sabato 31 dicembre 2016

BEST BOOKS OF 2016 [ THRILLER - YA - ITALIA - TOP OF THE TOP ]

Buongiorno Silenziosi Lettori! 
Dopo chilometri macinati, migliaia di pagine lette e recensite, traguardi raggiunti e lacrime salate versate, sorrisi esplosivi e abbracci avvolgenti siamo arrivati all'ultimo giorno di un 2016 strano, complicato e vissuto dalla prima all'ultima pagina. Un anno intenso che abbiamo vissuto insieme attraverso le pagine di libri che ci hanno emozionato e coinvolto, deluso e annoiato; romanzi che abbiamo scoperto per caso, che ci hanno chiamato dallo scaffale della libreria, che ci hanno conquistato e che abbiamo amato alla follia!


Con l'augurio che il 2017 sia pieno di incontri, avventure e desideri ancora da esaudire, voglio condividere subito con voi il mio personalissimo BILANCIO LETTERARIO - realizzato anche grazie al fedele GoodReads. Ed ora, come nella migliore delle tradizioni, sono felice di poter condividere con voi i miei BEST BOOKS 2016 divisi in 4 Categorie : 


TOP3 THRILLER | TOP3 YOUNG ADULT | TOP3 ITALIA | TOP OF THE TOP 📚
** Cliccando sulla COVER potrete leggere trama, scheda tecnica e recensione del romanzo! **


TOP3 THRILLER


TOP3 YOUNG ADULT


TOP3 ITALIA


TOP3 OF THE BEST


Scegliere solo 3 titoli non è stata propriamente una passeggiata, ora posso confessarlo... 
In questo anno ho avuto la fortuna e l'intuito di farmi accompagnare da letture molto variegate ed interessanti, conoscere nuovi autori e scoprire qualche vecchio libro che mi ha fatto decisamente pentire di aver aspettato così a lungo. Certo, non sono state tutte rose e fiori... buche improvvise e curve a gomito non sono certamente mancate lungo il percorso, ma lo hanno solo reso più movimentato proprio come piace a me! 

E voi, Lettori, quale letture hanno lasciato il segno nel vostro 2016?
Quali sono i vostri TOP3? Lasciatemi le vostre scelte nei commenti... 
E grazie ad ognuno di voi per il meraviglioso anno trascorso insieme! 
Ci leggiamo nel 2017 :)
Cristina

sabato 24 dicembre 2016

RECENSIONE IN ANTEPRIMA : La Voce Nascosta delle Pietre di Chiara Parenti - Garzanti

Buongiorno Lettori! 
In questo giorno di vigilia e di preparazioni dell'ultimo minuto, sono felicissima di poter trascorrere del tempo in vostra compagnia condividendo la recensione di un romanzo che mi è entrato dritto nel cuore, avvolgendolo in un abbraccio caldo e potente, come il più classico dei colpi di fulmine capace di lasciarti estasiato e senza parole. Sto parlando di La voce nascosta delle pietre di Chiara Parenti per la casa editrice Garzanti, in tutte le librerie dal 12 Gennaio.

Luna è una bambina quando il nonno le dice queste parole speciali insegnandole che l’agata infonde coraggio, l’acquamarina dona gioia e la giada diffonde pace e saggezza. E lei è certa che quello sia il suo destino. Ma ora che ha ventinove anni, Luna non crede più che le pietre possano aiutare le persone. Non riesce più a sentire la loro voce. Per lei sono solo sassolini colorati che vende nel negozio di famiglia, mentre il nonno è in giro per il mondo a cercare gemme. Perché il suo cuore porta ancora i segni della delusione. Si è fidata delle pietre, di quello che nascondono, di quello che significano. Si è fidata di quel ragazzo di sedici anni che attraverso di loro le parlava di sentimenti. Dell’amicizia che cresceva ogni giorno e racchiudeva in sé la promessa di un amore indistruttibile. Leonardo era l’unico a credere come lei nel fascino dei minerali e dei cristalli. Leonardo che in una notte di molti anni prima l’ha abbandonata, senza una spiegazione, senza una parola. E da allora il mondo di Luna è crollato, pezzo dopo pezzo. A fatica lo ha ricostruito, non guardando mai più indietro. Fino a oggi. Fino al ritorno di Leonardo nella sua vita. È lì per darle tutte le risposte che non le ha mai dato. Risposte che Luna non vuole più ascoltare. Fidarsi nuovamente di lui le sembra impossibile. Ha costruito intorno al suo cuore un muro invalicabile per non soffrire più. Ma suo nonno è accanto a lei per ricordarle come trovare conforto: il quarzo rosa, la pietra del perdono, e il corallo che sconfigge la paura. Solo loro conoscono la strada. Bisogna guardarsi dentro e avere il coraggio di seguirle.

Storia: 5 | Personaggi: 5 | Stile: 4 | Copertina: 4

Un debutto forte ed impetuoso quello di Chiara Parenti che con La voce nascosta delle pietre regala ai suoi lettori una storia di amore e consapevolezza, racchiudendo tra le sue pagine il fascino misterioso delle pietre e la forza indissolubile dell'amore incondizionato.
In questo esordio concreto e irresistibile, Chiara riesce perfettamente ad esprimere nero su bianco la passione più vitale e coinvolgente, capace di racchiudere il lettore in un caldo abbraccio da cui è impossibile allontanarsi! La voce nascosta delle pietre è una perla rara intrisa di emozioni e sentimenti così reali e penetranti da permettere al suo lettore di vivere letteralmente la storia sulla sua stessa pelle, immedesimandosi con una facilità unica e sorprendente ad ogni personaggio che, grazie ad una prosa ritmica ed avvolgente, lo accompagna come un perfetto compagno d'avventura nel cuore di un romanzo capace di sfiorare in modo preciso ed elegante le corde più profonde e sensibili dell'animo umano.


Quello che vi appresterete ad affrontare è un viaggio nel mondo misterioso delle pietre; attraverso gli occhi di Luna scoprirete il coraggio di amare e di affrontare ogni ferita, con la forza e il coraggio di Leo riscoprirete le sensazioni più pure che spingono l'uomo a vivere l'amore ben oltre ogni difficoltà e, parlando direttamente al vostro cuore, Nonno Pietro vi conquisterà con le sue parole, calde ed avvolgenti, con ricordi lontani di terre sconosciute e con quella voce silenziosa e rassicurante che ogni pietra saprà sussurrare al momento più giusto.


La voce nascosta delle pietre è un romanzo capace di conversare direttamente con il cuore di chi lo legge, parlando di sentimenti e di emozioni reali e tangibili, Chiara ci trasporta al centro di una storia che potrebbe essere facilmente anche un po' nostra con i suoi battiti accelerati, con le sue parole appena sussurrate, con le sue ferite difficili da rimarginare, con quelle flebili ed estenuanti speranze capaci di travolgere la vita in un battito di ciglia. I personaggi sono, a mio avviso, fiore all'occhiello di questo romanzo: intensi e comunicativi, capaci di entrare immediatamente in sintonia con il lettore; caratterizzati in modo preciso, ben delineato e reale dall'autrice al punto tale da avere quasi la percezione di poterli toccare, di percepire il loro respiro, di catturarne ogni espressione fino a quella voglia naturale ed inspiegabile di abbracciarli, di stringerli forte, senza mai lasciarli andare...

Quello che dal prossimo 12 Gennaio potrete stringere tra le vostre mani è un romanzo che merita di essere letto e vissuto intensamente con curiosità e intraprendenza; così come vi troverete stupiti nello scoprire una perla di rara bellezza e lucentezza, anche con La voce nascosta delle pietre saprete riconoscere - con la giusta dose di stupore e meraviglia - un romanzo ricco di riflessi e piccole sfaccettature in grado di regalarvi una storia che vi entrerà nel cuore, fin dalle primissime pagine!

