Recensioni

Recensioni
Recensioni

Consigli di lettura

Consigli di lettura
Consigli di lettura

Blogtour

Blogtour
Blogtour

RECENSIONE : La Collezionista di Libri Proibiti di Cinzia Giorgio - Newton Compton Editori

Buongiorno Carissimi Lettori! 
Dopo aver dedicato tre giorni a tre imperdibili blogtour, oggi si torna alle origini parlando di libri in una maniera più tradizionale attraverso la mia ultima recensione, scritta qualche giorno fa e terminata in questi ultimi minuti, di un romanzo di storia contemporanea, passioni feroci e sentimenti eterni.
Sto parlando di La collezionista di libri proibiti di Cinzia Giorgio.

« La Collezionista di Libri Proibiti narra con una prosa delicata ed avvolgente ogni sfaccettatura dell'amore: quello profondo ed intimo che lega un uomo e una donna, quello passionale e travolgente tra due amanti clandestini, quello perfetto ed irrinunciabile per i libri e la loro incredibile storia.. »

Prezzo: 9.90€ | Pagine: 288
Venezia, estate 1975. 
Olimpia ha solo quindici anni quando conosce Anselmo Calvani, proprietario di una storica bottega d’antiquariato. È un incontro decisivo, Anselmo intuisce subito l’intelligenza e la sensibilità della ragazza e la incoraggia a seguire la sua inclinazione. Giovanissima ma già appassionata lettrice, Olimpia comincia a frequentare il suo negozio, a lavorare lì e, con il suo aiuto, inizia a collezionare preziosi libri messi all'indice dalla Chiesa. Mentre cresce la sua passione per quei volumi antichi, anche quella per Davide, il nipote di Anselmo, segreta e non dichiarata, brucia l’animo della ragazza. E una notte, sospinti dalla lettura dei versi erotici di una cortigiana veneziana, i due cedono ai loro sentimenti...
Parigi, estate 1999. 
Olimpia vive ormai nella capitale francese. Ha aperto una casa d’aste, specializzata in libri e manoscritti antichi, tra le più quotate ed eleganti della città. Ogni anno riceve da Davide uno strano regalo: un pacchetto che contiene lettere un tempo censurate, insieme a un libro considerato in passato proibito, di cui Olimpia riconosce il grande valore. Sono l’eredità di Anselmo. Ma come poteva un modesto antiquario veneziano esserne in possesso? E che legame c’è tra quelle lettere e la bottega da cui provengono?

Storia: 3 | Personaggi: 4 | Stile: 4 | Copertina: 5

Forse come molti di voi, sono rimasta immediatamente affascinata dal titolo evocativo che Cinzia Giorgio sceglie per racchiudere in poche parole l'essenza del suo romanzo, insieme ad una copertina che, allo stesso modo, non può che affascinare tutti coloro che amano i libri come estensione naturale del proprio essere! La storia che l'autrice ci racconta in pagine colme di amore, sentimenti e passioni ha come protagonista, prima, una ragazza e, poi, una donna in cui immedesimarsi è semplicemente inevitabile. 

« L'odore familiare dei libri l'aveva investita ancora prima di alzare lo sguardo per dare un'occhiata all'interno. Aveva sorriso e chiuso gli occhi, per assaporare l'unico profumo che le dava un senso di sicurezza. Non c'era rifugio migliore, per Olimpia. Leggere era come vivere mille vite e fuggire dalla sua! »

Olimpia è una lettrice accanita e un'insaziabile divoratrice di libri; appartenente ad una famiglia altolocata di una meravigliosa ed affascinante Venezia, un po' per fortuna e un po' per mano dell'insospettabile destino, inizia a formarsi giovanissima presso la bottega di un rinomato antiquario veneziano, Anselmo Calvani, che con la pazienza, la predilezione e l'amore di un padre introduce la giovane allo studio e alla passione da collezionista di volumi antichi e spesso dimenticati, quegli stessi libri messi all'indice dalla Chiesa Cattolica, i libri proibiti. Ma all'interno della piccola bottega artigiana, tra volumi misteriosi e ricchi di pathos, non è solo l'amore per i libri a crescere vorticosamente nel cuore di Olimpia; Davide, nipote di Anselmo, comincia a far breccia in quello stesso cuore, sospinto dalla lettura di versi erotici di una poetessa e cortigiana veneziana - Veronica Franco - che racchiude in sé tutta quella taciuta passione che i due giovani, ostinatamente, cercavano invano di soffocare!

