Recensioni

Recensioni
Recensioni

Consigli di lettura

Consigli di lettura
Consigli di lettura

Blogtour

Blogtour
Blogtour

BLOGGER LEAGUE #1

Buongiorno Lettori! 
Inizio questa nuova settimana in un modo un po' diverso dal solito, presentandovi una bellissima iniziativa di supporto tra blogger a cui da poco tempo ho deciso di aderire.
La Blogger League è stata ideata dal blog Whisper: La voce del tempo con lo scopo di creare una vicendevole collaborazione per far conoscere e crescere i singoli blog; potete trovare tutte le informazioni per aderire cliccando nel banner esposto poco sopra!
Lascio la parola all'intervista del blog Walk in Wonderland.
Oltre ad essere una blogger, chi sei nella vita di tutti i giorni?
Un agente segreto sotto copertura u_u
Chi mi conosce crede che io sia una semplice ragazza ossessionata dalla lettura, con una passione segreta per Nick Bateman e con un cane di nome Max che vizia tantissimo, ma vi sbagliate! Huhuhu, vi ho ingannati tutti! 

Come mai hai deciso di ritagliarti il tuo angolo virtuale?
Parlaci del tuo rifugio, quali sono gli argomenti che tratti?
Eh, bella domanda! Sono una persona con la testa perennemente tra le nuvole e avevo bisogno di un'ancora che non mi lasciasse volare via completamente. Ecco perchè è nato Walk in Wonderland. 
Oddio, non vi ho detto che a farmi compagnia in questa avventura bloggosa (?) ci sono altre sei ragazze. Per fortuna le ho citate, altrimenti mi avrebbero fatta divorare da un drago! Dunque, dicevo? Ah, gli argomenti che trattiamo sono vari... Dai libri, a qualche sclero post-serietv, per finire alla NickBateman ossessione.

Perchè le persone dovrebbero diventare tuoi lettori fissi?
Perchè siamo dolci e carine (?) 
Dovrebbero diventare lettori fissi perchè promettiamo un Nick ad ad ogni nuovo iscritto.. Vi ho convinti?... E se ad iscriversi fosse un ragazzo? Beh, ci siamo già noi donzelle, cosa potrebbe volere di più!!

Quali sono i tuoi sogni nel cassetto?
Diventare famosa. Abbuffarmi di Nutella e non ingrassare. Sposare Nick e... forse questo è meglio che non lo dico, siamo in fascia protetta. Poter adottare tutti i cani del mondo... anche i gatti. Vincere alla lotteria. Vivere una settimana da DEA.
Insomma, non chiedo molto :3 Quindi, genio della lampada, cosa aspetti a farti vivo?

Vuoi fare un augurio speciale agli altri membri della League?
Certo e, se posso, Steve Jobs mi darà una mano :3
« Il vostro tempo è limitato, per cui non lo sprecate vivendo la vita di qualcun altro. Non fatevi intrappolare dai dogmi, che vuol dire vivere seguendo i risultati del pensiero di altre persone. Non lasciate che il rumore delle opinioni altrui offuschi la vostra voce interiore. E, cosa più importante di tutte, abbiate il coraggio di seguire il vostro cuore e la vostra intuizione. In qualche modo loro sanno che cosa volete realmente diventare. Tutto il resto è secondario. »
Stay Hungry. Stay Foolish. 
Siate affamati, siate folli. 

Cristina
2

TOPIC BOOKS #2 : Trauma di Camilla Grebe e Asa Träff

Buongiorno Lettori!
A pochi giorni dalla Giornata Internazionale conto la Violenza sulle Donne, in questo secondo appuntamento con la rubrica #topicbooks vorrei presentarvi un romanzo - pubblicato da Piemme ad aprile 2013 - che abbraccia una delle tematiche più doloroso ed attuali della nostra società.
Si parla di dati statistici molto alti che evidenziano una situazione mondiale quantomai preoccupante; bambine, ragazze e donne che vengono violate nella loro intimità, private della loro libertà e del sacro diritto di autodeterminazione. L'unica soluzione che potrebbe arginare un fenomeno sociale che si sta trasformando in una piaga costante è denunciare perchè una denuncia immediata e preventiva potrebbe evitare conseguenze ulteriormente gravose che potrebbero culminare, nel peggiore dei casi, a quello che la cronaca nazionale individua come femminicidio.
Estirpiamo ogni violenza dalla nostra società!


INFO LIBRO
« Una lucida fotografia dell'universo delle mura domestiche; un disarmante ritratto delle perversioni e delle derive dell'amore! »

« Da parte mia non so cosa voglio. 
La mia vita è come l'acqua, riflette ciò che la circonda, non ha colore o sapore. Scorre via se si cerca di afferrarla.. »

Una nuvola grigia si allarga su un disegno a gessetto: si aggiunge al giallo dei cerchi del sole, al rosso della macchina davanti alla casa.
Tilde, cinque anni, nascosta sotto il tavolo, incolla gli occhi sulla madre, intenta a cucinare.
I colpi alla porta, prima quasi impercettibili, si fanno ad un tratto più violenti.
In pochi drammatici minuti la bambina assiste immobile, con il fiato sospeso, al brutale assassinio della donna.
Nel silenzio che segue, una macchia scusa satura il foglio; i gesti della bimba si fanno ampi, disperati, nervosi.
In tutt'altra parte della città, la psicoterapeuta Siri Bergman e la sua collega e amica Aina incontrato, in un nuovo progetto sperimentale, un gruppo di donne vittime di violenza: cinque storie drammatiche di amori ingannevoli, brutalità e degrado.
Il destino della piccola Tilde si intreccia a quello di Siri e delle altre donne; in una gelida Stoccolma autunnale, il comune bisogno di giustizia e rinascita si tramuta in una spietata caccia all'assassino.

