Recensioni

Recensioni
Recensioni

Consigli di lettura

Consigli di lettura
Consigli di lettura

Blogtour

Blogtour
Blogtour

[ BLOGTOUR ] RECENSIONE: Il Cacciatore di Sogni di Sara Rattaro

Buongiorno Lettori! 
La grande bellezza dei libri sta proprio nel permetterci di staccare la spina, di trovare porto sicuro in storie meravigliose e in compagnia di affascinanti personaggi. Ci sono, poi, storie che si spingono oltre e in grado di lasciare dietro di sè una scia umanamente preziosa di emozioni, sentimenti e pensieri. Letture che ci permettono di riflettere perchè racchiudono parole e gesti che sanno insegnare e lo fanno nel modo più spontaneo, naturale. 
Romanzi come Il cacciatore di sogni di Sara Rattaro per Mondadori.

IL CACCIATORE DI SOGNI di Sara Rattaro
Prezzo: 12.75€| Pagine: 176
Dal 17 OTTOBRE in libreria.

Luca, che da grande sogna di diventare pianista, ha una mano rotta, un fratello maggiore piuttosto fastidioso, una mamma rompiscatole e un aereo da prendere per tornare da Barcellona in Italia.
È il 4 luglio 1984 e, su quell'aereo, la sua vita cambia per sempre.
Luca incontra un eroe... No, non si tratta di Maradona, che in aeroporto ha attirato l'attenzione di tutti - e in particolare di suo fratello Filippo - ma di un misterioso signore che somiglia un po' a Babbo Natale e occupa il sedile accanto al suo. All'improvviso l'uomo gli chiede: «Posso raccontarti una storia?». Comincia così un'avventura straordinaria, fatta di parole e ricordi, con una sorpresa davvero inaspettata...
L'avventura di un cacciatore di sogni, lo scienziato Albert Bruce Sabin.
Solo pochi giorni fa, immersa nella perfetta cornice di una libreria, ascoltavo Sara Rattaro parlare del suo prossimo romanzo con una luce contagiosa negli occhi, emozionata ed orgogliosa di un lavoro che io non vedevo l'ora di scoprire e stringere gelosamente tra le mani. Il cacciatore di sogni non è semplicemente un romanzo o una favola moderna, ma l'eredità di un uomo che molti nemmeno conoscono e che, grazie alla sua intensa passione e alla sua incontrovertibile generosità, ha salvato la vita a milioni di bambini in tutto il mondo. 
Il suo nome è Albert Bruce Sabin e la sua storia vive di coraggio, passione e autentica gratuità.

Senza addentrarmi oltre nella trama che spero vogliate scoprire con la mia stessa curiosità ed emozione, voglio soffermarmi sull'importanza del messaggio e dei valori positivi di cui Il cacciatore di sogni è intriso, pagina dopo pagina. Una favola che risuona di coraggio e di quel non arrendersi mai, di quella passione pura e irrefrenabile, di amore e generosità per il prossimo di cui non siamo abituati a parlare e a vivere ai giorni nostri. 
Eppure dovremmo farlo! E, allo stesso tempo, dovremmo circordarci di eroi come Albert Sabin e di quel suo messaggio così meravigliosamente attuale che dovrebbe risuonare nella mente e nel cuore di ognuno di noi. 
Vaccini che hanno salvato milioni di vite, che hanno debellate le peggiori malattie.
Quegli stessi vaccini che ora sono fin troppo facilmente sulla bocca di tutti, sospinti da facili moralismi che, in moltissimi casi, non hanno fondamento scientifico alcuno!

« Il nazismo ha sterminato la mia famiglia, la mia vendetta sarà salvare i bambini di tutto il mondo! »
11

[ LE BB LEGGONO... FANNIE FLAGG ] Pomodori Verdi Fritti al Caffè di Whistle Shop | BUR


Buongiorno Lettori! 
Insieme all'estrosa Fannie Flagg e ad un romanzo che potremmo facilmente descrivere come un classico intramontabile  si apre ufficialmente su Leggere in Silenzio una nuova avventura letteraria condivisa con le frizzanti ed inarrestabili Bancarella Blogger. E, badate bene, il segreto è nella salsa...

POMODORI VERDI FRITTI AL CAFFÈ DI WHISTLE SHOP 
di Fannie Flagg
Prezzo: 10.00€ | Pagine: 360

Evelyn, una donna infelice e molto complessata, incontra in un ospizio Virginia, una vecchietta originale che le racconta una storia di tanti anni prima. Quella del Caffè di Whistle Stop aperto in una piccola ed isolata cittadina dell' Alabama da una singolare coppia al femminile: la dolce Ruth e la temeraria Idgie e frequentato da stravaganti sognatori, uomini di colore, poetici banditi e vittime della Grande Depressione.
La movimentata vicenda di due donne, coinvolte loro malgrado in un omicidio, e la loro tenacia nello sconfiggere le avversità ridanno a Evelyn la fiducia e la forza necessarie per affrontare le difficoltà dell'esistenza. Vero e proprio caso editoriale, Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop è un piccolo capolavoro che molti lettori hanno scoperto e amato anche grazie all’omonimo fortunato film dei primi anni Novanta. Un romanzo che, anche a distanza di anni, continua a conquistare lettori e lettrici di ogni generazione.
Quante volte vi è capitato di addocchiare quel titolo particolarmente accattivante e rimandare, rimandare, rimandare ancora fino al momento più propizio, quello giusto e inevitabile? Ebbene, il mio momento inevitabile di leggere e parlarvi a quattr'occhi di Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop è, infine, giunto! 

Grazie ad uno humour d'altri tempi e irresistibile coniugato perfettamente ad una rievocazione culturale di un mondo che vive ancora nei ricordi di chi l'ha vissuto, Fannie Flagg accompagna il suo lettore al centro di una storia che coinvolge e ammalia, diverte ed emoziona. La storia di un caffè molto speciale aperto in un'isolata località dell'Alabama da una coppia di donne singolare e ben assortita: Ruth e Idgie
Due donne profondamente diverse ed egualmente irresistibile che penetrano immediatamente nel cuore e nella mente del lettore che ne rimane invaghito, affascinato e colpito, pagina dopo pagina. Ruth e Idgie sono due metà perfette della stessa mela: la dolcezza e riservatezza di una si mescola naturalmente alla temerarietà ed intraprendenza dell'altra creando due personaggi che sembra quasi uscire fuori dalle pagine, stringendoci in un abbraccio che non lascia facilmente la presa. Ed è proprio nei personaggi che si affacciano e prendono posto nel corso della narrazione che risiede uno dei maggiori punti di forza di questo romanzo. Personaggi che non sono mai casuali o lasciati a sè stessi, ma bensì caratterizzati fin nei più piccoli dettagli, mettendo in risalto limiti e sfaccettature di un epoca immersa nel più ostinato pregiudizio e caratterizzata dalle più evidenti contraddizioni. 

Vicende umane e intrecci narrativi che prendono letteralmente posto tra i tavoli del caffè di Whistle Stop, punto di ritrovo e di inevitabile incontro per ogni genere di essere umano: stravagante e sognatore, poetico e razionale, vittima della Grande Depressione e persecutore morale. Ed è proprio qui che l'affascinante trama scaturita con estro creativo e potenza stilistica dalla penna di Fannie Flagg prende letteralmente vita, mettendo a disposizione del suo lettore spunti di ilarità e profonda riflessione. Molti, infatti, sono i temi caldi che la scrittrice prima sfiora, poi esamino fino a spingerli sotto una critica lente d'ingrandimento: la violenza domestica, l'amore proibito, la discriminazione razziale trovano terreno fertile in un romanzo che scorre feroce sotto i nostri occhi, portando con sè un senso di stupore, di profondo sentimento e autentica meraviglia!
5

[ CONSIGLIO DI LETTURA ] La Moglie Imperfetta di B.A. Paris | Casa Editrice Nord

Buongiorno Lettori! 
Mancando da qualche tempo al nostro settimanale appuntamento con il consiglio di lettura, ho pensato di sfruttare saggiamente la pausa pranzo per tornare a stuzzicare sia la vostra curiosità che il vostro indomabile portafoglio - per non parlare poi della wishlist che sta raggiungendo livelli quasi poemici. Armatevi, quindi, di carta e penna per non perdere questo nuovo arrivo in libreria: La Moglie Perfetta di B.A. Paris per Casa Editrice Nord.