E per augurarvi un bellissimo Natale e uno scintillante Capodanno, vi lascio con i saluti di Chiara Parenti che ringrazio per la simpatia, la fiducia e la disponibilità, ricordandovi che il Giveaway terminerà il prossimo 7 Gennaio... avete, quindi, tutte le feste a vostra disposizione per partecipare all'estrazione delle 3 COPIE in palio!


BUONE FESTE, LETTORI! 
CI LEGGIAMO A GENNAIO 2017!

giovedì 22 dicembre 2016

[ BABY BOOKS PROJECT ] RECENSIONE : La Legge della Giungla di Davide Morosinotto - Piemme

Buonasera Lettori! 
Sono felicissima di poter condividere con voi la recensione di La Legge della Giungla - edito Piemme nella collezione Il Battello a Vapore - di Davide Morosinotto; un romanzo delicato ed emozionante per scoprire la vera storia di uno dei personaggi più amati de Il Libro della Giungla.
Bagheera è solo un cucciolo di pantera, inconsapevole della sua natura ed impaurito dal suo felino coinquilino, quando il destino decide di far incrociare il suo cammino con il mondo degli Uomini... ma è questione di tempo prima che la sua vera natura possa prendere finalmente il sopravvento!
Scopriamo insieme l'ultimo titolo del #BabyBooksProject :)

Prezzo: 16.00€ | Pagine: 306
In India il matrimonio di un Principe è un evento da far tremare il cielo. A palazzo si festeggia per tre giorni e tre notti, ci sono musicisti, acrobati e lo spettacolo delle belve del caravanserraglio. Ma Asha, la pantera, quella notte non può saltare i cerchi di fuoco perché sta dando alla luce un cucciolo. Il piccolo, chiamato Bagheera, viene strappato subito alla madre per essere donato agli sposi. Bagheera cresce libero di scorrazzare per le mille stanze del palazzo, ma le pantere non sono gatti, e in poco tempo il cucciolo diventa forte. E terribile. Così, quando si trova rinchiuso in gabbia a subire le angherie dell'addestratore, incaricato di domarlo, cerca il modo di fuggire via. Sarà l'inizio di una grande avventura dove, se vorrà sopravvivere, dovrà imparare la Legge della Giungla.

Storia: 3 | Personaggi: 4 | Stile: 4 | Copertina: 4

La Legge della Giungla è una storia che fa sognare.
Una storia che permette a lettori grandi e piccini di volare letteralmente con la fantasia, al centro di una giungla immensa ed inesplorata nella lontana ed affascinante India.
Una terra piena di misteri e tesori nascosti, miti e leggende da scoprire, di animali fieri e coraggiosi, ritenuti feroci e pericolosi dall'Uomo, ma che all'essere umano hanno molto da insegnare.
Lezioni di coraggio, di rispetto, di onore e di amore incondizionato risuoneranno forti e potente grazie ad un ringhio impetuoso ed invincibile in grado di racchiudere in pochi istanti una storia di trasformazione, di crescita e di consapevolezza. La vera storia di Bagheera.


L'affascinante e coinvolgente storia di come un docile cucciolo di pantera - con gli occhi verdi come lo smeraldo più intenso e il pelo nero come un solstizio d'inverno - cresciuto in un palazzo colmo di ricchezze ma privo di amore, fuggito ad un destino di cattiverie e cattività, riesce a prendere finalmente consapevolezza della sua vera natura, non più preda ma predatore, in una Giungla dove ogni animale ha il suo scopo, dove nulla viene lasciato al caso e dove ognuno è tenuto a rispettare una sola ed unica legge, la Legge della Giungla, appunto. Regole a cui il giovane e ribelle Bagheera non intende sottostare, non ora che il richiamo melodioso della libertà suona così penetrante ed ammaliante ad ogni suo passo, ma il destino ha molto altro in serbo per lui... Incontri che cambieranno la sua vita - quello con l'Orsa Kamela e con il Signore dei Lupi, Akela - ostacoli da superare e, infine, scelte da compiere per segnare il percorso di una vita fatta di avventure imprevedibili e meravigliose che tutti noi abbiamo letto, visto ed amato nel cuore della nostra infanzia!

« La Legge dell'Uomo, la Legge di Bagheera, la Legge della Giungla sono solo tre voci per cantare una stessa canzone, tre racconti per un'unica storia. La storia parla di quello che è giusto e di quello che è sbagliato e di come ogni creatura, uomo o animale, prima o poi debba decidere da che parte stare.. »

Un romanzo che sia lascia divorare in tutto il suo autentico splendore, grazie ad una prosa coinvolgente e naturalmente famelica in grado di affascinare il lettore durante l'intera narrazione. 
I personaggi che incontreremo durante le avventure del giovane Bagheera sono uomini e donne di variegata caratterizzazione, capaci di instillare nel lettore emozioni di odio e amore, affetto e compassione, gratitudine e insofferenza, riuscendo a far emergere tra le pagine un racconto capace di coinvolgere personalmente da ogni punto di vista. Fiore all'occhiello del romanzo sono indubbiamente gli animali che Morosinotto descrive con particolare attenzione, mettendone in evidenza ogni più piccola sfaccettatura, arrivando quasi ad evidenziare ogni frammento della loro anima... aprendo così la porta sul loro futuro ruolo nella storia del cucciolo d'uomo che abbiamo così tanto amato durante la nostra infanzia: scorgeremo da lontano il giovane e saggio Baloo, incroceremo lo sguardo fiero e vendicativo di Sher Kan, abbracceremo la maestosità di Akela, il Signore dei Lupi! 
Devo ammettere che scorrendo le pagine di La legge della giungla mi sono innamorata, come molti anni fa, di Bagheera e del suo misterioso fascino; in lui troverete, infatti, moltissimi aspetti singolari che lo caratterizzano come la pantera nera più coraggiosa, indomabile ed umana di tutta la narrativa moderna e contemporanea. Semplicemente irresistibile!

Ora la caccia è nelle vostre mani... cosa ne pensate, Lettori?
Qual è il vostro personaggio preferito de Il Libro della Giungla? Anche voi siete stati ammaliati dal fascino di Bagheera? Lasciatemi le vostre impressioni a caldo nei commenti.. 
Cristina

mercoledì 21 dicembre 2016

RECENSIONE : Il Rituale del Male di Jean-Christophe Grangé - Garzanti

Buongiorno Silenziosi Lettori! 
Con il Natale che sta per fare capolino dietro l'angolo, anche io voglio lasciarvi qualche regalo sotto l'Albero, prima di mettere Leggere in Silenzio in pausa per godere di qualche giorno di meritato relax.
Dai, ce lo siamo meritati non credete? Infatti, in pieno spirito Grinch, riesco finalmente a condividere con voi una recensione che bolliva da un po' in pentola; sto parlando di Il Rituale del Male di Jean-Christophe Grangé edito Garzanti. Un thriller che non è un thriller, tante pagine e poch emozioni per un romanzo con troppa carne al fuoco che non mi ha convinto fino in fondo!

Prezzo: 19.90€ | Pagine: 732
L’aria è malvagia sull' isola di Sirling, al largo della costa bretone, dove il comandante Erwan Morvan si trova a indagare sull'orribile delitto di un cadetto militare. Suo padre è un uomo potente, che ha fatto fortuna in Africa e ora manovra tra le quinte le leve della polizia francese: è quel Grégoire Morvan famoso per aver fermato il killer chiamato l’Uomo Chiodo. E adesso, mentre le vittime si moltiplicano e gli indizi si fanno via via più evanescenti, dopo trent'anni il fantasma dell’Uomo Chiodo torna a braccare i Morvan, minacciando il buon nome di una famiglia in apparenza inattaccabile. L’indagine costringe Erwan sulle tracce delle più oscure gesta di suo padre, in una corsa sfrenata per salvare chi ama, lontano dalla Francia, fin nel cuore del Congo oscuro e sanguinoso che ha tenuto a battesimo la sua esistenza...