Camilla Grebe laureata alla Scuola di Studi Economici di Stoccolma, ha intrapreso diverse attività imprenditoriali di successo, tra cui la fondazione di Story Side, una casa editrice di audio book.
Asa Träff psicologa, specializzata in terapia cognitiva comportamentale e nel trattamento dei disordini neuropsichiatrici legati all'ansia.

Cosa ne pensate, Lettori?
Avete letto questo romanzo? O ne conoscete altri che trattano la medesima tematica?
E cosa ne pensate di questa nuova rubrica?
I vostri commenti sono - come sempre - fondamentali..
Cristina
2

SCRITTORI EMERGENTI #36 : FlameFrost - Insieme Controcorrente di Virginia Rainbow

Buongiorno Lettori!
Ed anche in questo nuovo appuntamento con la rubrica dedicata agli #scrittoriemergenti, sono felice di ospitare una vecchia conoscenza di Leggere in Silenzio che avevo ospitato proprio qualche mese fa con il primo volume della serie.
Senza indugiare oltre, scopriamo insieme il secondo capitolo di Flamefrost...

Prezzo: 15.90€
Pagine: 292
Il rapporto tra Sarah e Gered è arrivato a rottura, ma nessuno può prevedere gli eventi che li porteranno ad avvicinarsi di nuovo. Una serie imprevista di difficoltà cambierà per sempre la vita di Sarah e porterà Gered ad affrontare il biasimo e il contrasto della famiglia.
In una escalation di fughe rocambolesche e momenti di suspense, si dipana il destino dei due protagonisti, che nel frattempo maturano e imparano a rapportarsi fra di loro.
Li accompagnano amici fidati disposti a tutto per servirli e proteggerli da chi li ha traditi nel modo più vile.
Dalle montagne innevate dell’Everest alle foreste dell’Amazzonia, dalle strade di Roma alle segrete della navicella madre, infine la loro strada sarà posta davanti a un bivio dal quale non è possibile fuggire.
I misteri e le verità nascoste lasciate in sospeso nel primo volume saranno svelati?
Appassionante e travolgente, questo secondo capitolo della trilogia ci farà conoscere gli aspetti più profondi dei protagonisti, mettendo in luce desideri e sentimenti sempre più forti. Una miscela di avventura e romanticismo che stupirà il lettore per la sua carica di dolcezza e adrenalina, immergendolo in un mondo tanto fantastico quanto reale.

Virginia Rainbow è un’autrice che scrive fin da bambina, creando storie piene di immaginazione e sentimento. Ora passa il suo tempo tra il lavoro e la sua passione per la scrittura. 
Adora leggere, fare passeggiate in montagna e guardare i cartoni della Walt Disney. 
Il suo romanzo di esordio è The black mask; segue Flamefrost Due cuori in gioco, primo capitolo della trilogia Flamefrost.

Potete contattare l'autrice attraverso I Romanzi di Virginia Rainbow o la sua pagina profilo.
Il romanzo è acquistabile su youcanprint.it | amazon | ibs ed altri stores digitali.

Per avere maggiori informazioni e/o per promuovere il vostro romanzo attraverso la segnalazione in questa rubrica, potete inviarmi una mail all'indirizzo che trovate nella sezione contatti insieme a tutto il materiale richiesto. Come scritto anche nella suddetta sezione, non si accettano mail copia e incolla.
Si richiede un piccolo scambio di favori diventando lettori fissi, lasciando un commento di ringraziamento e condividendo l'articolo secondo le personali disponibilità.
Non si accettano richieste di recensioni ulteriori per romanzi emergenti. 
Per evitare ogni confusione e fraintendimento, vi chiedo cortesemente di leggere attentamente quanto scritto nel Blog e nelle singole sezioni.
Cristina
0

[ SEGNALAZIONE ] : Prima Che Arrivassi Tu di Tania Paxia

Buongiorno Lettori.
Aspettando di incontrare il professore per discutere i primi capitoli della tesi, oggi voglio condividere con voi una nuova segnalazione letteraria che ha fatto capolino nella mia casella di posta qualche giorno fa. Di chi sto parlando?
Mi riferisco all’autrice e blogger Tania Paxia che ho già avuto il piacere di ospitare in queste pagine – e al suo nuovo romanzo a tinte rosa Prima che arrivassi tu che potete acquistare da ieri, 25 Novembre.
Ed ora, scopriamolo insieme..

LINK DI ACQUISTO
Allegra - Ally - Thomas ha ventun anni, vive a Pisa e ha cambiato tre facoltà diverse in tre anni. 
È avvilita e senza una prospettiva per il futuro, soprattutto dopo la brusca lite con il padre di origini americane che la vorrebbe laureata in architettura, come lui. Ma Ally ha un sogno: scrivere e tradurre libri.
Le cose si complicano dopo la sua partenza programmata per una vacanza di tre mesi a Brooklyn organizzata dai suoi zii e cugini americani. 
All'inizio è logorata dai sensi di colpa e perseguitata dagli incubi, ma le basta uno scontro accidentale con un ragazzo, Evan James, sul marciapiede di fronte al ristorante di suo zio, per cambiare tutto, arricchire le sue giornate e passare qualche ora spensierata.. a parte la sbornia che riesce a rimediare durante un'uscita con suo cugino e i suoi due amici, tra i quali c'è anche Evan. 
Ma Evan ha in mente soltanto una donna: Madison. Per questo Ally decide di stringere una promessa solenne con lui per aiutarlo nell'impresa di riconquistare la sua ex fidanzata. 
Tra equivoci, shopping, bagni in piscina, chiacchierate al buio e baci rubati, Ally cercherà di fare chiarezza su ciò che vuole davvero.