LA MOGLIE IMPERFETTA di B.A. Paris
Prezzo: 16.90€ | Pagine: 400
A chiunque ogni tanto capita di non ricordare dove siano le chiavi di casa o dove ha parcheggiato la macchina, o magari di dimenticare un appuntamento con un’amica. Chiunque non farebbe caso a simili sciocchezze. Per Cass Anderson, invece, è diverso. Ogni minimo deragliamento della memoria potrebbe essere un sintomo preciso: demenza precoce, la malattia che ha colpito la madre diversi anni prima. Ecco perché, adesso, Cass sta vivendo un incubo. Una sera di pioggia, tornando a casa, ha superato un’auto ferma sul ciglio della strada. All’interno c’era una donna, ma lei non si è fermata ad aiutarla. Poi la mattina seguente ha scoperto dai telegiornali che quella donna è stata assassinata. Esattamente dove lei l’aveva incrociata. E, subito, ai sensi di colpa si aggiunge l’angoscia di aver visto qualcosa che non avrebbe dovuto vedere. Come spiegare le telefonate mute che ha cominciato a ricevere proprio da quella mattina, se non come una velata minaccia? E perché anche quando è in casa ha così spesso la sensazione di essere osservata? Cass è terrorizzata perché non ricorda nessun dettaglio significativo riguardo quella sera. Purtroppo, però, da qualche giorno non si ricorda nemmeno come funziona la lavatrice, se ha preso o no le sue pillole, se uno dei coltelli in cucina avesse una strana macchia sulla lama, come di sangue… L’unico che potrebbe aiutarla a non impazzire e a capire cosa stia succedendo è suo marito, Matthew, che però le appare ogni giorno più distante e distaccato, quasi fosse il primo a essere certo che non ci sia niente da fare, che la malattia sta prendendo il sopravvento. E anche Cass ormai se ne sta convincendo. Un pomeriggio, però, proprio nel garage di casa fa una scoperta che cambia tutto!

B.A. Paris è nata e cresciuta in Inghilterra, ma si è trasferita in Francia per lavorare in unagrande banca d'investimento. A un certo punto della sua vita, però, ha deciso di cambiaree di dedicarsi all'insegnamento e alla narrativa. Quindi ha fondato una scuola di lingue e ha iniziato la stesura della Coppia Perfetta, il suo romanzo d’esordio, che è stato tradotto in 35 paesi ed è diventato un caso editoriale da milioni di copie vendute. 
Vive a Parigi colmarito e le cinque figlie.

Io ho la mia copia di La coppia perfetta in paziente attesa nella mia libreria... credo proprio che il suo momento sia arrivato! Lo avete letto? Cosa ne pensate? Avete o avretei tra le mani la vostra copia di La moglie imperfetta?
2

[ DOMINO LETTERARIO ] RECENSIONE: La Sposa Scomparsa di Rosa Teruzzi | Sonzogno


Buongiorno Lettori! 
Dopo la seppur breve pausa estiva, torna il consueto appuntamento di fine mese con il domino letterario che oggi ospita un romanzo divorato in meno di ventriquattro ore: La sposa scomparsa di Rosa Teruzzi edito Sonzogno.

LA SPOSA SCOMPARSA di Rosa Teruzzi
Prezzo: 14.00€ | Pagine: 171
Dentro Milano esistono tante città, e quasi inavvertitamente si passa dall’una all’altra. C’è poi chi sceglie le zone di confine, come i Navigli, a cavallo tra i locali della movida e il quartiere popolare del Giambellino. Proprio da quelle parti Libera – quarantasei anni portati magnificamente – ha trasformato un vecchio casello ferroviario in una casa-bottega, dove si mantiene creando bouquet di nozze. È lì che vive con la figlia Vittoria, giovane agente di polizia, un po’ bacchettona, e la settantenne madre Iole, hippie esuberante, seguace dell’amore libero. In una piovosa giornata di luglio, alla loro porta bussa una donna vestita di nero: indossa un lutto antico per la figlia misteriosamente scomparsa e cerca giustizia. Il caso risale a tanti anni prima e, poiché è rimasto a lungo senza risposta, è stato archiviato. Eppure la vecchia signora non si dà per vinta: all’epoca alcune piste, dice, sono state trascurate, e se si è spinta fino a quel casello è perché spera che la signorina poliziotta possa fare riaprire l’inchiesta. Vittoria, irrigidita nella sua divisa, è piuttosto riluttante, ma sia Libera che Iole hanno molte buone ragioni per gettarsi a capofitto nell’impresa. E così, nel generale scetticismo delle autorità, una singolare équipe di improvvisate investigatrici – a dispetto delle stridenti diversità generazionali e dei molti bisticci che ne seguono – riuscirà a trovare, in modo originale, il bandolo della matassa, approdando a una verità tanto crudele quanto inaspettata.
Ci risiamo! Torno da voi per raccontarvi la mia attuale situazione di lettrice dalla testa dura che rimanda e a volte aspetta il fantomatico momento giusto per poi finire a mangiarsi letteralmente le mani davanti ad un romanzo che si lascia divorare tra ostinate investigazioni, curiosi travestimenti e una frizzante ironia in grado di lasciare il segno. Perchè La sposa scomparsa è un giallo tipicamente italiano che coinvolge e convince, sospinto da uno stile linguistico e narrativo che Rosa Teruzzi riesce a modellare a suo intrigante piacimento grazie ad un trio di protagoniste femminile assolutamente irresistibili: Iole, Libera e Vittoria.

« La verità, quando arriva, può essere crudele ma è più crudele non conoscere la verità! »

La verità che si nasconde dietro le pagine di La sposa scomparsa risale a quasi 27 anni quando una giovane donna scompare improvvisamente, senza lasciare traccia. Un cold case che arriva letteralmente a bussare alla porta dell'ex casello ferroviario e che, inevitabilmente, coinvolge e stravolge la vita delle nostre protagoniste. In questo primo capitolo, Rosa si sofferma in modo particolare su Iole e Libera, madre e figlia praticamente agli antipodi, lasciando la giovane nipote ad un ruolo più marginale e comunque incisivo. Ma chi sono le aspiranti detective? 
Iole è una nonna tutta pepe che prende letteralmente di petto la vita, senza disdegnare notti di fuoco e qualche sigaretta molto speciale. Libera, invece, non rispecchia il suo nome: è una donna ostinatamente cauta, ordinaria e senza troppi grilli per la testa. Ancora ad un dolore passato che non ha trovato mai una ragione, si prende immediatamente a cuore il caso della sposa scomparsa al punto tale da spingerla ad infrangere ben più di una regola e qualche promessa strappata a mezza voce. Ed io ho amato follemente il personaggio di Iole! 

Rosa Teruzzi ci regala una storia semplicemente irresistibile. Uno stile narrativo che risulta essere esaltato proprio dai personaggi che la Teruzzi costruisce in modo preciso e ben delineato, capaci di giocare un ruolo fondamentale al centro di una scena in continua evoluzione. Un noir coinvolgente e mai sopra le righe in grado di mixare perfettamente gli elementi più classici del genere letterario in questione ad un ritmo ad un originale retrogusto ironico che conferisce alla lettura una decisa marcia in più. Le ambientazioni, d'altronde, si sposano perfettamente al clima di torbida incertezza che si posa insistentemente tra le maglie di una tela complessa ed arricchita da fugaci indizi che troveranno soluzione solo alle battute finali. Un epilogo che sorprende anche i veterani del genere in questione perchè Rosa sfrutta perfettamente la sua esperienza sul campo costruendo una trama intrigante e coerente dove ogni pezzo del puzzle troverà il suo posto, senza lasciare mai nulla al caso. Ogni momento, ogni decisione ed ogni salto temporale condurranno il lettore attraverso un gioco di luci ed ombre, di silenzi e mezze verità in grado di coinvolgere ed incuriosire, senza lasciare la presa nemmeno per un istante. In conclusione, non posso che spingere sotto i riflettori i tre meravigliosi assi nella manica in grado di rendere La sposa scomparsa una lettura dinamica, fresca e piacevole sotto ogni punto di vista. E, mi raccomando, non fate il mio stesso errore: lasciate perdere tutto, afferrate la borsa al volete e correte subito in libreria. Tre scatenate detective on the road sono già pronte a sorprendervi, scommettiamo?
13

