invito impossibile da declinare. Le descrizioni sono precise ed accurate, quasi vivide, permettendo al lettore di entrare direttamente dalla porta principale, ma lasciandolo comunque libero di vagare tra quelle autentiche meraviglie inglesi, senza essere mai forzato o ingabbiato in un'immaginazione costruita da altri. 

Pur presentando qualche dettaglio che poteva essere francamente omesso e piccole forzature narrative presenti nella prima parte del romanzo, Quando l'amore nasce in libreria colpisce nel segno e nel cuore di ogni lettore! Tra le sue pagine esplode quell'amore incondizionato per la lettura insieme al potere di guarigione che i libri portano silenziosamente con sé, permettendo ad ognuno di noi di scoprirsi ogni volta diversi, rapiti ed emozionati davanti a storie che, alla fine, sentiamo sempre un po' anche nostre! 

E voi, Lettori, cosa ne pensate?
Lasciatemi le vostre impressioni a caldo nei commenti... 
Quali sono i vostri romanzi terapeutici?
Cristina

5 commenti

  1. ho adocchiato questo romanzo ma ero curiosa di leggere un po' di pareri in merito prima di comprarlo. il tuo parere positivo pende l'ago della bilancia un po' più vicino all'acquisto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie :) Ne sono onorata! In ogni caso, aspetto la tua opinione una volta letto...

      Elimina
  2. Ciao, io ho iniziato questo romanzo ieri, mi sono innamorata della copertina.
    Dopo aver letto questa recensione sono proprio contenta della mia scelta! ^_^
    Un caro saluto,
    Annalisa
    Lettrice di Libri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Annalisa :) mi fa veramente piacere!!

      Elimina
  3. Ciao, lo sto proprio leggendo in questo momento... e anche in silenzio :-) mi sta appassionando molto ....non vedo l'ora di vedere come va a finire
    Valentina

    RispondiElimina

Leggere in Silenzio vive attraverso i vostri commenti e condivisioni: lasciate un segno del vostro passaggio!
Se vi piace quello che avete incontrato in queste pagine, diventate Lettori Fissi.
Grazie per il vostro sostegno.

Powered by Blogger.
Back to Top