« Da quanto mi ero iscritta all'Università, scrivevo tutte le sere, dopo cena, ma anche di pomeriggio, invece di studiare. Eh lo so! Non avrei dovuto, ma la passione e la voglia di finireu n romanzo era talmente tanta da oscurarmi persino la ragione. La sera stessa della scoperta avevo litigato con i miei genitori - più con mio padre in realtà - ed erano volate parole pesanti. Molto. Pesanti. »

Tania Paxia vive a Bibbona, un paesino nella provincia di Livorno. Frequenta la facoltà di Giurisprudenza di Pisa e una delle sue grandi passioni è scrivere.
Nicholas ed Evelyn e il Diamante Guardiano è il suo primo romanzo. Il racconto che lo segue Nicholas ed Evelyn e il Dragone Carbonchio è uscito il 1 marzo. Il secondo della serie Nicholas ed Evelyn è in fase di scrittura. Nel frattempo, ha scritto altri libri: La Pergamena del Tempio un giallo su base storica edito da Europolis Editing, in ripubblicazione autonoma il 14 agosto 2015; un paranormal Il marchio dell’Anima EVANESCENT The Rescuer of Souls #1; un fantasy La cacciatrice di stelle, una commedia romantica intitolata Sono io Taylor Jordan! e un romance Ti amo già da un po’.
Cristina
2

ADOTTA UN LIBRO #24 : I Giorni Dell'Eternità [ Century Trilogy ] di Ken Follett

In questo nostro nuovo appuntamento con la rubrica #adottaunlibro sono felice di ospitare quello che è da sempre uno dei miei scrittori preferiti, capace di indagare in profondità nell'animo del lettore, catturandolo fino dalle primissime pagine ed imprigionandolo in un'intricata quanto affascinante trama di amore, storia e mistero.
I Giorni Dell'Eternità è la conclusione della trilogia The Century - narrante le più importanti vicende storiche, sociali e culturali dello scorso secolo - nella quale Ken Follett segue il destino di cinque famiglie legate tra loro da un destino che si rivelerà ai nostri occhi, pagina dopo pagina.
Ho deciso di presentarvi proprio l'atto conclusivo per incuriosirvi al punto tale da spingervi ad iniziare una trilogia che - a dispetto della sua lunghezza - non lascia spazio alla routine o alla noia, ma anzi è capace di trasportare il lettore in ogni epoca magistralmente descritta ed affrontata con dovizia di particolari e riferimenti storici.

Dai palazzi del potere alle case della gente comune, le storie dei protagonisti si snodano e si intrecciano nel periodo che va dai primi anni Sessanta fino alla caduta del Muro di Berlino, passando attraverso eventi sociali, politici ed economici tra i più drammatici e significativi del cosiddetto secolo breve: le lotte per i diritti civili in America, la crisi dei missili di Cuba, la Guerra Fredda, le prime sfide per la conquista dello spazio come simbolo di superiorità tra le due superpotenze, gli omicidi dei fratelli Kennedy e di Martin Luther King, il Vietnam, lo scandalo Watergate, ma anche i Beatles e la nascita del rock'n'roll.
Quando Rebecca Hoffman scopre di essere stata spiata per anni dalla Stasi prende una decisione che avrà pesanti conseguenze sulla sua famiglia. In America, George Jackes, figlio di una coppia mista, rinuncia ad una promettente carriera legale per entrare al dipartimento di giustizia di Kennedy e partecipa alla dura battaglia contro la segregazione razziale. Cameron Dewar, nipote di un senatore del Congresso, non si lascia scappare l'occasione di fare spionaggio per una causa in cui crede fermamene, ma solo per scoprire che il mondo è molto più pericoloso di quanto pensi. Dimka Dvorkin diventa un personaggio di spicco proprio mentre Stati Uniti e Unione Sovietica si ritrovano sull'orlo di una crisi che sembra senza via d'uscita..

Storia: 10 | Personaggi: 9 | Stile: 10 | Cover: 9

Degno finale di una trilogia che ho amato fin dal suo primo capitolo!
In questo ultimo volume, Follett tratta la storia moderna e contemporanea, post seconda guerra mondiale: la guerra fredda, il costante scontro tra Russia e America, i giudizi e pregiudizi che minano la società civile, i giochi di potere che caratterizzano la politica internazionale, gli intrecci familiari ed amorosi, le lotte e le sconfitte patite in più fronti. 
Esattamente quella parte di storia che - fin da studente - mi ha sempre affascinato e che ora - da libera lettrice - amo approfondire attraverso modi e mezzi più diversi. 