[ INCONTRI IN LIBRERIA ] Sara Rattaro e L'Amore Addosso | Sperling&Kupfer

Potrei sottotitolare questo articolo come Diario gioioso di una blogger on the road
Sì, perchè venerdì scorso - lasciato l'ufficio con la borsa in spalla e il libro stretto al petto - mi sono letteralmente precipitata alla mia libreria di fiducia - Libreria Gulliver di Città di Castello giusto per non fare nomi - per un meraviglioso incontro che non potevo assolutamente perdere: Sara Rattaro e L'Amore Addosso


Sara ci ha parlato del suo ultimo romanzo svelando qualche piccolo retroscena come la sua abitudine di dialogare letteralmente con i suoi personaggi praticamente ovunque, fuori e dentro casa, in uno scambio intenso che si conclude solo al momento della parola fine. Un racconto a cuore aperto che ci ha permesso di entrare - direttamente dalla porta principale - nel mondo di Giulia e di quello di moltissime donne, evidenziando tabù generazionali che fatichiamo fin troppo spesso a lasciar andare. Un titolo quello di L'Amore Addosso che sottolinea in modo preciso e quasi figurato quello stesso amore che Sara racconta tra le pagine di un romanzo in grado di coinvolgere, emozionare, trascinare e sconvolgere pagina dopo pagina. 

3

[ RECENSIONE ] L'Imprevedibile Piano Della Scrittrice Senza Nome di Alice Basso | Garzanti


Buongiorno Lettori! 
Come avete trascorso questo fine settimana? Il mio si è aperto venerdì sera con il bellissimo incontro in libreria insieme a Sara Rattaro che non solo ci ha parlato di L'Amore Addosso - il suo ultimo romanzo uscito per Sperling&Kupfer - ma ci ha incuriosito con qualche piccolissima anticipazione di Il Cacciatore di Sogni che troveremo in libreria dal 17 Ottobre per Mondadori e di tutto questo vi parlerò mercoledì con qualche chicca fotografica da non perdere! Ora, invece, sono felice di poter condividere con voi la prima recensione della settimana L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome di Alice Basso per Garzanti. Per farvi capire quanto io e Vani ci siamo trovate in sintonia, vi lascio una piccola citazione che rende perfettamente l'idea:

« Quando sono a disagio faccio battute stupide. Quando sono oltre il disagio, cioè quando sono completamente destabilizzata, stupefatta, fuori controllo, mi paralizzo. 
Come gli armadilli quando si fingono morti. »

L'IMPREVEDIBILE PIANO DELLA SCRITTRICE SENZA NOME 
di Alice Basso
Prezzo: 14.90€ | Pagine: 271
Dietro un ciuffo di capelli neri e vestiti altrettanto scuri, Vani nasconde un viso da ragazzina e una innata antipatia verso il resto del mondo. Eppure proprio la vita degli altri è il suo pane quotidiano. Perché Vani ha un dono speciale: coglie l'essenza di una persona da piccoli indizi e riesce a pensare e reagire come avrebbe fatto lei. Un'empatia profonda e un intuito raffinato sono le sue caratteristiche. E di queste caratteristiche ha fatto il suo mestiere: Vani è una ghostwriter per un'importante casa editrice. Scrive libri per altri. L'autore le consegna la sua idea, e lei riempie le pagine delle stesse parole che lui avrebbe utilizzato. Un lavoro svolto nell'ombra. E a Vani sta bene cosi. Anzi, preferisce non incontrare gli scrittori per cui lavora. Fino al giorno in cui il suo editore non la obbliga a fare due chiacchiere con Riccardo, autore di successo in preda a una crisi di ispirazione. I due si capiscono al volo e tra loro nasce una sintonia inaspettata fatta di citazioni tratte da Hemingway, Fitzgerald, Steinbeck. Una sintonia che Vani non credeva più possibile con nessuno. Per questo sa di doversi proteggere, perché, dopo aver creato insieme un libro che diventa un fenomeno editoriale senza paragoni, Riccardo sembra essersi dimenticato di lei. E quando il destino fa incrociare di nuovo le loro strade, Vani scopre che le relazioni, come i libri, spesso nascondono retroscena insospettabili.
Vogliamo partire da una premessa? L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome mi è passato sotto il naso almeno un centinaio di volte ed io ostinatamente l'ho lasciato andare. Perché, direte voi? Ho sempre - e quando dico sempre intendo troppe volte - ricevuto sconsiderate fregature da libri che parlano di libri, quindi, mi capirete, se ho fatto il giro bello largo, un saluto distante e un no grazie tanto per non essere maleducata. Se mi sto mangiando mani, avambracci, gomiti e compagnia bella? Sì, assolutamente sì!
17

[ RECENSIONE ] Ogni Piccola Bugia di Alice Feeney | Casa Editrice Nord


Buongiorno Lettori! 
Apriamo la settimana con la recensione di un romanzo che non dovete assolutamente lasciarvi scappare: Ogni piccola bugia di Alice Feeney è un thriller intelligente, coraggioso, criptico ed enigmatico che si lascia divorare senza difficoltà, che ammalia pagina dopo pagina e che sorprende al momento perfetto. Non ve ne pentirete, scommettiamo?
Ringrazio Casa Editrice Nord per la copia cartacea.


OGNI PICCOLA BUGIA di Alice Feeney
Prezzo: 16.90€ | Pagine: 336
Il mondo intorno a lei è fatto solo di suoni, rumori, voci. Ed è grazie a quelle voci frammentarie e confuse che Amber Reynolds capisce di aver avuto un incidente d’auto e di essere in una stanza di ospedale. In coma. Amber non ricorda nulla di quanto le è accaduto, e una domanda la perseguita da subito: com’è possibile? Io non guido quasi mai… 
Poi, tra quelle voci ne riconosce due, che diventeranno il suo unico contatto con l’esterno. Quelle di suo marito e di sua sorella. Ignari che Amber li possa sentire, i due discutono, litigano, rivelano dettagli e indizi. E lei si rende conto di non potersi fidare. Entrambi hanno qualcosa da nascondere. E, forse, non sono un'ancora di salvezza, bensì un pericolo vicino e insidioso. No, l’unico modo per scoprire cosa le è successo è ricostruire nella sua mente, passo dopo passo, gli eventi dell’ultima settimana, fino al momento dell’«incidente». 
Ma Amber ha paura. È impotente, in balia di chi le sta intorno. Come l’uomo che si accosta al suo letto la sera, quando gli altri sono andati via. E che le sussurra all’orecchio velate e inquietanti minacce. 
Amber deve svegliarsi, prima che sia troppo tardi. Perché anche lei ha un segreto da proteggere. Anche lei ha un piano da portare a termine.
Alice Feeney è un genio! Lo so, non sono la prima a scriverlo e sicuramente molte altre recensioni esordiranno con queste esatte parole, ma, dopotutto, perché negare la realtà? Alice Feeney ci regala un romanzo forte e convincente che si delinea - attraverso un continuo gioco di silenzi, riflessi e coincidenze - come un esordio che oserei definire enigmatico ed esplosivo perché Ogni piccola bugia è essenzialmente il thriller perfetto!

Mi chiamo Amber Reynolds.
Ci sono tre cose che dovreste sapere di me:
1. Sono in coma
2. Mio marito non mi ama più
3. A volte dico bugie
11

[ REVIEW PARTY ] Ci Vediamo Un Giorno Di Questi di Federica Bosco | Garzanti


Buongiorno Lettori! 
Dopo avervi parlato dell'eclettica Caterina nella tappa del BT del nuovissimo romanzo di Federica Bosco, è giunto il momento di condividere con voi anche la mia recensione di Ci vediamo un giorno di questi con qualche piccola incursione a caldo delle sensazioni provate durante la lettura. Purtroppo, l'allerta spoiler mi impedisce di parlarvi della parte che maggiormente mi ha coinvolto, emozionato e devastato - nel senso più perfetto del termine - sino alle lacrime, ma sono certa che una volta letto questo libro saprete ritrovare un pezzo della vostra vita così come è successo a me!