Storia: 3 | Personaggi: 3 | Stile: 3 | Copertina: 4

Forse una delle poche certezze di cui vado profondamente fiera e altrettanto sicura è l’amore per la lettura, il piacere profondo che sento sprigionare dentro di me quando mi abbandono letteralmente alla storia, ai suoi personaggi, ai suoi colpi di scena, inebriata dai particolari, intensi e sfuggevoli; particolari che sono chiamata a cogliere, afferrare e comprendere spinta da quell'indomabile curiosità e quella invincibile sete di sapere che mi spinge a divorare quelle pagine, capitolo dopo capitolo!
Ora capirete la mia difficoltà nel mettere in parole tutto quello che per me è mancato durante la lettura di Il Rituale del Male di Jean-Christophe Grangé. Quando mi si è presentata la possibilità di leggere il nuovo romanzo di “ colui che ha stravolto i confini ordinari del thriller europeo ” – devo essere sincera con voi! – sono letteralmente partita in quarta: la copertina era esaltante, la trama apparentemente intensa e promettente, poi il titolo… il titolo racchiudeva in sé quel pizzico di doverosa ed enigmatica oscurità che ogni thriller che si rispetti deve inevitabilmente condurre sulla sua scia.
In poche parole, sono stata narrativamente sedotta e abbandonata!

« Morvan conosceva le regole. Non le aveva mai dimenticate. Il corpo feticcio doveva essere purificato per facilitare il passaggio dell’energia attivata dalle centinaia di chiodi. Sapeva anche che, secondo la tradizione africana, quella cavità conteneva senz'altro ciocche di capelli e unghie appartenenti alla persona da proteggere o alla quale si voleva fare una fattura. In questo caso, alla vittima successiva. Era una delle caratteristiche dell’Uomo Chiodo: trasformava un rituale sacro in un rebus perverso! »

Badiamo bene, non è tutto da buttare in questo romanzo. 
A dispetto delle sue 750 pagine, Il Rituale del Male presenta una base solida e intrigante che si affaccia sulla soglia di un mistero affascinante e magnetico sotto alcuni punti di vista che non devono essere dati mai per scontati, ma, a parer mio e come tale totalmente sindacabile, mi sento di dire che quella stessa promettente base non è stata sviluppata nel modo migliore! 
Innanzitutto, parlando sempre da un punto meramente soggettivo, Il Rituale del Male non credo si possa far letteralmente rientrare nel genere thriller; mancano dei particolari, manca l’enfasi, mancano quei colpi di scena assoluti ed imprevedibili, capaci di lasciare il lettore senza fiato! Mi sentirei di catalogare questo romanzo come un sofisticato e ben strutturato racconto poliziesco, un giallo nel senso più letterale del termine perché di questo sostanzialmente si tratta: indagini poliziesche!
Da amante appassionata e fedele del thriller, abituata a divorare con animalesca bramosia gli appartenenti al genere considerato, mi sono trovata in difficoltà nel leggere e proseguire con naturalezza lungo determinate parti del romanzo; ho trovato alcune scelte stilistiche decisamente forzate e inutili al fine stesso della trama, altre, invece, semplicemente senza fondamento, come messe lì semplicemente per fare numero. Questo ha indubbiamente recato danno al ritmo, appesantendolo di elementi, dati e particolari che rischiavano pericolosamente di distogliere l’attenzione del lettore dal punto focale ed essenziale della trama! Ripeto, sono fermamente convinta che 200-250 pagine in meno avrebbero giovato alla fluidità della lettura, impedendo al lettore medio di sentirsi quasi ingolfato durante la narrazione, non aiutato da uno stile linguistico a mio avviso eccessivamente prolisso e cadenzato… e, ci tengo a precisarlo, faccio parte di quella categoria di lettori che ama le descrizioni e altrettanto perdersi letteralmente tra le quelle stesse righe, ma che almeno questo venga fatto con parsimonia ed oculatezza, altrimenti i rischi di cui sopra sono quanto mai inevitabili!

Non è una stroncatura totale e senza appello quella che sto scrivendo in queste righe.
Ci sono aspetti positivi che non posso che sottolineare.. L’esoterismo, unito al legame tra due continenti così distanti e culture così controverse rappresenta un buon punto di partenza per incuriosire ed affascinare il lettore; così come la figura de L’uomo chiodo  racchiude quel pizzico di mistero che si insinua progressivamente nella mente come un tarlo che si ostina a far rumore, capitolo dopo capitolo. I personaggi sono stati ben evidenziati e resi caratteristici dall'autore, approcciandosi ad ognuno di essi in modo autonomo, indipendente ed originale. Dai protagonisti ai personaggi secondari è resa chiara la volontà dell’autore di realizzare un’opera importante e corale, in grado di affascinare e spingere il lettore al centro esatto della vicenda… se con la sottoscritta ha, almeno in parte, fallito da questo specifico punto di vista, questo non significa che per voi non potrà rivelarsi una piacevole vittoria!

E voi, Lettori, cosa ne pensate? 
Sorprendetemi con i vostri commenti! Magari sarò pronta a ricredermi... oppure no! :)
Cristina

lunedì 19 dicembre 2016

[ BABY BOOKS PROJECT ] RECENSIONE : La mia Vita da Zucchina di Gilles Paris - Piemme - Il Battello a Vapore

Buonasera Silenziosi Lettori! 
Preparatevi ad un viaggio di pancia e di cuore senza precedenti; La mia vita da Zucchina è un romanzo per bambini che riesce a conquistare con la stessa forza, passione e semplicità anche il mondo dei più grandi! Una storia dove sofferenza e dolore incontrano una vita nuova ed emozionante fatta di amore e amicizia, speranza e riscatto come accade nella migliore delle favole. Quella straordinaria e vivace, oscura e silenziosa, incompresa e amata: la favola della vita!

Prezzo : 16.00€ | Pagine: 236
Da quando il papà è sparito, il mondo del piccolo Icaro, soprannominato Zucchina, ruota intorno alla mamma, una donna depressa e alcolizzata che vive sul divano del salotto. Un giorno, giocando con una pistola trovata in casa, per sbaglio Icaro fa partire un colpo e la uccide. La sua vita cambia per sempre! 
I servizi sociali lo affidano a una casa famiglia, sotto la guida della severa ma giusta signora Papineau, ed è qui che finalmente Icaro scopre che un'altra vita è possibile. Una vita fatta di amici e litigi, di scuola e divertimenti, di problemi e soluzioni, di amore...

Storia: 4 | Personaggi: 4 | Stile: 4 | Copertina: 4

Se mi chiedessero di esaudire un desiderio tipicamente libroso sotto l’Albero, probabilmente chiederei di far trovare la mattina di Natale, impacchettato con un invitante fiocco rosso e argentato, La mia vita da Zucchina a grandi e piccini. Proprio in questi momenti di festa e raccoglimento abbiamo bisogno, in modo particolare, di riscoprire i sentimenti più puri, profondi e reali che, altrimenti, rischieremo troppo facilmente di dimenticare impegnati con le mille cose da fare ogni giorno, la frenesia della vita adulta e le priorità che sembrano moltiplicarsi in uno strano gioco di potere, di dipendenza e di quel pizzico di indecifrabile egoismo...

« Gli adulti, a volte, dicono cose stupide perché la paura gli divora il cuore. 
Farebbero meglio ad ascoltare il silenzio! »

La mia vita da Zucchina porta con sé il potere di far scoprire ed emergere in superficie quella nostra parte più fanciullesca, ingenua e trasparente, quello spirito genuino e curioso che continua a battere forte da qualche parte dentro di noi e che testardi come siamo continuiamo imperterriti ad ignorare, o ancor peggio, mettere a tacere! E invece no… ascoltiamo la sua voce, invitante e melodiosa. 
Assecondiamo le sue urla, impetuose e liberatorie, che vengono direttamente dal nostro cuore; facciamolo in silenzio, prestiamo ascolto a quella vocina che è stata messa in un angolo e che ora è finalmente pronta a reclamare il posto che merita.
La mia vita da Zucchina è indubbiamente un romanzo per bambini, scritto con un linguaggio molto semplice e diretto, quasi fanciullesco, in grado di spingere il lettore oltre la nebbia della ragione; un linguaggio da bambini che permette al lettore di entrare nel loro mondo, di vedere con i loro occhi, di esprimere con le loro parole vicende adulte difficili da gestire, dolorose e tragiche in molti casi, in grado di lasciare nei più piccoli cicatrici profonde e invisibili all'occhio umano!

