Recensioni

Recensioni
Recensioni

Consigli di lettura

Consigli di lettura
Consigli di lettura

Blogtour

Blogtour
Blogtour

RECENSIONE : Il Primo Inganno di Riccardo Landini

Buonasera Lettori! 
Immersa in un' atmosfera decisamente cupa che in modo decisamente prepotente continua a far capolino dalla finestra di camera mia, sono veramente felice di condividere con voi la recensione di un romanzo che mi ha letteralmente conquistata, pagina dopo pagina.
Un vero e proprio corteggiamento letterario che mi ha impedito di staccarmi dalle sue parole, dirette e coinvolgenti grazie allo stile di un autore come Riccardo Landini di cui sentire spesso parlare dalla sottoscritta in queste pagine! Non posso che ringraziare di cuore Edizioni CentoAutori per la copia cartacea e la nuova collaborazione.. e a tutti voi, buona lettura :)


Cosa succede se, mentre sei intento a spiare una coppia clandestina, ti capita di vedere nella finestra del palazzo di fronte due balordi che violentano una ragazzina? E se nessuno ti crede quando lo racconti? E se ti intestardisci a voler scoprire a cosa hai realmente assistito? 

Brenno Sandrelli, perito assicurativo e detective a tempo perso incappa in una banda di stupratori assassini, ma la sua voglia di ficcare il naso dove non dovrebbe gli porterà un sacco di guai. 
Senza contare che, nell'ombra, qualcuno trama per ammazzarlo, inscenando un finto suicidio. 
La sua vita sarà sconvolta per sempre. 
E non ci sarà ritorno...

Prezzo: 13.00€ | Pagine: 225
Casa Editrice: CentoAutori
OMAGGIO CE
Storia: 4 | Personaggi: 4 | Storia: 4 | Copertina: 3

Il primo inganno è un romanzo giallo tipicamente italiano che si mescola perfettamente a pennellate forti e decise di un noir d'autore. Riccardo Landini è un nome che non potete lasciarvi sfuggire, amanti e non del genere in questione! Mi sono avvicinata alla lettura di questo romanzo con cauta curiosità amando questa specifica tipologia letteraria e non conoscendo l'autore; una cauta curiosità che si è in breve tempo trasformata in fervente frenesia ed incapacità di fermare la mia vorace lettura, sfogliando pagina dopo pagina dopo pagina.. 

« Dicono che nella vita di ciascuno capita un colpo di fortuna da afferrare al volo. 
Oppure, secondo altre versioni, transita un treno che non può perdere. 
A me, purtroppo, era capitato di trovarmici sotto, mentre ero legato alle rotaie.. »

Brenno è un perito assicurativo, quaranta anni. Vivendo gran parte della sua vita lavorativa al centro esatto di una caotica e rumorosa città, il suo pensiero di fine giornata è diretto unicamente verso l'imperfetto casolare di campagna, isolato ed immerso in una pace quasi surreale; una vera isola felice che non riscontra lo stesso successo agli occhi di Marcella, la moglie, sempre più indaffarata, delusa, scontrosa e distante.  Un uomo schietto, diretto, ironico e divertente che, per arrontondare uno stipendio non propriamente confortante, si diletta nei complicati panni di investigatore privato in nero a favore di donne e uomini insicuri della propria relazione e della fedeltà dei rispettivi partner. 
Proprio l'ultimo caso di tradimento sottoposto alla sua attenzione, spinge Brenno ad arrampicarsi in una posizione di fortuna per cogliere la moglie fedifraga in flagrante.. se non che, una finestra aperta poco distante, attira inevitabilmente la sua attenzione per l'immagina offuscata e terribile che appare davanti ai suoi increduli occhi: una ragazzina nuda, in ginocchio, tremante ed impaurita, in attesa davanti a due uomini portatori di pessime intenzioni. Il tutto si conclude in un attimo e in Brenno si insinua il dubbio che quella visione sia stata solo frutto della stanchezza accumulata e della sua sempre fervita immaginazione, fino a quando la notizia della scomparsa di una giovane ragazza insinua quel tarlo che mai si era spento davvero da quella notte! Non potendo voltare lo sguardo altrove, Brenno decide di occupare il suo tempo libero in una vera e propria indagine personale che lo condurrà direttamente nella tana del mostro e al centro esatto di in un circolo avido e pericoloso che andrà ben oltre ogni sua più fervida immaginazione.. 

Ho letteralmente divorato questo romanzo in poco meno di quarantotto ore grazie soprattutto allo stile linguistico dinamico e diretto che l'autore adotta senza particolari forzature per l'intera narrazione. 
Il Primo Inganno è un giallo che si caratterizza, pagina dopo pagina, per un ritmo crescente ed in grado di accompagnare il lettore lungo una storia coerente e progressiva fino ad arrivo all'epilogo di un cerchio contorto ed appassionante che si chiude dinanzi agli occhi increduli del suo lettore! 
Brenno è un personaggio che amerete in ogni sua più piccola sfaccettatura e che, in determinati momenti, saprà lasciarvi con il fiato corso ed il respiro mozzato, sorprendendo con arguzia ed intraprendenza ogni vostra più minima convinzione. 
Riccardo Landini sono certa che conquisterà anche voi, giocando con parole non dette e vicende facilmente fraintendibili tali da rendere questo romanzo appetibile ed irresistibile sotto ogni minimo punto di vista. Non mi capitava da tempo di rimanere essenzialmente senza parole dopo aver voltato l'ultima pagina.. e vi posso assicurare che questo singolare aspetto va totalmente a favore della qualità intrinseca di questo romanzo. Il primo inganno è proprio quel genere di libro che mi sento di consigliare spassionatamente ad ognuno di voi; una trama spessa e ben costruita, contorta al punto giusto e mai eccessivamente costruito condotta da un protagonista empatico ed irresistibile nella sua umana imperfezione e fragilità. 

Ed ora la parola passa a voi, Lettori, cosa ne pensate?
Lasciatemi le vostre impressioni a caldo nei commenti..
Cristina

Nessun commento

Leggere in Silenzio vive attraverso i vostri commenti e condivisioni: lasciate un segno del vostro passaggio!
Se vi piace quello che avete incontrato in queste pagine, diventate Lettori Fissi.
Grazie per il vostro sostegno.

Powered by Blogger.
Back to Top