CI VEDIAMO UN GIORNO DI QUESTI di Federica Bosco
Prezzo: 16.90€ | Pagine: 320
A volte per far nascere un'amicizia senza fine basta un biscotto condiviso nel cortile della scuola. Così è stato per Ludovica e Caterina, che da quel giorno sono diventate come sorelle. Sorelle che non potrebbero essere più diverse l'una dall'altra. Caterina è un vulcano di energia, non conosce cosa sia la paura. Per Ludovica la paura è una parola tatuata a fuoco nella sua vita e sul suo cuore. Nessuno spazio per il rischio, solo scelte sempre uguali. Anno dopo anno, mentre Caterina trascina Ludovica alle feste, lei cerca di introdurre un po' di responsabilità nei giorni dell'amica dominati dal caos. Un'equazione perfetta. Un'unione senza ombre dall'infanzia alla maturità, attraverso l'adolescenza, fino a giungere a quel punto della vita in cui Ludovica si rende conto che la sua vita è impacchettata e precisa come un trolley della Ryanair, per evitare sorprese al check-in, un muro costruito meticolosamente che la protegge dagli urti della vita: lavoro in banca, fidanzato storico, niente figli, nel tentativo di arginare le onde. Eppure non esiste un muro così alto da proteggerci dalle curve del destino. Dalla vita che a volte fortifica, distrugge, cambia. E, inaspettatamente, travolge. Dopo un'esistenza passata da Ludovica a vivere della luce emanata dalla vitalità di Caterina, ora è quest'ultima che ha bisogno di lei. Ora è Caterina a chiederle il regalo più grande. Quello di slacciare le funi che saldano la barca al porto e lasciarsi andare al mare aperto, dove tutto è pericoloso, inatteso, imprevisto. Ma inevitabilmente sorprendente.
Ci troviamo spesso tra le mani romanzi in grado di farci emozionare o di raccontarci una storia che ci tiene sulle spine, seducente ed affascinante. Molto più raro, secondo me, è incrociare lo sguardo con libri capaci di andare ben oltre la superficie fino a scavare in profondità, quella scomoda e difficile da affrontare. Romanzi che sanno risvegliare ricordi e sorprendere il nostro cuore. Storie che ci obbligano a fermarci qualche istante, a pensare, a riaprire vecchie ferite e a scuotere quel silenzio che, fino a quel momento, era unicamente nostro! Sono incontri che sanno curare anima e cuore, che non passano inosservati e che rimangono lì, preziosi e impressi nella nostra mente ben oltre l'ultima pagina. Proprio come Ci vediamo un giorno di questi, il nuovo romanzo di Federica Bosco.
6

[ BLOGTOUR ] Ci Vediamo Un Giorno di Questi di Federica Bosco | Garzanti | Vi Presento Caterina

Buongiorno Lettori!
Dopo avervi svelato l'incipit del romanzo e aver scoperto insieme i cinque motivi per leggere Ci vediamo un giorno di questi è, quindi, giunto il momento di addentrarci nel cuore della storia incontrando una delle sue protagoniste: la metà esatta della mela, la seconda faccia della stessa medaglia. Semplicemente, Caterina.

CI VEDIAMO UN GIORNO DI QUESTI di Federica Bosco
Prezzo: 16.90€ | Pagine: 320
A volte per far nascere un'amicizia senza fine basta un biscotto condiviso nel cortile della scuola. Così è stato per Ludovica e Caterina, che da quel giorno sono diventate come sorelle. Sorelle che non potrebbero essere più diverse l'una dall'altra. Caterina è un vulcano di energia, non conosce cosa sia la paura. Per Ludovica la paura è una parola tatuata a fuoco nella sua vita e sul suo cuore. Nessuno spazio per il rischio, solo scelte sempre uguali. Anno dopo anno, mentre Caterina trascina Ludovica alle feste, lei cerca di introdurre un po' di responsabilità nei giorni dell'amica dominati dal caos. Un'equazione perfetta. Un'unione senza ombre dall'infanzia alla maturità, attraverso l'adolescenza, fino a giungere a quel punto della vita in cui Ludovica si rende conto che la sua vita è impacchettata e precisa come un trolley della Ryanair, per evitare sorprese al check-in, un muro costruito meticolosamente che la protegge dagli urti della vita: lavoro in banca, fidanzato storico, niente figli, nel tentativo di arginare le onde. Eppure non esiste un muro così alto da proteggerci dalle curve del destino. Dalla vita che a volte fortifica, distrugge, cambia. E, inaspettatamente, travolge. Dopo un'esistenza passata da Ludovica a vivere della luce emanata dalla vitalità di Caterina, ora è quest'ultima che ha bisogno di lei. Ora è Caterina a chiederle il regalo più grande. Quello di slacciare le funi che saldano la barca al porto e lasciarsi andare al mare aperto, dove tutto è pericoloso, inatteso, imprevisto. Ma inevitabilmente sorprendente.

VI PRESENTO CATERINA
30

[ CONSIGLI DI LETTURA ] DUE ROMANZI DA WISHLIST | CASA EDITRICE NORD

Buongiorno Lettori! 
Oggi voglio stuzzicare la vostra curiosità e svuotare il vostro portafoglio - ma anche il mio! - con due prossime uscite per Casa Editrice Nord che ho trovato particolarmente interessanti e adatti ad ogni genere di lettore.
La prima di queste - La metà che ho lasciato - è un romanzo toccante e poetica capace di toccare e raccontare con assoluta sensibilità la forza e potenza dei sentimenti; il secondo, invece, Noi, i salvati è l'emozionante odissea di una famiglia divisa dalla guerra e in fuga dall'orrore dell'Olocausto. Due romanzi apparentemente molto diversi, ma che sanno raccontare la vita, quella vera, quella vissuta dalla prima all'ultima pagina.

« Mi è sempre piaciuta la pioggia. Cade e nessuno l’aiuta a rialzarsi.
Ma lei continua a cadere, senza paura. Anche l’amore è così! »

LA META' CHE HO LASCIATO di Mónica Carrillo
Prezzo: 16.60€ | Pagine: 306
DAL 7 SETTEMBRE IN LIBRERIA.
Un attimo di distrazione, una frenata brusca, poi il buio. Malena non sa cosa sia successo,però è consapevole che quell'incidente potrebbe far calare il sipario sulla sua breve esistenza. In bilico sull'orlo dell'abisso, Malena ripensa alle scelte che l'hanno condotta fin lì, agli amici che l'hanno sorretta o delusa durante il cammino, e a Mario, la persona che più di tutte ha forgiato il suo destino. Perché Mario era il suo mondo, mentre lui la considerava solo un'avventura. Malena si era illusa che, col tempo, lui sarebbe cambiato.Ma, ora che il suo tempo forse sta per finire, Malena ricorda i messaggi senza risposta, le parole non dette, i baci negati, i gesti scostanti e i lunghi silenzi. E si rende conto che, perseguire lui, stava sacrificando la sua vita. È quindi arrivato il momento di voltare pagina,di affrontare la verità con coraggio, d'imparare ad amare senza paura e senza rimpianti,soprattutto se stessa. Se il destino vorrà darle una seconda occasione, Malena sarà pronta ad assaporare fino in fondo ogni gioia che il futuro avrà da offrire...

Mónica Carrillo è nata a Elche, un paesino vicino ad Alicante, in Spagna. Dopo la laurea in Giornalismo, ha iniziato a lavorare per l'EFE, una delle maggiori agenzie di stampa spagnole, per poi intraprendere una folgorante carriera nel mondo della televisione. Attualmente è presentatrice e giornalista per Antena 3. 
La metà che ho lasciato è il suo primo romanzo pubblicato in Italia.

« Ispirato alla vera storia della famiglia di Georgia Hunter, Noi, i salvati ci conduce dai jazz club di Parigi alle prigioni di Cracovia, dalle spiagge di Casablanca ai gulag siberiani, mostrandoci come pure nei momenti più bui della Storia c’è sempre una luce che brilla, e che ci dà la forza di superare ogni avversità.. »
3

[ REVIEW PARTY ] La Ragazza Scomparsa di Angela Marsons | Newton Compton Editori


Buongiorno Lettori!
Come avete passato il fine settimana? Quali letture vi hanno fatto compagnia?
Il mio week-end è trascorso molto velocemente tra una cena cinese, letture in anteprima e l'ultimo romanzo di Angela Marsons - La ragazza scomparsa - protagonista di questo Review Party per Newton Compton editori.