« All'improvviso comparve un ufficiale e gridò Alles Auf! 
Tutti i cancelli si spalancarono contemporaneamente. Un boato si levò dalla folla che aspettava e che cominciò ad avanzare in massa. Correndo, inciampando e gridando attraversarono la zona recintata. Anche i cancelli della parte opposta erano aperti. Li oltrepassarono e l'Est incontrò l'Ovest! »

Ken Follett non si approccia a queste realtà in maniera eccessivamente fredda e distaccata, che più si addice ad un manuale di storia, anzi. Attraverso I Giorni dell'Eternità vengono analizzate le personalità più importanti ed influenti di quel periodo, percorrendone successi e sconfitte, virtù e debolezze fino ad abbracciarne il più fragile lato umano: dai fratelli Kennedy a Nixon e Bush, insieme a Martin Luther King passando poi per Cernenko e Gorbaciov fino ad arrivare a Papa Giovanni Paolo II. Personaggi storici che si intrecciano perfettamente con quelli inventati dalla penna di Follett; in un progredire di trame intricate e di intrecci che verranno dipanati con il progredire minuzioso ed incisivo della narrazione!
Attraverso le sue pagine, vengono riproposte, analizzate e tracciate tutte le battaglie portate avanti dai mutevoli protagonisti delle varie vicende storiche narrate; spinti dai propri principi, dagli incontrastati ideali, dai vividi sogni e dalle subentranti speranza che li hanno condotto sino ai posteri, come testimonianza storica diretta ed inconfutabile.

« La nostra generazione dovrà pentirsi non solo per le parole e le azioni cariche di odio dei malvagi, ma anche per lo spaventoso silenzio dei buoni.. »

Dalla segregazione razziale al Muro di Berlino fino alla estenuante lotta del Comunismo. 
Un incontro di ideologie profondamente diverse, ma accomunate da una battaglia comune, spregiudicata e costante condotta dai singoli esponenti, più o meno conosciuti.
I Giorni dell'Eternità è un libro che - a dispetto della sua consistenza numerica di pagine - non annoia mai, anzi, si presenta come un libro capace di catturare il lettore attraverso i suoi scandali, i suoi segreti ed i suoi inevitabili, quanto sorprendenti colpi di scena.
Follett proprio attraverso questa trilogia - e soprattutto grazie a questo suo ultimo capitolo - è riuscito a fare quello in cui la scuola è mancata. Appassionare. Coinvolgere. Presentare la storia contemporanea, quella più bistrattata, con la giusta dose di gusto e movimento, ma senza mai esagerare, consegnando al lettore un trattato storico vivo ed emozionante. 

Perchè desidero consigliarvi questo libro e, di conseguenza, l'intera trilogia?
Perchè Follett non delude. Perchè si presentano come libri essenzialmente perfetti per chi voglia approfondire o conoscere avvenimenti propri della nostra storia moderna e contemporanea; realtà e conseguenze che, ancora oggi, si riflettono sulla nostra quotidianità; rendendosi,poi, effettivamente conto di come le lotte portate avanti in quegli anni si ripropongano ancora oggi, magari attraverso mezzi e personalità diverse, ma con la stessa preoccupante incisività e prepotenza.
Perchè, sostanzialmente, dalla storia non finiremo mai di imparare! 

Ed in queste poche parole, spero di aver trasmesso a voi, Lettori, quanto provato durante la lettura di questo romanzo storico, ulteriore perla di uno scrittore che non finirà mai di stupire! 
Ora la parola a voi: avete letto la Century Trilogy? 
Cosa ne pensate? Siete curiosi di intraprendere questo viaggio?
Lasciatemi le vostre considerazioni o critiche a riguardo nei commenti..
Cristina
1

[ SEGNALAZIONE ] : Se Guarderai Nel Mio Cuore di Viviana De Cecco

L'editore Genesis Publishing descrive Se guarderai nel mio cuore di Viviana De Cecco come « un romanzo di formazione dalle tinte malinconiche; la storia di un amore scheggiata dal passato e sfumato da nuances vivide e reali come il dolore patito dai due protagonisti. Ispirato in parte da una storia vera, si presenta con uno stile ricercato ed introspettivo, capace di scavare a fondo nelle emozioni del lettore fino a lasciare un marchio indelebile del suo passaggio! »

Scopriamolo insieme..

Sonia ha diciotto anni, un fratello ribelle e una vita in cui l'assenza del padre l'ha portata a credere che il cuore sia come una finestra che chiunque può infrangere in qualsiasi momento.
E' sempre stata una ragazza forte, ma il giorno in cui ha dovuto compiere una scelta che ha stravolto la sua esistenza, non ha saputo far altro che rinchiudersi in un guscio di solitudine. Il destino, però, ha deciso di mettere sull sua strada il tenebroso Samuel, un ragazzo tormentato dai fantasmi del suo recente passato e da un senso di colpa che l'ha convinto di non essere più capace di amare.
Pian piano, lavorando entrambi nel locale gestito dalla madre di Lory, la migliore amica di Sonia, impareranno a conoscersi e ad abbandonarsi all'attrazione invincibile che provano l'uno verso l'altra.
All'improvviso, trovandosi divisi da un terribile equivoco, sceglieranno di allontanarsi per inseguire i propri sogni, nella speranza di dimenticare ciò che li ha uniti.
Sonia partirà per la Spagna a lavorare come fotografa e Samuel si troverà a recitare come attore di teatro a Roma.
Ma riusciranno a restare lontani o il loro legame, ormai, è più forte di ogni dolore?
Samuel concederà a Sonia di guardare finalmente nel suo cuore per sconfiggere i demoni che lo angosciano e permettere all'amore di restituire loro la giusta felicità?