« A volte i grandi bisognerebbe scuoterli 
per far saltare fuori dal loro cuore il bambino che ci dorme dentro.
Tutto questo non mi fa venir voglia di crescere! »

Ho letto questo romanzo come assorta in un limbo che ora mi è difficile spiegare; da una parte c’erano i sorrisi che determinate risposte o particolari situazioni inevitabilmente scaturiscono senza forzature, l'altra, invece, portava dietro di sé un senso di angoscia, di soffocamento, di sofferenza verso incolpevoli situazioni vissute dai protagonisti di quest’affascinante storia che non devono e non possono essere tralasciati. E Gilles Paris rende perfettamente l’idea fin dalle prime pagine.. 
Di come i bambini cerchino in ogni modo di trovare una spiegazione logica e fantasiosa – dal loro speciale ed invidiabile punto di vista – anche per le peggiori tragedie, riuscendo a scorgere sempre quel bicchiere mezzo pieno o quella misteriosa e affascinante alba che inevitabilmente sorgerà anche dopo un tramonto fatto di schiaffi e di percosse, di parole impronunciabili e di imprevedibili incidenti mortali!

Mi sono innamorata di Zucchina e dei suoi amici. 
Il modo in cui l’autore si approccia ad una realtà sensibile e delicata come quella delle case famiglia riesce a coinvolgere totalmente il lettore nella storia e nella quotidianità di ogni singolo personaggio; nessuno viene tralasciato, nessuno sembra essere messo lì, semplicemente per coprire un ruolo che deve essere recitato! Ogni personaggio presenta un’ottima caratterizzazione, storica e personale, tale da entrare in diretta empatia con il lettore che si ritroverà idealmente a prenderne le difese o a tollerare determinate peculiarità, a sorridere per gli errori e a comprendere determinati atteggiamenti, frutto di storie passate capaci di forgiare uno spirito che ancora deve conoscere quanto di bello il mondo realmente può offrire.

Sono certa che sarete conquistati da questo storia di fiducia, amore e riscatto; conquistati da Icaro a cui il suo nome proprio non va giù, dal Gendarme che rappresenta tutto il buono del mondo adulto che, tra queste pagine, non fa proprio una bella figura, da Camille e i piccoli inquilini della Fontane che con i loro modi così eccezionali sapranno come far breccia nei vostri cuori... 
Con me ci sono riusciti; voi, Lettori, cosa ne pensate?
Lasciatemi le vostre impressioni a caldo nei commenti.. 
Cristina

ANTEPRIMA #62 : Animali Fantastici e Dove Trovarli Screenplay Originale di J.K. Rowling - Salani

MAGHI E STREGHE, BACCHETTE A ME!

Sarà un Gennaio che risuona di magia, incantesimi e fantastici animali da trovare quello che Adriano Salani Editore è pronto a regalare a voi, Potterhead in lettura, con l'edizione italiana dello screenplay originale del film Animali Fantastici e Dove Trovarli.
Ispirato al testo originale di Hogwarts di Newt Scamander, Animali Fantastici e Dove Trovarli Screenplay Originale è una storia che segna il debutto nella sceneggiatura di J.K. Rowling, autrice dei libri di Harry Potter, amato bestseller internazionale. Il testo in questione non è altro che la sceneggiatura integrale firmata da Zia Row; un'avventura straordinaria ed affascinante, ricca di creature, personaggi incantevoli ed incontri magici di cui verrà pubblicata l'edizione italiana il prossimo 16 Gennaio 2017. L'ebook italiano sarà pubblicato da Pottermore, l'editore digitale globale del magico mondo di J.K. Rowling!

Una meravigliosa storia di amicizia e di magia, ma anche di realtà, 
perché ci sono sempre sorprese dietro l’angolo e nelle nostre valigie...

Prezzo: 18.60€ | Pagine: 320
Animali fantastici e dove trovarli ha inizio nel 1926 quando Newt Scamander interpretato dal premio Oscar Eddie Radmayne - ha appena concluso un viaggio intorno al mondo allo scopo di cercare e documentare una straordinaria serie di creature magiche. Arrivato a New York per una breve tappa sarebbe potuto ripartire senza incidenti... se non fosse per un No-Mag - termine americano per Babbano - di nome Jacob, lo scambio di una valigia magica e la fuga di alcuni animali fantastici di Newt che potrebbero creare problemi sia al mondo magico sia a quello No-Mag.

Joanne Rowling - Bristol, 31 luglio 1965 - è una scrittrice britannica.
La sua fama è legata alla serie di romanzi di Harry Potter, scritti con lo pseudonimo J.K. Rowling, dove K. sta per Kathleen, il nome della nonna! È stata insignita dell’Ordine dell’Impero Britannico (OBE) per il suo prezioso contributo alla letteratura per ragazzi; nel 2012 ha lanciato Pottermore, un progetto digitale in cui i fan possono accedere a materiale nuovo e ad approfondimenti sull'universo magico da lei creato.

Cosa ne pensate, Lettori? Avete visto il film? Meglio Harry o Newt?
Anche questo libro farà sicuramente parte della mia collezione magica :)
Cristina

domenica 18 dicembre 2016

[ BABY BOOKS PROJECT ] La Legge della Giungla di Davide Morosinotto - Piemme - Il Battello a Vapore

Buona Domenica Lettori! 
Avendo concluso la lettura di La mia vita da Zucchina - potrete leggere la mia recensione domani! - poco più di 24h fa, è giunto il momento di presentarvi l'ultimo titolo che concluderà in bellezza la prima edizione del #BabyBooksProject - La Legge della Giungla di Davide Morosinotto per Edizioni Piemme nella collana de Il Battello A Vapore. Ringrazio la casa editrice per aver permesso materialmente questo progetto e tutti voi, Lettori, per averlo seguito... ma non fatevi distrarre troppo in questi giorni di festa perchè, il giorno della pubblicazione della recensione di questo ultimo romanzo, troverete una sorpresa imperdibile da accendere e leggere sotto l'Albero! 

Prezzo: 16.00€ | Pagine: 304
In India il matrimonio di un Principe è un evento da far tremare il cielo. A palazzo si festeggia per tre giorni e tre notti, ci sono musicisti, acrobati e lo spettacolo delle belve del caravanserraglio. Ma Asha, la pantera, quella notte non può saltare i cerchi di fuoco perché sta dando alla luce un cucciolo. Il piccolo, chiamato Bagheera, viene strappato subito alla madre per essere donato agli sposi. Bagheera cresce libero di scorrazzare per le mille stanze del palazzo, ma le pantere non sono gatti, e in poco tempo il cucciolo diventa forte. E terribile. Così, quando si trova rinchiuso in gabbia a subire le angherie dell'addestratore, incaricato di domarlo, cerca il modo di fuggire via. Sarà l'inizio di una grande avventura dove, se vorrà sopravvivere, dovrà imparare la Legge della Giungla.


Davide Morosinotto è nato nel 1980 vicino a Padova e abita a Bologna. E' giornalista, traduttore di videogiochi e ha scritto oltre trenta libri per ragazzi... anche se non sempre con il suo vero nome. 

Cosa ne pensate, Lettori? 
Da piccola amavo alla follia Il Libro della Giungla ** ti bastan... poche briciole.. lo stretto indispensabile... e i tuoi malanni puoi dimenticar... ** non vedo l'ora di scoprire la storia di Bagheera! 
Cristina

sabato 17 dicembre 2016

[ BLOGTOUR ] : La Voce Nascosta Delle Pietre di Chiara Parenti - Garzanti - Seconda Tappa - Identikit di Luna e Nonno Pietro


Buongiorno Lettori! 
Iniziamo alla grande questo fine settimana con la seconda tappa del Blogtour dedicato al romanzo di Chiara Parenti per la casa editrice Garzanti: La voce nascosta delle pietre che troverete in libreria dal prossimo 12 Gennaio. Grazie a Pamela di Catnip Design per la grafica!