« Non ci stupiamo più della violenza, della meschinità, della mancanza di morale o della gratuità di determinate azioni, tanto che ritrovarle scritte nero su bianco non riescono facilmente a fare breccia nel cuore del lettore se non accompagnate da una particolare attenzione alla psicologia di chi agisce e alle motivazioni intrinseche che spingono unilateralmente verso determinate, spietate azioni! »

LA RAGAZZA SCOMPARSA di Angela Marsons
Prezzo: 9.90€ | Pagine: 384
Due ragazzine scomparse, ma una sola tornerà!
Charlie e Amy, due bambine di soli nove anni, compagne di gioco, scompaiono all'improvviso. Un messaggio recapitato alle rispettive famiglie conferma l’ipotesi peggiore: le giovani sono state rapite. È l’inizio di un incubo. Poco tempo dopo, un secondo messaggio è ancora più mostruoso. I malviventi mettono le due famiglie l’una contro l’altra, minacciando di uccidere una delle due bambine. Per la detective Kim Stone e la sua squadra il caso è più difficile del solito. I rapitori potrebbero davvero trasformarsi in assassini spietati. Bisogna agire con rapidità e trovare la pista giusta. E Kim ha intuito che nel passato delle due famiglie si nascondono degli oscuri segreti..

Angela Marsons dopo Urla nel silenzio e Il gioco del male torna in libreria con La ragazza scomparsa per stupire ed ammaliare i suoi lettori di tutto il mondo con un nuovo caso dell'ispettore Kim Stone.
Quando due bambine di appena nove anni vengono rapite senza lasciare traccia, l'ispettore Kim Stone sa di avere tra le mani il caso più delicato e difficile della sua carriera. Charlie ed Amy devono tornare a casa sane e salve. 
Nessun errore sarà permesso, nessun indizio dovrà essere tralasciato. 

Perchè il modus operandi non è affatto nuovo alla polizia e tutto sembra riportare ad un recente rapimento mai risolto di appena tredici mesi prima. Allora, solo una bambina è stata rilasciata e questo Kim Stone non può permetterlo, non una seconda volta. Il gioco mostruoso e meschino dei rapinatori è immediatamente chiaro agli occhi della squadra e delle due famiglie coinvolte: solo il miglior offerente di un'asta senza regole potrà riabbracciare la figlia, mentre per l'altra il destino sembra essere inevitabilmente segnato. Ma sarà proprio così? Chi si nasconde dietro quei messaggi di spietate minaccio e impronunciabile dolore? Cosa è andato storto nel caso precedente? Chi sta tirando le fila, immerso nel più completo anonimato, di uno spietato piano che sembra essere stato architettato fin nei più minimi dettagli?
2

[ SEGNALAZIONE ] Ogni Nostra Caduta di Dennis Lehane | Longanesi

Buongiorno Lettori! 
Con l'arrivo di settembre torno a pieno regime ogni attività del Blog, partendo inevitabilmente da una delle segnalazioni editoriali più interessanti e al cardiopalma: Ogni nostra caduta di Dennis Lehane per Longanesi. 
Un ritorno a lungo atteso da quanti hanno amato i suoi precedenti lavori  come Mystic River e Shutter Island - che hanno catturato e convinto sia lettori che cinefili - dove Lehane dà vita ad una protagonista femminile forte e coraggiosa attraverso un ritratto intimo e profondo che sa scuotere ed affascinare. Brillante e coinvolgente fino all'ultima pagina, Ogni nostra caduta toglie il respiro restituendo adrenalina ed emozioni.

OGNI NOSTRA CADUTA di Dennis Lehane
Prezzo: 18.60€ | Pagine: 420
Rachel Childs ha tutto ciò che aveva sempre desiderato. E sta per perdere ogni cosa. Dopo anni di studio e duro lavoro, mossa costantemente da un animo indagatore, Rachel riesce a diventare una giornalista di successo. Donna tormentata e imprevedibile, ha ancora addosso il peso di un’ingombrante figura materna, insieme al mistero mai risolto sull'identità del padre. Ma ha raggiunto un equilibrio e la sua vita procede felicemente. Fino al crollo. A seguito di un’umiliante crisi di nervi, traumatizzata, si ritrova a vivere come una reclusa, abbandonata da tutti. È un evento inatteso in una sera di pioggia a stravolgere profondamente la visione che Rachel ha di se stessa, oltre che la sua vita privata. Un incontro con un uomo che torna dal suo passato e che l’aiuta a risollevarsi dal baratro in cui è prigioniera. Ma proprio quando si sente di nuovo sulla vetta, Rachel scopre di trovarsi in realtà sull'orlo di un precipizio ancora più spaventoso. Attirata in una trama intessuta nell'inganno, Rachel dovrà trovare dentro di sé la forza per affrontare le sue più grandi paure e accettare verità che non avrebbe mai potuto immaginare...
0

[ RECENSIONE ] Il Rumore della Pioggia di Gigi Paoli | Giunti


Buongiorno Lettori! 
Come anticipato ieri sera in diretta sulla pagina facebook, oggi parliamo di un romanzo che mi è stato calorosamente consigliato dalla mia amica La Libridinosa e che ho letteralmente divorato in poco più ventiquattro ore. Il rumore della pioggia di Gigi Paoli è quel genere di lettura che dovete assolutamente concedervi, proprio adesso. Non perdete tempo, afferrate il libro al volo e lasciatevi condurre tra le vie di una cupa Firenze tra i suoi segreti, gli ostinati silenzi e profonde verità taciute che saranno inevitabilmente condannate alla luce.

IL RUMORE DELLA PIOGGIA di Gigi Paoli
Prezzo: 15.00€ | Pagine: 288
Sono ormai alcuni giorni che Firenze è sferzata da una pioggia battente e, come se non bastasse, la visita del presidente israeliano ha completamente paralizzato la città. Carlo Alberto Marchi è intrappolato nella sua auto che da casa lo porta al Palazzo di Giustizia, quando apprende una notizia davvero ghiotta per un cronista di giudiziaria a corto di esclusive: all’alba, in un antico palazzo di via Maggio, la prestigiosa strada degli antiquari, viene trovato morto con ventitré coltellate l’anziano commesso del negozio di antichità religiose più rinomato di Firenze. Un caso molto interessante anche perché il palazzo è di proprietà della Curia e sopra al negozio ha sede l’Economato. Marchi si mette come un mastino alle calcagna dei magistrati nella speranza di tirar fuori uno scoop e chiudere finalmente la bocca al direttore del Nuovo Giornale. Sempre correndo come un pazzo, intendiamoci, perché a casa c’è Donata, la figlia di dieci anni che inizia a lanciare i primi segnali di un’adolescenza decisamente in anticipo. Ma stavolta conciliare il ruolo di padre single con quello di reporter d’assalto sembra davvero un’impresa disperata: sì, perché c’è tutto un mondo che ruota intorno al delitto di via Maggio e le ipotesi che si affacciano sono sempre più inquietanti. Su tutte, l’ombra della massoneria, che in città è prospera e granitica da secoli. E l’inchiesta corre veloce in una Firenze improvvisamente gotica e oscura.
Questa è una lettura di cui avevo veramente bisogno! 
Il rumore della pioggia di Gigi Paoli è essenzialmente quel genere di romanzo in grado di colpire e sorprendere senza il minimo sforzo, sospinto da uno stile diretto e coinvolgente che sa rapirti fin dalle primissime pagine toccando quelle corde sensibili e difficili da raggiungere che gli amanti del genere conoscono fin troppo bene.
8

[ RECENSIONE IN ANTEPRIMA ] La Mappa Che Mi Porta A Te di J.P. Monninger | Sperling&Kupfer


Buongiorno Lettori! 
Alla luce di nefasti imprevisti che hanno letteralmente remato contro alla pubblicazione di questo articolo, sono felice di poter finalmente condividere con voi la recensione di La mappa che mi porta a te di J.P. Monninger da domani in libreria per Sperling&Kupfer che ringrazio per la copia in anteprima. Cosa mi è piaciuto di questo romanzo? 
Cosa è mancato? Quali sensazioni hanno accompagnato la mia lettura di La mappa che mi porta a te
Per scoprirlo non dovete far altro che scorrere, leggere e commentare. Semplice, no?