« Il cuore è una finestra che si spalanca a chi si ama, a chi dà fiducia, a chi pensiamo non ci farà mai soffrire. Ma è da lì che l'amore e il dolore entrano ed escono come brezze leggere o violente tempeste.. »

Viviana De Cecco è nata a Cagliari nel 1984.
Traduttrice freelance, autrice di romanzi e racconti di genere giallo e rosa, in cartaceo e digitale. 
Appassionata lettrice di vari generi, collabora da tre anni con il Blog La Mia Biblioteca Romantica.

Potete acquistare Se guarderai nel mio cuore su vari stores digitali come amazon | kobo | iTunes ibs | bookrepublic | mondadori
Cristina
1

ANTEPRIMA #31 : Panic di Lauren Oliver

Terzo classificato come best young adult fiction su GoodReads, Panic di Lauren Oliver si presenta come un romanzo geniale, dal ritmo veloce e con una trama che vi terrà con il fiato sospeso; attraverso Panic Lauren Oliver porta dei concetti ed una posta in gioco molto alta nella classica provincia americana con un risultato scomodo ed elettrizzante.

Perchè ho scelto di presentarvi proprio questo romanzo?
Innanzitutto perchè Panic è attualmente in viaggio verso la mia libreria; intrigata dalla sua trama e da una copertina assolutamente d'impatto, ho voluto assolutamente conoscere anche questa nuova versione di un'autrice che ho avuto modo di leggere ed apprezzare in passato.

E' attualmente in corso il Blogtour - ideato dal Blog Who is Charlie? - con in palio ben 5 copie del romanzo.

IN LIBRERIA DAL 26 NOVEMBRE.
E' arrivata una nuova estate a Carp, una cittadina senza futuro immersa nel cuore grigio di un'America sonnolenta.
Ma con la fine della scuola arriva anche Panic, la competizione segreta a cui partecipano i diplomati al liceo cittadino e, come ogni anno, è pronta a dissipare il torpore e scatenare i conflitti più violenti, le alleanze più inaspettate, i sentimenti più profondi.
Heather, Dodge, Nat e Bishop: un gruppo di amici, una serie di prove da superare.
Paura e coraggio, lealtà e tradimento, il miraggio di un primo amore, un biglietto per il futuro; la posta in gioco è altissima e così anche il rischio!
Sei pronto a giocare?

Le regole sono semplici. Tutti possono partecipare. 
Uno solo vince.

Lauren Oliver è l'autrice del romanzo E finalmente ti dirò addio  e della trilogia Delirium; romanzi tradotti in più di trenta lingue e divenuti bestseller internazionali e del New York Times. 
Il suo ultimo libro, Ragazze che scompaiono ( Safarà Editore 2015 ), è stato uno dei libri più attesi della stagione. Dal romanzo Panic verrà prodotto un film dagli Universal Studios.

Cosa ne pensate, Lettori, di questa anteprima?
Cristina
1

RECENSIONE : Il Segreto Della Crisalide di Denise Aronica

Dopo aver ricevuto varie richieste di recensione da autori emergenti - che ringrazio sin da ora per la fiducia che mi hanno dimostrato - ho deciso di dedicare le prossime settimane alla lettura dei loro romanzi e, di conseguenza, a condividere con voi la mia personalissima opinione a riguardo.
Tra le numerose opzioni emerse dal mio instancabile ereader - che ultimamente si sta prendendo qualche rivincita sul prozio cartaceo - l'istinto e il mio naturale senso senso mi ha portato verso la scelta di Il Segreto della Crisalide di Denise Aronica. Un romanzo che mi ha catturato fin dalle prime pagine grazie ad una storia che parla di dolore e sofferenza, di amore e rinascita; emozioni così distanti - almeno in apparenza - che spero di poter trasmettere pienamente a voi tramite la sua recensione..

INFO LIBRO
Sono passati quasi nove mesi da quando i genitori di Olivia sono morti, ma lei non è ancora riuscita a farsene una ragione. Sa di non essere pronta a passare oltre e a lasciarli andare per sempre e non intende sforzarsi per farlo, così trascorre le sue giornate a tenere il conto del tempo che passa in modo maniacale, imbrattandosi il braccio con un pennarello, chiusa nella sua nuova camera a casa dei nonni, a leggere fino a dimenticarsi di tutto il resto. Nemmeno per Max, il suo fratellino di otto anni, è semplice riuscire a fare breccia nella solida armatura che Olivia ha costruito tutto intorno a sé e anche i nonni, pur sforzandosi di non darlo a vedere, non potrebbero essere più preoccupati per lei, che si rifiuta persino di parlare con uno psicologo. Sarà per via della sua reticenza e testardaggine a rifiutare qualsiasi tipo di sostegno che nonna Margherita prenderà una decisione drastica. Olivia sarà costretta a frequentare per un paio di mesi una sorta di centro estivo molto particolare, gestito da un’amica di vecchia data di sua madre, in cui un’equipe di specialisti si occupa di aiutare adolescenti affetti da dipendenze comportamentali. Proprio lì al centro, grazie alla compagnia di Daniel, un nerd dipendente dai videogiochi, e di Andrea, una ragazza viziata, volubile e misteriosa, Olivia riuscirà finalmente a lasciarsi andare e ad aprire un po’ il suo cuore. Il dolore per la sua terribile perdita però, continuerà ad assillarla, soffocando sul nascere ogni più piccolo sprazzo di felicità. Olivia sarà così costretta a rendersi conto che dovrà iniziare a lottare con tutte le sue forze per riuscire ad avere di nuovo il controllo sulla sua vita prima che sia troppo tardi.
Storia: 4 | Personaggi: 4 | Stile: 4 | Cover: 4