 
INFORMAZIONI ROMANZO

LA VOCE NASCOSTA DELLE PIETRE :
IDENTIKIT LUNA E NONNO PIETRO



Luna Castelli non è una ragazza come tante altre; pur vestendo pregi e difetti tipicamente adolescenziali, infatti, porta con sé  l'innata e meravigliosa capacità di sentire le pietre, di riconoscere la loro voce silenziosa, di saperle interpretare e collegare ad ogni particolare esigenza.
Un dono che fa parte della sua famiglia da generazioni e che Nonno Pietro le ha trasmesso con amore e devozione, aprendo la finestra su un mondo curioso ed affascinante, misterioso e magnetico, sconosciuto a molte persone e impercepibile a molte altre; un dono che nasce dall'anima e parla attraverso il cuore... e se il cuore - pietra più fragile per eccellenza - viene spezzato nel peggiore dei modi e con il peggiore dei tradimenti, potrà Luna tornare a risplendere come un diamante?


Il legame con Nonno Pietro va ben oltre il normale affetto. Magnetico e vitale, quasi simbiotico e indescrivibile. Ciò che li unisce non è fatto di molte parole, ma di gesti e sguardi silenziosi, profondi e inequivocabili... come se parlassero un linguaggio nascosto che solo loro sono in grado di comprendere e decifrare, il linguaggio delle pietre, appunto! Nonno Pietro è per Luna quella figura maschile di riferimento che le è stata strappata, per egoismo umano, in tenera età, il suo super-eroe, il cavaliere dalla scintillante armatura, l'eroe che non conosce paura e con la valigia sempre pronta a nuove, affascinanti avventure!


Pietro Tommei è un uomo affascinante e misterioso, premuroso e sensibile che mette dinanzi a tutto la felicità del suo diamante più prezioso. Rimarrete affascinati da questo personaggio, potente e silenzioso, in grado di arricchire con i suoi pregi ed immancabili difetti ogni scena e risvegliare nel lettore i sentimenti più puri, quelli nascosti, protetti e cullati negli angoli più profondi del nostro cuore!
Come un leone - grintoso, caparbio ed altruista - ha vissuto la sua vita a 360°, spingendosi sempre oltre ogni umano limite, arrivando fino a scorgere orizzonti nuovi e così diversi alla continua ricerca delle pietre, richiamo potente e inarrestabile, parte imprescindibile della sua intraprendente esistenza.


Il legame con Luna esplode letteralmente tra le pagine di questo romanzo come il più inestimabile dei tesori; un sentimento così forte e profondo da risuonare potente nel cuore del lettore, capace di riscuotere i ricordi più lontani al ritmo melodioso, incantevole e rassicurante dell'amore incondizionato. Chiara Parenti trasmette - attraverso le pagine di La voce nascosta delle pietre - quel legame vitale, quell'amore puro e quel filo conduttore che solo i nostri nonni sono in grado di rappresentare tra passato e presente, arricchendo il nostro futuro!


REGOLAMENTO PER VINCERE 3 COPIE DI LA VOCE NASCOSTA DELLE PIETRE: 

1. Iscriversi ai LETTORI FISSI di tutti i Blog;
Il Cibo della Mente | Leggere in Silenzio | Leggendo Romance | Diario di un sogno | Sogni di marzapane | Sognando tra le righe | Libri che porto con me | Il blog delle lettrici compulsive | Reading at Tiffany's
2. Condividere TUTTE le tappe pubblicamente - le trovate elencate nell'apposito evento!
3. Commentare le SINGOLE TAPPE in merito al tema approfondito.. all'autrice farà piacere leggerei vostri commenti! Sosteniamola nell'attesa dell'uscita del romanzo prevista per il 12 Gennaio;
4. Mettere LIKE alla pagina autrice di Chiara Parenti.


IL GIVEAWAY SI CHIUDE IL 7 GENNAIO ALLE 12!
I commenti successivi non verranno considerati.

Seguite il regolamento con attenzione per provare a vincere una delle 3 copie in palio.
Considerando il periodo, abbiamo deciso di lasciarvi più tempo per partecipare, nonostante la chiusura del Blogtour sia il 24 Dicembre.

a Rafflecopter giveaway

BUONA LETTURA &
IN BOCCA AL LUPO, LETTORI!


mercoledì 14 dicembre 2016

[ BABY BOOKS PROJECT ] La mia Vita da Zucchina di Gilles Paris - Piemme

Buonasera Silenziosi Lettori!
Dopo avervi parlare del primo #babybook con la condivisione della mia recensione di Fuga dal Paese delle Meraviglie, oggi voglio presentarvi il secondo romanzo che avrò il piacere di leggere per voi nei prossimi giorni.. Sto parlando di La mia vita da Zucchina di Gilles Paris - romanzo di formazione già pubblicato da Piemme nel 2009 con il titolo Autobiografia di una Zucchina - che nello scorso mese di Novembre ha fatto il suo gradito ritorno in libreria con titolo e grafica legati all' omonima trasposizione cinematografica, arrivata anche nelle nostre sale appena una settimana fa. 
Ringrazio la casa editrice per avermi inviato la copia cartacea del romanzo!

Prezzo : 16.00€ | Pagine: 236
Da quando il papà è sparito, il mondo del piccolo Icaro, soprannominato Zucchina, ruota intorno alla mamma, una donna depressa e alcolizzata che vive sul divano del salotto. Un giorno, giocando con una pistola trovata in casa, per sbaglio Icaro fa partire un colpo e la uccide. La sua vita cambia per sempre! 
I servizi sociali lo affidano a una casa famiglia, sotto la guida della severa ma giusta signora Papineau, ed è qui che finalmente Icaro scopre che un'altra vita è possibile. Una vita fatta di amici e litigi, di scuola e divertimenti, di problemi e soluzioni, di amore...

video

Gilles Paris lavora nel mondo dell'editoria da anni. 
La mia vita da Zucchina è il suo secondo romanzo che ha riscosso grandissimo successo in Francia, dove ha venduto oltre 100.000 copie. I diritti sono stati venduti - oltre che in Italia - in Spagna, Germania, Giappone, Cina e Lituania. Per poter scrivere questo romanzo, l'autore ha frequentato per mesi una casa di accoglienza per bambini difficili e ha consultato decine di giudici, educatori e psicologi. 

A causa dell'influenza, come anticipato nel video pubblicato sull'account IG di Leggere in Silenzio, in poco più di tre ore ho superato le 100 pagine di un romanzo caratterizzato da una scrittura indubbiamente semplice e, a tratti, quasi infantile - essendo la storia letteralmente vista e raccontata attraverso occhi, emozioni ed azione di Icaro o meglio Zucchina! - ma che risulta essere ancor più d'impatto nel presentare realtà ed eventi decisamente più delicati, sensibili e adulti che colpiscono il lettore in tutta la loro autenticità e conseguenziale drammaticità. 
Da questo libro, come vi dicevo in apertura, è stato tratto il film di animazione che ha conquistato Cannes, per la regia di Claude Barras e distribuito dalla Teodora Films; già premiato ad Annecy come Miglior Lungometraggio e in corsa per gli Oscar. Uscito nelle sale cinematografiche italiane lo scorso 2 Dicembre. 