LA MAPPA CHE MI PORTA A TE di J.P. Monninger
Prezzo: 18.90€ | Pagine: 384
IN LIBRERIA DAL 29 AGOSTO

L'amore ci trova. Sempre. È l'estate dopo la laurea, quella della libertà e dei progetti, quando il futuro ti inebria con le sue infinite possibilità e la vita sembra invitarti a percorrere mille strade diverse. Finito il college, Heather parte per una vacanza in Europa con le amiche del cuore.
Ad attenderla a casa c’è un impiego serio, il probabile inizio di una carriera importante. Prima di affrontare le responsabilità della vita adulta, Heather vuole però godersi un’estate di libertà, senza pensieri, senza progetti. È così che incontra Jack, un ragazzo poco più grande di lei che sta ripercorrendo le tappe di un viaggio fatto da suo nonno tanti anni prima, dopo aver combattuto in guerra, e annotato in un diario.
Da Amsterdam a Praga, dall'Italia a Parigi, sarà un’estate indimenticabile, in cui innamorarsi è facile, come sognare di viaggiare per sempre insieme verso un orizzonte che si estende all'infinito. Ma sul loro destino pesa un segreto. E sarà la più grande prova d’amore.
Se dovessi dirvi il vero motivo che mi ha spinto a scegliere questo romanzo dalla pila infinita di libri che continuano a fissarmi con noncurante insistenza in attesa del loro goliardico momento, potrei facilmente farvi un nome: Nicholas Sparks ovvero il poeta dell’amore ed unica mia vera, pura eccezione al genere romance che, come avrete certamente intuito, non rientra particolarmente nelle mie corde. La mappa che mi porta a te di J.P. Monninger viene, appunto, consigliato da Sparks come una lettura romantica e indimenticabile. Come potevo esimermi?
0

[ RECENSIONE ] Il Giardino delle Farfalle di Dot Hutchison | Newton Compton editori


Buongiorno Lettori! 
Come avete trascorso il weekend? Io mi sono dedicata alla lettura di La mappa che mi porta a te di J.P. Monninger - troverete la mia opinione online molto presto - e alla stesura di una recensione che mi portavo dietro da qualche giorno: Il Giardino delle farfalle di Dot Hutchison per Newton Compton editori. Se mi è piaciuto? Non vi resta che scoprirlo...

IL GIARDINO DELLE FARFALLE di Dot Hutchinson
Prezzo: 10.00€ | Pagine: 336
Vicino a una villa isolata c’è un bellissimo giardino dove è possibile trovare fiori lussureggianti, alberi che regalano un’ombra gentile e... una collezione di preziose “farfalle”: giovani donne rapite e tatuate in modo da farle assomigliare a dei veri lepidotteri. A guardia di questo posto da brividi c’è il Giardiniere, un uomo contorto, ossessionato dalla cattura e dalla conservazione dei suoi esemplari unici. Quando il giardino viene scoperto dalla polizia, una delle sopravvissute viene portata via per essere interrogata. Gli agenti dell’FBI Victor Hanoverian e Brandon Eddison hanno il compito di mettere insieme i pezzi di uno dei più complicati rompicapo della loro carriera. La ragazza, che si fa chiamare Maya, è ancora sotto shock e la sua testimonianza è ricca di episodi sconvolgenti al limite del credibile. Torture, ogni forma di crudeltà e privazione sembravano essere all'ordine del giorno in quella serra degli orrori, ma nella deposizione della giovane donna, che ha delle ali di farfalla tatuate sulla schiena, non mancano buchi e reticenze...
Il Giardino delle Farfalle è il vuoto siderale! 
Brutale? Forse. Onesta? Assolutamente sì.

Vedete negli ultimi anni siamo stati letteralmente sommersi da grandi thriller o da irresistibili romanzi o ancora da inconsistenti paragoni che, soprattutto in certi specifici casi, sarebbe meglio evitare per non indurre inutilmente in tentazione. Il mio approccio con Il giardino delle farfalle è iniziato nel migliore dei modi, frutto di un appassionato consiglio letterario di La lettrice sulle nuvole scaturito dal weekend pontremolese di cui certamente avrete sentito oramai parlare. Prima di addentrarci più nello specifico della recensione, mi sento di dover sottolineare un aspetto fondamentale legato a questo romanzo: Il giardino delle farfalle non è un thriller!
9

[ GSSP Fare Un Romanzo ] Quando Le #BancarellaBlogger Diventano Giurate | Scopriamo insieme gli elementi del romanzo

Buongiorno Silenziosi Lettori! 
Se vi è capitato di lanciare uno sguardo alla pagina facebook la sigla GSSP non vi risulterà affatto nuova...
Per tutti gli altri, di cosa sto parlando?


« Il Gruppo di Supporto Scrittori Pigri è un laboratorio di scrittura online della durata di tre mesi, durante il quale i partecipanti lavorano a esercitazioni e romanzi su una piattaforma condivisa e protetta da password. È pensato per chi vuole mettersi alla prova con la scrittura narrativa, per chi cerca la propria voce 
o per chi ha semplicemente bisogno di una scusa per scrivere qualcosa ogni settimana. »

Dopo aver conosciuto più da vicino il Gruppo con La Libridinosa, la gara degli incipit insieme a La spacciatrice di libri e il Forum grazie a La lettrice sulle nuvole, oggi andremo ad indagare in profondità scoprendo insieme a Barbara Fiorio - scrittrice e capobranco del GSSP - quali elementi non possono certamente mancare in un romanzo e in che modo il laboratorio lavora, passo dopo passo, insieme agli intrepidi scrittori pigri. 
Per ulteriori informazioni: http://www.scrittoripigri.com/

GLI ELEMENTI DEL ROMANZO

Nel GSSP Fare un romanzo io faccio lavorare gli Scrittori Pigri su quelli che considero gli elementi principali per definire la struttura di un romanzo. Si comincia dal PROTAGONISTA: ognuno deve presentare il proprio e farlo con dettagli anche minuscoli, anche quelli che potrebbe non usare mai nel libro, come, che so, la misura delle scarpe o il gusto preferito del gelato. L'autore deve conoscere molto bene il proprio personaggio principale per poterlo far muovere con coerenza nella storia. Poi si lavora sul suo LINGUAGGIO: la caratterizzazione di un protagonista (ma non solo di un protagonista) passa anche dal suo linguaggio, lo rende riconoscibile e tondo, tridimensionale.
2

[ RECENSIONE ] I Tre Volti di Ecate di Vito Santoro | Edizioni Spartaco

Buongiorno Lettori! 
Dopo aver divorato almeno un centinaio di pagine di La mappa che mi porta te di J.P. Monninger e aver concluso quello che potrei definire un vuoto siderale letterario - di cui vi parlerò nei prossimi giorni - è arrivato il momento di condividere con voi una nuova recensione, frutto della collaborazione con la casa editrice Edizioni Spartaco. Sto parlando di I tre volti di Ecate dello scrittore brindisino Vito Santoro.

I TRE VOLTI DI ECATE di Vito Santoro
Prezzo: 10.00€ | Pagine: 185
Alberto e Dario sono ladruncoli, ragazzi difficili che sarebbero piaciuti a Pier Paolo Pasolini. Da una villa lussuosa i due rubano un reperto di valore, la statua di Ecate, una delle divinità più misteriose della iconografia greca, traghettatrice delle anime degli uomini nel regno dei morti. Il giorno dopo il colpo, accanto ai piedistallo vuoto, c'è il cadavere di uno sconosciuto. Chi è e perché è stato ammazzato?
Del caso si occupa il commissario Nebbio, poliziotto sadico e corrotto. Attori e vittime di un gioco più grande di loro, Alberto e Dario chiedono aiuto a un miliziano solitario e dal passato in chiaroscuro, Mario Sforza, che s'impegna a tirarli fuori dai guai. Innanzitutto bisogna dar conto a Messala, ricco proprietario di un albergo, committente del furto.
Ha agito per sé o per altri? E che fine ha fatto la statua? Il triplice aspetto della dea - una donna giovane, una adulta e una anziana - è un'allegoria dei modi con i quali l'uomo, nelle diverse età, riconosce e affronta la propria fine. Analogamente i protagonisti del romanzo sfideranno le tre facce della morte e saranno guidati da Ecate verso il loro destino.
Quando Alberto e Dario accettano di rubare la Statua di Ecate - una delle divinità più enigmatiche e misteriose della cultura ellenica - presso l'imponente villa del Conte, uomo di spicco e spessore della società brindisina, mai si sarebbero aspettati di mettere in moto una serie imprevedibile di conseguenze, vendette e silenziose strategie capaci di mettere in pericolo ben più di una vita e mostrare tutte le maschere di ostinata giustizia e ipocrita superiorità.
0

[ SCRITTORI EMERGENTI ] Rosso Come L'Amore In Autunno di Fay Camshell

Buongiorno Lettori!
Apriamo questo lungo fine settimana con una novità letteraria romance tipicamente italiana insieme a Rosso come l'amore in autunno di Fay Camshell che non è certamente nuova tra queste pagine. Un romanzo intenso e piacevole che non potete proprio lasciare indietro. Disponibile in ebook nei maggiori stores digitali. 