Quando ho deciso di leggere Il Segreto della Crisalide non avevo la minima idea su cosa aspettarmi o su quale potesse essere il messaggio che ogni romanzo porta con sé. Leggendo la trama mi ero fatta, ovviamente, una mia idea; idea che è stata sostanzialmente capovolta e rivisitata in quello che - lo dico con massima onestà - è uno dei romanzi più profondi, diretti e vibranti nella sua commovente semplicità che ho avuto il piacere di scoprire in tutti questi anni da divoratrice di libri! 
La storia di Olivia fa parte della quotidianità, di quel destino che sconvolge le nostre vite e ci conduce in un campo minato fatto di sofferenze e paure, dolore e rimpianti. La perdita dei suoi genitori ha condotto questa fragile adolescente a trovare rifugio nel mondo intoccabile e perfetto dei libri lasciando fuori da quella bolla incantata ogni contatto umano, ogni domanda, ogni curiosità ed ogni sofferenza che naturalmente ne sarebbe conseguita. Olivia non vuole prendere coscienza di quanto le accaduto, di quanto quella tragedia la tocchi nel profondo, distruggendo ogni sua certezza, ogni sua spensieratezza ed ogni suo piccolo frammento di felicità.

« Leggere  è l'unica cosa che mi aiuta davvero a liberarmi la mente e che mi permette di estraniarmi da tutto. E' il solo modo in cui riesco a sopportare tutto quanto.. »

In suo aiuto - certamente non richiesto e, fin dal primo momento, ostinatamente rifiutato - arriva , Veronica, amica di vecchia data di suo madre, capace di stravolgerne vita ed abitudini con due novità: Daniel, il figlio nerd e dipendente da videogiochi ed un campus estivo speciale a cui entrambi dovranno prendere parte!
Quello che Veronica - insieme ad altri terapeuti - ha costruito ed ideato è una specie di centro estivo isolato dal resto del mondo e dalle più moderne tecnologie dove gli adolescenti - ospiti dello chalet - potranno affrontare e prendere consapevolezza delle proprie abitudini e dipendenze comportamentali. Ed è proprio in questo contesto che Olivia entrerà in contatto nuovamente con il genere umano, lasciando da parte il suo rassicurante angolo letterario, dovendosi necessariamente approcciare con realtà ed abitudini, problemi e dipendenze, segreti e bugie che quelle nuove - seppur condizionate - amicizie porteranno inevitabilmente nella sua vita.
Questo è l'aspetto originale del romanzo che mi ha più intrigato e conquistato durante la sua lettura. Entrare, in punta di piedi, nella vita di ognuno di loro permette il lettore di indagare anche dentro sé stesso; riuscendo ad intravedere qualche similitudine o qualche punto di contatto con quelle esperienze di vita che sono tutt'altro che romanzato, ma drammaticamente reali e parte forse inconsapevole della vita di ogni giorno.

« Il vuoto che ho nel petto sembra di colpo tornare, ancora più schiacciante e asfissiante dell'ultima volta, come a volermi ricordare che in realtà non se n'è mai andato e che non mi ha mai davvero lasciata... »

Attraverso questo soggiorno forzato, Olivia riuscirà a prendere sempre maggiore consapevolezza della sua personale situazione, delle sue naturali mancanze e delle sue persistenti paure; sfidando quei fantasmi di un recente passato che, fino a quel momento, si era sempre rifiutata di affrontare!
Attraverso questo viaggio di coraggio e consapevolezza, comprenderà come la vita sia una sola e meriti di essere vissuta fino in fondo, nel bene e nel male, convivendo con le difficoltà e le sofferenze che sono parte naturale di essa; superando ogni ostacolo a testa alta, senza mai nascondersi dietro una maschera sicura, ma alquanto effimera e, soprattutto, prendendo piena coscienza di come l'essere felici - e cercare tale felicità negli occhi degli altri - non sarà mai un torto per chi se n'è andato, ma anzi un omaggio a chi ci ha donato questa vita!

« Vorrei avere la sua stessa capacità. Vorrei riuscire a scoprire il segreto, capire come sbarazzarmi della mia crisalide, come uscire da quanto tunnel, come liberare la farfalla che c'è in me, la stessa che sta pian piano soffocando e che se non verrà liberata in tempo non riuscirà mai a spiegare le ali.. »

L'aspetto che mi ha particolarmente colpito e che mi ha portato a divorare le ultime pagine fino a tarda notte è stato il rapporto tra Olivia e Daniel. Un rapporto che nasce con un pizzico di umana diffidenza, ma che proprio come una farfalla spiega le sue ali dopo una meravigliosa, complicata, difficile ed emozionante evoluzione che la conduce verso una nuova vita. 
Un rapporto maturo per la loro giovane età attraverso quel profondo senso di amore e protezione che scaturisce dalle parole e dai gesti di Daniel; un adolescente che ha sofferto - vivendo sulla propria pelle ogni singola implicazione - e seppur guidato dall'incoscienza dovuta alla sua giovane età, riesce a scalfire la corazza di Olivia e ad abbracciarne la più segreta e celata intimità. 