Lettori, cosa ne pensate di questo dolcissimo romanzo di crescita e riscatto?
Complice febbre e affini che non accennano a mollare la presa, credo proprio che molto presto avrete la recensione di La mia vita da Zucchina e, magari, un nuovo regalo da mettere sotto l'Albero! 
Cristina

martedì 13 dicembre 2016

[ BLOGTOUR ] RECENSIONE IN ANTEPRIMA : Il Solo Modo Per Coprirsi Di Foglie di Laura M. Leoni - BookMe

Buongiorno Lettori! 
Come terminare insieme questo fantastico #blogtour se non con la recensione in anteprima di Il solo modo per coprirsi di foglie? Percorrete insieme a me questo viaggio intimo ed avvolgente che vi condurrà al centro esatto di una storia che si alimenta di amore e passione, illusioni e paure; un romanzo che Laura Mercuri dipinge con ritmo e preciso talento letterario realizzando un quadro umano intenso e reale che vi scalderà il cuore!

Prezzo:14.90€ | Pagine:
DAL 15 DICEMBRE IN LIBRERIA.
Tra le pagine di questo libro incontrerete Daniel, un riservato ragazzo italo-inglese in Italia per l’Erasmus, che cerca l’occasione di camminare da solo e si ritrova travolto da una passione fortissima.
Claudia, la sua insegnante d’arte, una donna insoddisfatta e succube di una certa idea di moglie e di madre.
Anita, studentessa con il talento della musica, una voce prodigiosa e un triste segreto celato dietro il sottile paravento di due labbra imbronciate.
È il desiderio la forza che manda all'aria questi destini, costringendo i protagonisti a uscire allo scoperto una volta per tutte.
Per capire che non esiste difesa dal mondo, dalla luce e dal dolore che a ogni respiro ci trafiggono con la stessa vertiginosa ferocia.
Con uno stile semplice e profondo, l’autrice scava nei pensieri, nelle azioni, negli umori e nei traumi nascosti dei suoi piccoli eroi quotidiani, dando voce alla loro voglia di combattere, di non arrendersi, di essere semplicemente se stessi.
Perché, parafrasando la magnifica poesia che dà il titolo a questa storia, vivere è il solo modo per coprirsi di foglie.
Storia: 4 | Personaggi: 4 | Stile: 4 | Copertina: 5

Leggere questo romanzo è stato come una boccata d’aria fresca, una fessura affascinante ed emozionante sopra una tela piena di colore, di pennellate sicure ed intense; quello che scoprirete tra le vostre mani e sotto i vostri occhi è un quadro sincero ed intimo della vita quotidiana fatta di silenzi ottusi, omesse bugie ed emozioni impossibili da trattenere.

La gioventù non sa quel che può, la maturità non può quel che sa...

Il solo modo per coprirsi di foglie racconta la storia di Daniel, Anita e Claudia; tre vite che, grazie allo zampino di un curioso destino, vengono irrimediabilmente ad intrecciarsi in uno schema dal ritmo progressivo e crescente, permettendo al lettore di entrare letteralmente nella loro quotidianità, abbracciandone pregi e difetti, vivendone ogni sensazione, comprendendo ogni sbaglio fino ad immedesimarsi in situazioni e scelte che, probabilmente, avremmo compiuto in prima linea.
Daniel è un ragazzo inglese, dall'animo trasparente e solare, arrivato a Roma per il progetto Erasmus con il desiderio di studiare arte e lasciarsi avvolgere dallo spirito e la magia che solo la città eterna è in grado di offrire. Eppure, il destino sembra avere una mano migliore da giocare e lo fa in una serata come tante altre quando lo sguardo di Daniel si posa su quello scontroso e febbrile di Anita in quello che si rivela avere le sembianze di un incontenibile colpo di fulmine. A parte Jan, tedesco con la folle passione per la musica e le donne italiane, Daniel trova rifugio e conforto nelle parole della professoressa Claudia, una donna fragile e tormentata, ingabbiata in una vita fatta di compromessi e fragili illusioni capaci di annullare ogni passione, ogni desiderio e ogni progetto oramai dimenticato sul fondo del più famoso ed inarrivabile cassetto. Anita - il personaggio capace di toccare le corde più contorte dell'animo umano - è una ragazza forgiata e spezzata dai fantasmi di un passato troppo difficile da affrontare e da un presente che le impedisce di volare e di essere completamente libere, influenzata in ogni sua decisione, ogni scelta di cuore! Vedere attraverso i suoi occhi significa vivere le fragilità di ogni ragazza della sua età: le delusioni e le illusioni, gli sbagli commessi con eccessiva superficialità e la difficoltà di rimediare, la paura di essere felice e la voglia di scappare da un destino che sembra essere già scritto, lontano da quegli occhi che le hanno fatto battere il cuore. Anita è un personaggio di pancia, istintivo e vivo sotto ogni sua più piccola sfaccettatura che si presenta subito in grado di catturare l'attenzione del lettore, giocando sulla sua innata brama di sapere e conoscere, scoprire e giudicare.

« Anita fa un passo verso di lui. La mano di Daniel si alza all'istante, ma lei gli afferra il polso e gli si getta addosso con tutto il suo peso, lo sbilancia e finiscono entrambi contro il muro della stanza. La mano di Daniel è ancora stretta in quella di Anita, che adesso lo tiene abbracciato. Lui si lascia scivolare lungo la parete, lo sguardo fisso sulla finestra, fino a sedersi per terra, trascinando sul pavimento anche lei.. »

Laura Mercuri ci offre uno spaccato reale della quotidianità in grado di legare il lettore a doppio filo con la storia e le vicende dei singoli protagonisti; Anita, Daniele e Claudia ci accompagnano in scorci di vita che potremmo facilmente sentire nostri, immedesimarsi in questo romanzo è probabilmente la cosa più naturale del mondo. Motore centrare di Il solo modo per coprirsi di foglie è il cambiamento, quella forza silenziosa e distruttiva di cui ogni essere umano ha bisogno, prima o poi.
Rinunciarci significherebbe accontentarsi, vivere un'esistenza fatta di compromessi ed opprimenti silenzi che si mostreranno facilmente in grado di distruggere ogni cosa, in un fugace momento, come una miccia pronta ad esplodere, come un pugno sferrato con rabbia in pieno stomaco.
Quello che vi troverete a sfogliare è un romanzo che affronta il cambiamento da due punti di vista lontano, ma non troppo diversi: quello di Anita e Daniel che evidenzia la consapevolezza della gioventù. degli errori passati e il desiderio di porre fine ad un percorso di auto-distruzione; lo stesso percorso intrapreso da Claudia, donna matura e insoddisfatta, che dopo troppi anni di compromessi, di silenzi e parole taciute, riesce finalmente a guardare il suo riflesso privo di ogni patina, di ogni ombra, di ogni opprimente maschera che le impediva di respirare, di brillare, semplicemente di essere!

Ho scoperto Il solo modo per coprirsi di foglie e la sua autrice proprio grazie al Blogtour che si conclude oggi, organizzato con la casa editrice insieme ad altre colleghe blogger; una scoperta che si è rivelata sin da subito entusiastica ed emozionante. Laura, infatti, possiede quel raro talento letterario che permette di realizzare nero su bianco un quadro intimo ed intrigante che va ben oltre la semplice storia d'amore, donando al suo romanzo un ritmo continuo ed avvolgente in grado di condurre il lettore in un viaggio profondo e personale accompagnato, passo dopo passo, da un linguaggio diretto e confidenziale, indubbiamente credibile sotto ogni diverso punto di vista. Immedesimarsi nei suoi personaggi sarà inevitabile!

Cosa ne pensate, Lettori? Siete pronti a vivere le emozioni di Anita, Daniel e Claudia?
Lasciatemi le vostre impressioni a caldo nei commenti... e giovedì correte in libreria!


a Rafflecopter giveaway
Oooops... quasi dimenticavo! Avete ancora qualche ora di tempo per partecipare all'estrazione e vincere una copia cartacea del romanzo; cosa state aspettando?
Cristina

lunedì 12 dicembre 2016

[ BABY BOOKS PROJECT ] RECENSIONE : Fuga dal Paese delle Meraviglie - La Vera Storia Della Regina Di Cuori di Elisa Puricelli Guerra - Piemme - Il Battello A Vapore

Buongiorno Lettori! 
Iniziamo questa nuova settimana insieme con un viaggio meraviglioso in un luogo lontano e misterioso; un Regno senza nome popolato da strane creature dove vive una futura Regina piena di sogni e speranze che saranno presto infrante allo scoccare della mezzanotte del suo quattordicesimo compleanno...
Di chi sto parlando? Ovviamente di lei, la Regina di Cuori!
Il #BabyBooksProject incontra la sua prima recensione con il romanzo di Elisa Puricelli Guerra - Fuga dal Paese delle Meraviglie e la vera storia della Regina di Cuori. Pronti a NON farvi tagliare la testa?