« Mangiare con la bocca altrui, fare ciò che dicono gli altri: c'è maggior miseria? 
Credetemi, tra tutte le sciagure che possono capitare a una donna, 
questa è di gran lunga la peggiore a cui si aggiungerà anche il disprezzo della gente, 
soprattutto delle altre donne... »

La narrazione prosegue con un discreto salto temporale.
Ritroviamo Olimpia, donna di successo, direttrice di un'importante casa d'aste parigina, specializzata in libri antichi e manoscritti proibiti.
Un fatto imprevisto e imprevedibile l'ha condotta lontana dalla sua amata Venezia, dalla sua complicata famiglia e da quell'amore adolescenziale che, ancora oggi, pulsa doloroso nell'angolo più buio e nascosto del suo cuore. Davide che continua ad essere comunque parte della sua vita; ogni anno, infatti, è inconsapevole messaggero dell'eredità lasciata ad Olimpia dall'amato Anselmo: lettere d'amore e di sfrenata, incauta passione lasciate ai posteri dalla Franco - testimone diretta di uomini, personaggi ed avvenimenti storici - accompagnate da un libro antico considerato in passato proibiti. 
Da dove proviene quella preziosa collezione? Come può un tranquillo antiquario veneziano essere in possesso di quel tesoro di incommensurabile valore? 

Ciò che maggiormente mi ha affascinato durante la lettura di La collezionista di libri proibiti non è stato quell'alone di mistero che Olimpia è chiamata a dissipare, quanto l'emblema dell'amore eterno che esplode letteralmente tra le pagine di questo romanzo. Se siete spinti alla sua lettura per la sola scoperta dell'enigma che aleggia nella sua trama, forse ne resterete in parte delusi, ma, a mio avviso, non è questo il messaggio potente che l'autrice ha deciso di lasciare al suo lettore. 
E' l'amore il centro di gravità permanente attorno a cui la vita di Olimpia, di Davide e dei personaggi che, per brevi o lunghi tratti, incrociano le loro strade si formano ed evolvono in un vortice inarrestabile di emozioni, di sentimenti, di inarrestabili passioni, di parole forti ed avvolgenti in grado di racchiudere il lettore in una morsa da cui è veramente difficile fuggire! 
E il tutto risulta essere legato a doppio filo con la passione che maggiormente ci accomuna; quell'amore profondo ed inspiegabile per la lettura capace di essere per noi porto sicuro e rifugio impenetrabile contro le difficoltà, le paure e le delusioni che inevitabilmente la vita ci pone davanti, in quella sfida continua che siamo chiamati ad accettare, a combattere, a vincere..

« ... l'immagine dell'intelletto femminile descritto dalla poetessa poteva rappresentare lei come tutte le altre donne che leggevano e amavano senza freni. Perchè leggere è amare. 
E amare è vivere mille vite in una! »

I personaggi risultano essere ben delineati e puntualmente descritti; nessuno sembra essere lasciato al caso o inserito per coprire un buco di scena: ognuno ricopre un preciso ruolo da interpretare e lo fa sulla base di un accurato studio condotto dall'autrice che si rivela chiaro ed efficace per buona parte della narrazione. Ho trovato quantomai affascinante la parte storica dedicata a Veronica Franco attraverso una ricostruzione peculiare, puntuale e credibile che non fa altro che accentuare il naturale fascino che la storia, la passione descritta e l'antichità scritta conferiscono al romanzo. 
Un fascino acuito e condotto di pari passo grazie ad uno stile linguistico coerente e ritmico, attraverso voci descrittive diverse e particolari, accenti storici e artistici, particolari visivi e sensoriali in grado di coinvolgere il lettore e di condurlo al centro esatto della scena madre.

Per la lettura di questo romanzo ringrazio la casa editrice Newton Compton Editori

E voi, Lettori, cosa ne pensate de La collezionista di libri proibiti?
Lasciatemi le vostre impressioni nei commenti!
Cristina

2 commenti

  1. Buondì! Io di questo libro ho apprezzato l'averlo letto assieme a Laura 2.0 e mi sono divertita tanto a commentarlo con lei! Per il resto è un NO grande come una casa! Però la tua recensione è davvero meravigliosa!
    Bacio :*

    RispondiElimina
  2. A me è piaciuto proprio tanto, mi ha catturata subito <3

    RispondiElimina

Leggere in Silenzio vive attraverso i vostri commenti e condivisioni: lasciate un segno del vostro passaggio!
Se vi piace quello che avete incontrato in queste pagine, diventate Lettori Fissi.
Grazie per il vostro sostegno.

Powered by Blogger.
Back to Top