ROSSO COME L'AMORE IN AUTUNNO di Fay Camshell
Prezzo: 0.99€ | Pagine: 370
Autumn Lawrence ha abbandonato la sua vita fatta di certezze per inseguire il suo sogno di diventare fotografa, ha rinunciato alla sicurezza di una vita agiata per fare ciò che più ama. Ogni scelta, però, ha delle conseguenze e, per mantenere i suoi studi, lavora come cameriera al ristorante dei genitori della sua migliore amica Summer. Giunta all'ultimo anno di università, si ritroverà a dover affrontare un ulteriore imprevisto: il professore Tyler Scott. Costretta a lavorare con lui a un nuovo progetto, Autumn si accorge che i suoi sentimenti non sono esattamente quelli che credeva. Tyler Scott è il classico cattivo ragazzo, pieno di piercing e tatuaggi, quello su cui nessuno mai punterebbe ad eccezione della vita che lo ha portato a percorrere una strada inaspettata. Per Ty è giunto il momento di un nuovo inizio, a Santa Barbara, nella speranza di poter cancellare il ricordo degli errori fatti in passato, errori che lo tormentano ancora oggi e a cui è impossibile rimediare. L'unica cosa che non vuole dimenticare è di avere un conto in sospeso con Autumn, la "rossa", di cui ora è il professore. Tyler però, conoscendola meglio, capirà che a volte, nella tavolozza dei colori della vita, il rosso non indica solo la vendetta, ma anche l'amore.

Fay Camshell vive a Napoli. Ha ventinove anni, è laureata in Ingegneria e ha sposato il suo fidanzato storico dal quale ha avuto una splendida bambina. Rosso come l'amore in autunno è il seguito di Per Sempre Estate.
0

[ RECENSIONE ] Dillo Tu A Mammà di Pierpaolo Mandetta | Rizzoli



Buongiorno Lettori! 
Superate con astuzia e un pizzico di ineguagliabile maestria qualche ostinata difficoltà tecnica - vedi riavvio forzato e maniere forti - riesco finalmente a condividere con voi la mia opinione di Dillo tu a mammà di Pierpaolo Mandetta. Una lettura che mi ha inesorabilmente conquistata grazie al suo stile narrativo fresco e dinamico, a tematiche attuali trattate con ironica sensibilità e ad iconici personaggi a cui è davvero impossibile non voler bene. 

DILLO TU A MAMMÁ di Pierpaolo Mandetta
Prezzo: 18.00€ | Pagine: 312
I sentimenti non sono semplici, ma con le parole lo diventano. 
L’amore è sempre una faccenda di famiglia. 
Samuele ne è convinto, mentre guarda fuori dal finestrino sul treno che da Milano lo trascina verso sud. Dopo essere fuggito per anni, è finalmente pronto a rivelare ai suoi genitori di essere omosessuale. 
Con lui c’è Claudia, la sua migliore amica, incallita single taglia 38 e unica donna di cui si fida. Appena arrivano a Trentinara, un grazioso borgo del Cilento, ad accoglierli ci sono i parenti al completo. 
E la sera, alla festa del paese, il papà ha un annuncio da fare: suo figlio e la fidanzata Claudia si sposeranno a breve. È un vero e proprio shock per Samuele: lui vuole sposare Gilberto, il compagno rimasto a Milano, proprio lo stesso uomo che lo aveva convinto a riavvicinarsi ai suoi. 
Ma nelle case del Sud è quasi una tradizione che sogni e desideri vengano condivisi in “famiglia”: non solo con mamma e papà, ma anche con quella vecchia zia che si incontra una volta all’anno e persino con la vicina di casa. E così Samuele, per poter essere padrone della propria vita, dovrà fare i conti con un passato che vuole lasciarsi alle spalle; stavolta, però, non è disposto a scendere a compromessi. E adesso chi glielo dice a mammà?
Avevo in mente di leggere Dillo tu a mammà di Pierpaolo Mandetta già da un paio di mesi, ma la spinta decisiva è arrivata in maniera sorprendente e -  ci tengo a sottolineare - in modo per nulla minaccioso durante il soggiorno pontremolese da una delle mie blogger di fiducia. Di chi sto parlando? Sempre lei, La Libridinosa
E anche questa volta - come accaduto con il romanzo di Tommaso Fusari - devo dire che ci ha preso in pieno! 

Dillo tu a mammà è quel genere di romanzo che potrei definire come una boccata d'aria fresca, potente e genuina. Quella brezza estiva a lungo sognata che ti scombina i capelli e l'umore, capace di sorprenderti anche se attesa e di risollevarti letteralmente da terra. Emozioni quasi liberatorie che ho subito durante l'intera narrazione di un romanzo che si lascia divorare in modo ironico, profondo e consolatorio. Subito, esattamente. Perchè vi sfido a non sentirvi chiamati in causa in prima persona nelle situazioni familiari e personali, di vita e relazione che Pierpaolo gestisce in modo equilibrato, maturo, preciso e onestamente irresistibile. 

« Certe volte dovremmo avere il fegato di chiedere scusa, prima che l'occasione ci tradisca. 
Chiedere scusa agli altri, ma anche a noi stessi. »
10

[ ANTEPRIMA ] La Mappa Che Mi Porta A Te di J.P. Monninger | Sperling&Kupfer

Buongiorno Lettori! 
Uno degli aspetti più belli delle collaborazioni con le case editrici è entrare in sintonia con gli addetti stampa e farsi conoscere anche per i gusti letterari e per quelle piccole ossessioni in carta e penna che indubbiamente fanno parte di noi. Pochi giorni fa, appunto, un pacco è arrivato a sorpresa tra le mie mani e al suo interno ho trovato un romanzo in anteprima con una copertina indubbiamente romance e con poche parole che mi hanno fatto subito dire Ok, devo leggerlo! Le parole in questione sono della mia unica eccezione romantica in un mondo interamente popolato di thriller e narrativa contemporanea: Nicholas Sparks che descrive La mappa che mi porta a te di J.P. Monninger come un romanzo romantico e indimenticabile. Un libro che - di conseguenza - è entrato di diritto nella mia #TBREstiva2017 e che inizierò nei prossimi giorni. Un grazie speciale alla Sperling&Kupfer per il gradito pensiero. 

LA MAPPA CHE MI PORTA A TE di J.P. Monninger
Prezzo: 18.90€ | Pagine: 384
DAL 29 AGOSTO IN LIBRERIA

Un grande amore. Il viaggio di una vita.
Un segreto che rischia di separare due anime destinate l'una all'altra.
Finito il college, Heather parte per una vacanza in Europa con le amiche del cuore. Ad attenderla a casa c’è un impiego serio, il probabile inizio di una carriera importante. Prima di affrontare le responsabilità della vita adulta, Heather vuole però godersi un’estate di libertà, senza pensieri, senza progetti. È così che incontra Jack, un ragazzo poco più grande di lei che sta ripercorrendo le tappe di un viaggio fatto da suo nonno tanti anni prima, dopo aver combattuto in guerra, e annotato in un diario.
Da Amsterdam a Praga, dall’Italia a Parigi, sarà un’estate indimenticabile, in cui innamorarsi è facile, come sognare di viaggiare per sempre insieme verso un orizzonte che si estende all’infinito. Ma sul loro destino pesa un segreto. E sarà la più grande prova d’amore.