Prezzo: 16.00€  | Pagine: 276
La futura Regina ha tredici anni e il destino segnato: al compimento dei quattordici anni sposerà il suo cinquantunesimo pretendente e salirà sul trono de Il Paese delle Meraviglie. Così è da sempre, lo dice la Legge. Tra le mura soffocanti del palazzo, però, la ragazza prova una strana nostalgia per qualcosa che non sa neppure se esiste. Sciocchezze! dicono i genitori. Eppure lei, appena può, si rifugia in biblioteca e legge di mondi lontani e avventure mirabolanti. E proprio tra le pagine di un libro la ragazza fa una scoperta che cambierà la sua vita: il Tempo è un uomo. E può disporre del destino di ogni persona. Pare sia meglio non disturbarlo, ma lei ormai ha deciso: scapperà dal palazzo e lo troverà per convincerlo a fermare le lancette, in modo che possa non diventare mai la Regina di Cuori.

Storia: 3 | Personaggi: 5 | Stile: 4 | Copertina: 5

Quella di cui sto per parlarvi è una storia magica e affascinante avvenuta in un Regno senza nome che noi, solo ora, conosciamo come il magico, sorprendente e misterioso Paese delle Meraviglie.

« Per la cronaca, la futura Regina non era difficile da trovare. Nessuno degli abitanti aveva una bocca come la sua: rossa, imbronciata e piena. E occhi scuri che lampeggiavano come un temporale. E l'espressione orgogliosa di una tigre. E capelli color madreperla che sventolavano al vento come un vessillo... »

Protagonista di queste folgoranti pagine è una ragazzina di tredici anni – la futura Regina – così diversa dall’arcigna, sempre imbronciata e con la sfrenata passione di tagliar teste Regina di Cuori; lei ama arrampicarsi sulle Torri del Palazzo, fuggire alla guardia un po’ imbranata del Cavaliere Bianco e sognare ad occhi aperti, volando oltre le mura candide di quel palazzo che per lei rappresenta una dorata prigione e una temuta ed imminente condanna. Infatti, allo scoccare della mezzanotte del suo quattordicesimo compleanno, la futura Regina diventerà finalmente Regina, acquisendo il nome che merita, governando su quello stesso Regno da cui, ora, vorrebbe solo scappare a gambe levate.
Come ritardare quel momento? E’ possibile fermare il tempo?
La risposta – come nelle migliori delle favole presenti e lontane – è nascosta in un libro, anonimo e solitario, impolverato e praticamente abbandonato nella biblioteca del Castello; Messer Tempo ha questo potere e la futura Regina ha tutta l’intenzione di trovarlo in modo da esaudire il suo più grande desiderio. Ma Messer Tempo è un uomo così annoiato e fuggevole, difficile da rintracciare, un solo indovinello sembra nascondere il luogo del suo nascondiglio e. con qualche piccolo indecifrabile aiuto di un Gatto curioso che ama scomparire e apparire a suo piacimento, la futura Regina decide che è giunta finalmente l’ora di vivere la sua più grande ed inaspettata avventura…

« Una futura Regina che vive un'avventura per non diventare regina.
Un cavaliere che vive la sua prima avventura cavalleresca. 
E una banda di ladri che l'avventura ce l'ha nel sangue.
Ah, dimenticavo, e un gatto! 
Non penserete di esservi liberati di lui? »

Questi sono i personaggi che accompagnano la futura Regina in un'avventura avventata e pericolosa che, prima d'allora, aveva solo vissuto tra le pagine di un libro, al sicuro dietro la porta della sua camera da letto. Il Cavaliere Bianco - un ragazzino pressoché della sua età, vestito da adulto, con la passione per le invenzioni e una cascata di riccioli d'oro che l'elmo fatica a contenere - insieme ad una banda di ladri che l'avventura ce l'ha tatuata sulla pelle - Ortica, Ragno, Gancio e Dulcamare forgiati dalla strada e dalle mille imprese già compiute - e la puntuale comparsa del Gatto con il sorriso grande come una mezzaluna ed un linguaggio colorito, quasi stucchevole, ma irresistibile condividono la strada con la futura Regina alla disperata ricerca di Messer Tempo e della soluzione di tutti i suoi problemi! 
Riuscirà la nostra indomabile protagonista ad incontrare l'Uomo del Tempo?  


Leggere Fuga dal Paese delle Meraviglie è stato un viaggio indietro nel tempo che ho amato in ogni sua più piccola sfaccettatura, spinta da una pura e infantile curiosità unita ad un pizzico di immancabile nostalgia... Tra le sue pagine ritroverete quei luoghi che abbiamo perlustrato ad occhi aperti, solo grazie alla nostra fervida immaginazione, quegli stessi personaggi che abbiamo amato fin dal primo momento - come lo Stregatto, ovviamente! - e scoprendone nuovi che sono capaci di lasciare il segno, nel bene e nel male. E poi, c'è lei... La Regina di Cuori in una versione che non potevamo conoscere e che mai ci saremmo aspettati perchè dopotutto anche i cattivi delle favole nascondono quel barlume di luce e lontana speranza che merita di essere rivelata!

Mi sento di consigliare questa lettura sia ai grandi che ai piccini... 
Ai grandi che potranno ritrovare al suo interno un pezzo della loro infanzia e, così, tornare a volare con la fantasia del bambino che vive ancora dentro di noi; ai piccini, ovviamente, che potranno vivere un'esperienza a 360° sfogliando e leggendo Fuga dal Paese delle Meraviglie grazie ad una grafica, puntuale e bellissima, che accompagnerà come compagno fedele questa loro indimenticabile nuova avventura!

Cosa ne pensate, Lettori? Che ne dite di una partita a Croquet?
Nel frattempo, se ci tenete alla vostra testa, fate un salto nei commenti...
Cristina

domenica 11 dicembre 2016

[ SEGNALAZIONE ] : Christmas Angels - Il Coraggio di Amare

« Quanto pesa una lacrima? Dipende: la lacrima di un bambino capriccioso pesa meno del vento, quella di un bambino affamato pesa più di tutta la terra... » Gianni Rodari

Illustratore: Sara Adanay | Editore: Book's Angel
Data di Pubblicazione: 14 Dicembre
Prezzo: 1.99€
Quattordici autrici. Quattordici racconti. Una sola raccolta. 
Un unico tema. Un obiettivo comune. Christmas Angels. Il coraggio di amare è un’antologia scritta con amore e pubblicata in nome dell'amore. L'organizzazione a cui Book's Angels ha deciso di appoggiarsi è CIAI - Centro Italiano Aiuti all'Infanzia - che si occupa da tempo dello sviluppo infantile affinché ogni bambino cresca consapevole dei propri diritti e dei propri doveri. Promuovere il riconoscimento del fanciullo come persona e difenderne ovunque i diritti fondamentali è, oggi più che mai, di primaria importanza. Le attività benefiche che Book's Angels prenderà in considerazione: sostegno a distanza per un bambino cambogiano, sostegno a un grandone e/o sostegno in Italia.