Perchè vi consiglio Il Segreto della Crisalide.
Voglio consigliare ad ognuno di voi di leggere questo romanzo per la storia forte e di immediato impatto narrata con il massimo rispetto e l'adeguata delicatezza che necessita questa tipologia di trattazione capace di toccare e sfregare le corde più sensibili dell'animo umano; per lo stile linguistico e narrativo elegantemente riversato da Denise Aronica con costanza e precisione, senza mai perdere il punto di contatto ed il fondamentale legame che ogni romanzo deve dimostrare con ogni lettore, quasi conducendolo per mano sino alla parola fine. 

Ringrazio di cuore Denise per avermi permesso di conoscere ed entrare a far parte della sua storia da cui chiaramente traspare tutta la sua passione ed un amore che certamente ci accomuna.
A questo proposito, vi suggerisco di seguire - se ancora non lo state facendo - sia Denise Aronica ( Autrice ) che il Blog Reading Is Believing.

Lasciatemi le vostre impressioni nei commenti, Lettori.
Fatemi sapere cosa ne pensate della recensione e se, anche a voi, ne siete usciti intrigati ed ammaliati da Il Segreto della Crisalide!
Cristina
6

SCRITTORI EMERGENTI #35 : Fahryon - Il Suono Sacro di Arjiam di Daniela Lojarro

Buongiorno Lettori!
Il nostro TGIF! - come ogni settimana - si colora di #scrittoriemergenti con un nuovo ed immancabile appuntamento con questa rubrica dedicata a quanti desiderano far conoscere il proprio lavoro, la propria autentica passione ed un po' anche sé stessi ai lettori sempre in cerca di nuove avventure.
Nello specifico, oggi il Blog è felice di ospitare Daniela Lojarro e Fahryon - Il Suono Sacro di Arjiam, parte prima di una saga dai suoni fantasy e quantomai evocativi.
Scopriamola insieme...

Fahryon - Il Suono Sacro di Arjiam
Prezzo : 2.99€
Pagine : 290
Nel regno di Arjiam, Fahryon, neofita dell'Ordine sapienziale dell'Uroburo, e Uszrany, cavaliere dell'Ordine militare del Grifo, si trovano coinvolti nello scontro tra gli adepti dell'Armonia e della Malia, due forme di magia che si contendono il dominio sulla vibrazione del Suono Sacro.
Le difficoltà con cui saranno messi a confronto durante la lotta per il possesso di un magico cristallo e del trono del regno, permetteranno ai due giovani di crescere e di diventare consapevoli del loro ruolo e delle loro responsabilità in questa guerra per il potere sul mondo e sugli uomini. 

Daniela Lojarro è nata a Torino. 
Terminati gli studi classici e musicali - canto e pianoforte -, vince alcuni concorsi internazionali di canto che le aprono le porte fin da giovanissima a una carriera internazionale sui più prestigiosi palcoscenici in Europa, negli Stati Uniti, in Sud Corea, in Sud Africa nei ruoli di Lucia di Lammermoor, Gilda in Rigoletto e Violetta in Traviata. 
Alcuni brani che ha inciso sono entrati nelle colonne sonore di diversi film, fra i quali The Departed di M. Scorsese, Il giovane Toscanini di F. Zeffirelli e I shot Andy Wharol di M. Harron. 

Si dedica anche all’insegnamento del canto e alla musicoterapia come terapista in audio-fonologia, una rieducazione della voce e dell’ascolto rivolta ad adulti o bambini con difficoltà nello sviluppo della lingua oppure ad attori, cantanti, commentatori televisivi, insegnanti, manager per sviluppare le potenzialità vocali.

Fahryon - parte prima della saga Il Suono Sacro di Arjiam - è disponibile in vari stores digitali tra cui ibs - mondadoristore - amazon - lafeltrinelli
Cristina
2

[ SEGNALAZIONE ] : Petali di Luna di Rosie M. Stuart

Buongiorno Lettori!
Il mese scorso vi avevo presentato alcune novità letterarie per la casa editrice Dunwich Edizioni e, in modo particolare, il Volume I di Once Upon A Steam per la penna di Ornella Calcagnile. 
Ma cos'è Once Upon A Steam?

Steamwood non è un regno da favola. E' immerso nel vapore e le sue esalazioni nascondono le stelle, lasciando intravedere nel cielo soltanto una cupa vastità illuminata da due lune gemelle. In un'ambientazione a tratti vittoriana e a tratti steampunk - filone della narrativa fantastica e fantascientifica che introduce una tecnologia anacronistica all'interno di un'ambientazione storica - si muovono i protagonisti delle novelle della serie, incontrandosi e scontrandosi sullo sfondo di un universo in bilico tra l'incanto e una minacciosa profezia circa l'arrivo della Stagione dell'Insomnia. 
Il Narratante, una figura misteriosa senza volto nè voce, farà da collante alle varie storie, manifestandosi in modi sorprendenti. Ogni racconto è la rivisitazione di una fiaba classica, ben conosciuta dai lettori, ma che si rivelerà ai loro occhi con nuove e inebrianti sfumature.. 