J.P. Monninger vive in New Hampshire. È professore di inglese alla Plymouth State University.
0

[ RECENSIONE ] Tempi Duri Per I Romantici di Tommaso Fusari | Mondadori


Buon Pranzo Lettori! 
Oggi voglio stravolgere la mia consueta routine condividendo con voi la recensione in programma per questa settimana in un orario inedito, particolare e indubbiamente invitante. Conciliate il vostro meritato pranzo, quindi, con la lettura di Tempi duri per i romantici di Tommaso Fusari per Mondadori.
Un romanzo che, ve lo assicuro, non dimenticherete facilmente!

TEMPI DURI PER I ROMANTICI di Tommaso Fusari
Prezzo: 16.00€ | Pagine: 203
Stefano ha ventidue anni e una vita tranquilla. Simpatico, belloccio e con la battuta sempre pronta, divide il suo tempo tra le serate a Trastevere con gli amici, il lavoro che non ama particolarmente ma che gli permette di avere una casa tutta per sé, le polpette piene d'amore di mamma e la storia con Michela. Sembrerebbe andare tutto per il verso giusto eppure a Stefano qualcosa non torna. Non può fare a meno di sentirsi incompleto, fuori posto, fuori cuore. Stare con Michela gli ha fatto capire che con una donna puoi ridere, mangiare, guardarci un film, scoparci tutta la notte, prenderci il caffè insieme e correre comunque il rischio di non amarla. Perché l'amore vero è un'altra cosa. E sta da un'altra parte. Allora succede che ritrovare un dischetto di cartone con sopra disegnato un pettirosso dia uno strattone alla sua vita costringendolo a ripensare a quando, dieci anni prima, era poco più che un bambino. E a ricordare quegli occhi scuri e profondi, quelle lentiggini che diventavano una costellazione, quel modo goffo e particolarissimo di tirarsi da parte i capelli rosso fuoco. Da quel momento niente ha più senso se non andare a cercarla, ovunque sia, rischiando di perdere tutto pur di ritrovarla. Lei, Alice, il pezzo mancante, la ragazzina che ti guardava in un modo che non sai spiegare, in un modo che ti sentivi subito a casa. Perché, davvero, certe volte perdersi diventa l'occasione unica e imperdibile per ritrovarsi. Perché si possono dimenticare episodi, eventi, parole, canzoni, ma mai le persone che ci hanno fatto del bene.
Sono passati tre giorni e ancora non riesco a riprendermi da Tempi duri per i romantici
Perchè, sapete, esistono romanzi in grado di emozionarti intensamente sul momento e poi condannati ad essere sostituiti dal nuovo arrivato. Poi, hai la fortuna di incontrare quella lettura che ti strappa letteralmente il cuore dal petto e che ti sorprende, parola dopo parola, in un modo così repentino e imprevedibile che non sai nemmeno come affrontare, che ti sconvolge e ti affascina allo stesso tempo, lasciandoti incredula, irrimediabilmente emozionata.
2

ANTEPRIMA #18 : La Ragazza Scomparsa di Angela Marsons | Newton Compton editori

La detective Kim Stone sta per tornare! 
Per quanti come la sottoscritta hanno letteralmente divorato Urla nel Silenzio e Il Gioco del Male il 31/08/2017 non sarà un giorno come tanti altri, ma la data che segna il ritorno in libreria della scrittrice inglese Angela Marsons insieme a La Ragazza Scomparsa, terzo capitolo della serie con protagonista l'affascinante e complessa, enigmatica ed indipendente Kim Stone. Un altro caso sconvolge l'apparente e fragile quiete della Black Country ponendo l'intera squadra investigativa davanti ad un crimine spietato, doloroso ed inesorabile...

LA RAGAZZA SCOMPARSA di Angela Marsons
Prezzo: 9.90€ | Pagine: 384
Dall'autrice di Urla nel silenzio e Il Gioco del Male

Charlie e Amy, due bambine di soli nove anni, compagne di gioco, scompaiono all’improvviso. Un messaggio recapitato alle rispettive famiglie conferma l’ipotesi peggiore: le giovani sono state rapite. 
È l’inizio di un incubo. Poco tempo dopo, un secondo messaggio è ancora più mostruoso. I malviventi mettono le due famiglie l’una contro l’altra, minacciando di uccidere una delle due bambine. 
Per la detective Kim Stone e la sua squadra il caso è più difficile del solito. I rapitori potrebbero davvero trasformarsi in assassini spietati. Bisogna agire con rapidità e trovare la pista giusta. E Kim ha intuito che nel passato delle due famiglie si nascondono degli oscuri segreti...

Angela  Marsons vive nella Black Country, in Inghilterra, la stessa regione in cui sono ambientati i suoi thriller. I suoi libri hanno già venduto più di 2 milioni di copie.

Cosa ne pensate, Lettori? Avete letto i capitoli precedenti?
Io non vedo l'ora di immergermi nella lettura di questo terzo capitolo. 
Perchè Angela Marsons crea dipendenza, ve lo posso assicurare!
9

[ RECENSIONE ] Dietro I Suoi Occhi di Sarah Pinborough | Piemme

Buongiorno Lettori! 
Oggi voglio parlarvi di un esordio letterario capace di conquistare ed affascinare scrittori del calibro di Stephen King e John Connolly attraverso una recensione che unisce pro e contro di una narrazione intensa e convincente accompagnata da piccole, ma decisive sbavature stilistiche. Sto parlando di Dietro i suoi occhi di Sarah Pinborough.
Ringrazio la casa editrice Piemme per la copia cartacea.

DIETRO I SUOI OCCHI di Sarah Pinborough
Prezzo: 19.50€ | Pagine: 358
Louise vorrebbe dire ad Adele tutta la verità, anche se si sono appena conosciute. Anche se Adele le sembra una donna così fragile, tormentata com'è dall'insonnia e dalla solitudine. Louise vorrebbe dirle che quella sera, al bar, quando è entrato quell'uomo, lei ha provato qualcosa che, nella sua vita di madre single, non provava da tempo. Vorrebbe dire ad Adele che le dispiace di averlo baciato. E che non poteva sapere che quell'uomo era suo marito. Anche Adele ha i suoi segreti. Non fa parola della nuova amica con David. E nasconde a Louise ciò che accade quando, nella loro splendida casa nel cuore di Londra, lei e il marito sono finalmente soli dietro porte chiuse. Così come ogni giorno, da anni, Adele nasconde a tutti quello che accade nella sua mente. Là dove nessuno può spiarla. Perché tante bugie, si chiede Louise? Divisa tra il suo fascinoso amante e la nuova, bellissima amica, soffocata dal castello di menzogne che lei stessa ha costruito, Louise dovrà trovare il coraggio di guardare dentro il matrimonio di Adele e David. Sapendo che le verità più spaventose si annidano nella mente, dietro quegli occhi che Adele, insonne, non chiude mai.
Se c'è una cosa che amo follemente del genere thriller è la capacità di risvegliare la più autentica, pura e insana follia in grado di prendere letteralmente forma tra le sue parole, trasformandosi in qualcosa di magnetico ed irresistibile nella mente del lettore. Indubbiamente Dietro i suoi occhi è un romanzo in grado di catturare l'attenzione, di stravolgere e sconvolgere, di spingere oltre il limite e di afferrarti con forza e astuta precisione, intrappolandoti in una morsa che non lascerà facilmente la presa. Con una premessa del genere probabilmente vi suonerà strano quello che sto per scrivervi: Dietro i suoi occhi parla di amore. Di quell'amore folle e incontrollabile, pungente e pericoloso che si insinua nella testa come un tarlo inarrestabile, ossessivo e affascinante.

Noi siamo rovinati. A volte mi chiedo se non abbia pensato di uccidermi, 
di eliminare il problema alla radice. Forse anche una parte di me vorrebbe uccidere lui.

È la storia di Adele, David e Louise.
Una moglie instabile ed ossessiva. Un marito esausto e remissivo. Una madre single, tradita e desiderosa di piacere. 
Un triangolo amoroso che segna irrimediabilmente le sorti dei suoi protagonisti e di una narrazione intensa e coinvolgente che, per i tradizionalisti del genere, si allontana dai suoi dogmi, spingendosi verso una contaminazione al limite del paranormale. Elemento che evidenzia quel pizzico di necessaria originalità in grado di crere un finale degno di questo nome, inconcepibile e imprevedibile, capace di lasciare il lettore autenticamente e consapevolmente senza parole. Sì, se dovessi scegliere la parte migliore di questo romanzo sicuramente direi il suo epilogo!
6
Powered by Blogger.
Back to Top