Cristina

sabato 10 dicembre 2016

[ CHIACCHIERE TRA BLOGGER ] Una Sognatrice e una Lettrice Silenziosa tra Sogni e Parole

Buongiorno Silenziosi Lettori! 
Esistono incontri nella vita che sembrano segnati dal destino. 
Persone lontane che si vorrebbero vicine o altre appena conosciute che ci sembra conoscere da una vita intera. Poi ci sono altre con cui entriamo immediatamente in sintonia, legati da una passione comune che ci porta a condividere sensazioni e progetti che ci stanno inevitabilmente a cuore! 
Io e Sara di Diario di un Sogno - i nostri rifugi letterati sono stati curati da Pamela di Catnip Design... altra cosa in comune! - ci siamo incontrate per caso qualche mese fa e sia come Lettrici che Blogger viaggiamo letteralmente in sintonia... da qui è nata la nostra rubrica speciale dove una Sognatrice e una Lettrice Silenziosa metteranno nero su bianco sogni e parole insieme alle inevitabili chiacchiere tra donne!



Ciaaaaao Sara :)
Eeeeeetciù! Okay, forse questo non è il proverbiale inizio che ti aspettavi, ma è da una luuuuunghissima settimana che sono letteralmente presa di mira da un attacco di raffreddorite acuta in piena regola e la cosa mi sta dando decisamente sui nervi... che colpa ne ho io se odio l'inverno con tutte le mie forze?


Elsa, non sei d'aiuto! Il cold mai bothered you, ma trust me I appiccic you at the muro very volentieri!

Ehm... dicevo..  Sara anche io sono contenta di iniziare questa rubrica insieme a te, una persona meravigliosa ed inarrestabile, che mette la faccia in ogni occasione e che gestisce la sua passione con precisione e professionalità assolute! In queste settimana abbiamo condiviso due bellissimi progetti - insieme ai bellissimi romanzi di Laura Mercuri e Chiara Parenti - di cui sono felice ed orgogliosa; progetti che ci hanno fatto capire che i nostri gusti letterari viaggiano nella stella lunghezza d'onda, nel bene e nel male... e nel male non mi soffermo perchè tu sai a chi mi riferisco... e voi, Lettori, lo scoprirete tra una decina di giorni ;)

Hai forse parlato del mio coraggio? Cara mia, quella sia chiama incomprensibile e fugace uscita di senno che mi ha portato per la prima volta nella mia vita a mettere da parte la mia onnipresente timidezza per dare voce ad un progetto a cui tengo particolarmente dedicato ai Lettori più piccini, molto spesso lasciati da parte e poco considerati e che, invece, hanno bisogno di tutto il nostro più autentico sostegno. 
Ovviamente sto parlando del #BabyBooksProject che ha preso il via proprio questa settimana con la lettura di Fuga dal Paese delle Meraviglie di Elisa Puricelli Guerra che troverai molto presto recensito nel Blog, come promesso... 


Sì, ho avuto il piacere di leggere Marcello Simoni grazie alla Newton Compton qualche mese fa con L'Abbazia dei Cento Inganni e ho letteralmente adorato il suo modo di scrivere e di affrontare storia, thriller ed emozioni in un mix assolutamente perfetto ed affascinante. Purtroppo no, ultimamente non ho acquistato nessun libro; sono stata molto brava e diligente decidendo di dedicarmi a quei poveri, innocenti romanzi che attendono da secoli il loro turno, remissivi e silenziosi leggermente annoiati sugli scaffali della mia libreria! Ma, dopotutto, Babbo Natale sta arrivando, no?
Appunto per questo motivo sto stilando la mia preziosissima Letterina al Babbo; non la spedirò come fanno tutti - conoscendo le poste italiane potrebbe arrivare direttamente ad anno nuovo! - ma userò queste pagine per far risuonare tutti i miei desideri letterari... come? Vuoi forse dirmi che Klaus non conosce il mio Blog? Davvero? SCELLERATO! 

Ma, sempre a proposito del Santa K., qualche giorno fa mi è arrivato un pacchetto a sorpresa con un romanzo che mi ha fatto rimanere a bocca aperta; della serie " Avevo visto il giorno prima il trailer del film tratto dal libro ed è stato amore a prima vista! " vogliamo chiamarlo sesto senso o perfetta coincidenza?


Devi assolutamente guardare il trailer in originale perchè la mia amata Meryl è semplicemente irresistibile! 

E tu, Sara, cosa vorresti trovare sotto l'albero?
A proposito di agenda, quali saranno i prossimi obiettivi e a quali eventi letterari vorresti partecipare?
Io nella mia splendida Mr. Wonderful ne ho già segnato uno!

Anche io voglio lasciarti qualche consiglio di lettura toccando uno dei nostri generi preferiti che tanto ultimamente ci ha fatto disperare... Non so se li conosci o li hai già letti, ma per me LORO sono due dei migliori thriller letti in questo 2016:
Il Bambino Ombra di Carl-Johan Vallgren;
Il Prigioniero della Notte di Federico Inverni. 

Come avrai capito, la chiacchiera proprio non mi manca... anche in parole sono un fiume in piena! 
Alla prossima settimana, 
Cristina

venerdì 9 dicembre 2016

[ CHRISTMAS TIME ] IN MY MAIL BOX #9 : Florence di Nicholas Martin e Jasper Rees - Piemme

Buongiorno Lettori! 
Prima di scappare per portare un po' di sana cultura ad un'orda di ragazzini indemoniati, non posso che condividere con voi il mio ultimo arrivo a sorpresa che ha già occupato il suo posto d'onore in libreria.
Sto parlando di Florence di N, Martin e J. Rees per la casa editrice Piemme che ringrazio immensamente per questo anticipato regalo di Natale ♥
Proprio due giorni fa - in preda ad una crisi di zapping compulsivo - sono rimasta incantata dal trailer di Florence grazie ad un'incantevole Meryl che si conferma un'attrice a 360°, semplicemente immensa e autenticamente comunicativa. Vogliamo chiamarla coincidenza? Facciamolo!
Perchè non vedo l'ora di conoscere la vera storia di Florence Foster Jenkins, soprano statunitense divenuta celebre per l'assoluta mancanza di doti canore!

Una storia divertente e delicata, 
con un personaggio femminile che conquista il cuore. 
La storia di una donna determinata e indipendente 
che non si è fermata davanti a niente. 
Tanto meno alla realtà.

Prezzo: 18.50€ | Pagine: 276
Da questo libro, il film evento con Meryl Streep e Hugh Grant diretto da Stephen Frears, regista di Philomena e The Queen.

Il 25 ottobre 1944, mentre sul Pacifico americani e giapponesi si fronteggiano nel più grande scontro navale della storia, a New York tremila persone affollano la Carnegie Hall e almeno altre duemila rimangono accalcate fuori per esaurimento biglietti. Persino Cole Porter è tra il pubblico, insieme a molte personalità dello spettacolo e della stampa, tutti accorsi ad assistere all'attesissimo evento: il concerto di Florence Foster Jenkins, la soprano più stonata del mondo. Per Florence, quel concerto è la rivincita sul padre che, a suo dire, le ha precluso la brillante carriera nella musica a cui era destinata. Una volta ereditata la fortuna di famiglia, la donna si dedica a coltivare il suo sogno: prende lezioni di canto, fonda un club musicale e sostiene molti giovani musicisti, che devono a lei l'avvio della loro carriera. Ma soprattutto, aiutata dal suo fedele compagno St Clair Bayfield, inizia a tenere piccoli concerti. Nonostante la sua mancanza di talento, anzi proprio per quello, diventa sempre più famosa. Convinta di essere apprezzata per la sua bravura, Florence decide di allestire la propria apoteosi nel tempio della musica americana...


Meryl è semplicemente divina... ma questa non è certamente una novità ♥
Date un'occhiata al trailer in lingua originale per scoprire tutti gli accenti e le sfumature di un'attrice comica unica e irresistibile. In Florence riesce a dare massimo splendore ad una figura femminile ironica e affascinante, particolare indubbiamente! Condivide il palco con l'attore inglese Hugh Grant e l'attore americano Simon Helberg - un Howard Wolowitz quasi irriconoscibile con un taglio decente di capelli!


Cosa ne pensate, Lettori? Avete già preparato la Letterina di Natale?
Io ci sto seriamente  pensando... caso mai possa arrivare al diretto interessato!!
Cristina
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...