Ed ora il Volume II arriva a proporci nuove vibranti emozioni che aleggiano intorno alla classica fiaba di La Bella Addormentata Nel Bosco di cui - forse a differenza della stragrande maggioranza delle bambine adoranti giovani e fantasiose principesse - adoravo alla follia la figura solita, cupa e misteriosa dell'affascinante Malefica
Petali di Luna ci permette di entrare a far parte di questa nuova magica avventura grazie alla talentuosa penna di Rosie M. Stuart che ben conosciamo grazie alla pubblicazione di Quel Silenzio Fra Noi, già ospite di Leggere in Silenzio.
Pronti ad essere catapultati nella misteriosa ed eclettica Steamwood?

Prezzo : 0.99€
Pagine : 104
EBOOK DISPONIBILE DAL 17 NOVEMBRE.
In una Londra dalle sfumature gotiche, sospesa nel tempo, un amore tormentato sboccia come un fiore lunare nel cuore della notte. 
Lei principessa, lui antieroe, un’unione ambigua ma tanto forte che nemmeno la magia può spezzare. 
Rose e Tristan, cresciuti assieme in una (ir)realtà umana, si amano, si desiderano, finché la vita chiede loro un dazio da pagare. 
Infatti una maledizione aleggia su Rose, una maledizione fatta di rancore e antichità, anche se Tristan veglia su di lei con incondizionata devozione. 
Tuttavia l’amore non è una favola, forse è una tragedia. Tristan lo scopre a sue spese, così perfino la fiera Rose che – senza speranza, senza più lacrime, senza aspettative – è vittima del sonno eterno diventando quindi la bella addormentata, proprio come Malefica le aveva predetto alla nascita. 
Sarà la morte più potente della sorte? 
Passione, sortilegi, viaggi inter dimensionali: un vortice di musica e sensazioni che avrà inizio e fine a Steamwood...


Rosie M. Stuart - dietro alla quale in realtà si cela Rosy Milicia - è un'autrice siciliana con la passione per la grafica e il fitness. Aspirante vegetariana, editor freelance, lettrice instancabile, caporedattore del Dragonfly Literary Blog: trascorre le giornata tra lavoro e sport, senza mai tralasciare la scrittura; partecipa attivamente agli eventi culturali della città in cui vive - Zancle - come lei la definisce da sempre ricordando lo splendore della Messina storica. Nel Luglio 2014 fonda il Dragonfly con il desiderio di avvicinarsi ai lettori con professionalità e brio, dopo un'esperienza formativa nel mondo delle case editrici. A un anno esatto dalla fondazione, con adesso una redazione di cinque elementi, pubblica in modo autonomo su Amazon la sua prima opera intitolata Quel Silenzio Fra Noi: un romance dalle sfumature emozionali e un pizzico nostalgiche. Impegnata su più fronti, alle prese con una laurea in giornalismo, scrive senza sosta sognando nuove storie e nuovi mondi fatti di zucchero filato.

Cosa ne pensate, Lettori?
Lasciatemi le vostre impressioni a caldo nei commenti.. 
Cristina

2

NOVITA' IN LIBRERIA #32 : La Strana Biblioteca di Murakami Haruki

« Le biblioteche contengono storie. Le storie contengono universi. 
E certi universi possono essere molto pericolosi. 
Una fiaba misteriosa sul potere della lettura: liberarci dalla prigione dell'infelicità! »

Quando si incrocia un'opera narrativa di Murakami Haruki è impossibile non venirne automaticamente attratti, come se fosse la più forte delle calamite esistenti.
La sua tecnica linguistica e lo stile adottato nei suoi precedenti lavori individuano una contraddistinta originalità tale da renderlo riconoscibile a prima lettura nel panorama internazionale.
Ma non è solo questo..
Quello che mi ha catturato di questo romanzo è la frase che accompagna e conclude una trama fantastica e fantasiosa; una frase che racchiudere l'essere stesso della lettura! 

INFO LIBRO
Tornando a casa dopo la scuola, uno studente si ferma in una strana biblioteca.
Certo, anche la sua richiesta è un po' strana. Chiede alla bibliotecaria qualche libro che possa soddisfare la sua ultima curiosità - è un bambino curioso il nostro protagonista - : la riscossione delle tasse nell'Impero Ottomano.
La bibliotecaria lo manda alla stanza 107.
Qui l'aspetta un altro bibliotecario, ancora più bizzarro della prima: Aveva la faccia coperta di piccole macchie nere, come tanti moscerini. Era calvo e portava occhiali dalle lenti spesse. La sua calvizie non era uniforme. Tutt'intorno al cranio gli restavano ciuffi di capelli bianchi ritorti, come in un bosco dopo un incendio. 
E' davvero una strana biblioteca, questa!
Il bibliotecario accompagna il bambino attraverso un labirinto di corridoi e stanze, finché non arrivano in una stanza dove riposa un piccolo uomo vestito con una pelle di pecora.
Il bambino rischia di fare una fine terribile se non arrivasse in soccorso una ragazza sconosciuta..
Una fiaba fantastica e immaginifica sul potere della lettura nel darci le chiavi per sfuggire all'infelicità.

Murakami Haruki è uno scrittore, traduttore e saggista giapponese.
Tradotto in oltre cinquanta lingue, le sue opere si sono guadagnati l'acclamazione della critica e numerosi premi letterari sia in Giappone che a livello internazionale.

Conoscete questo emblematico scrittore? Avete letto qualche suo romanzo? 
Cosa ne pensate di questa nuova uscita?
Se la risposta alle prime due domande è no! vi ricordo che, partecipando al giveaway di compleanno, potrete vincere anche una copia di Norwegian Wood, uno dei romanzi più letti ed acclamati di Murakami, cosa state aspettando?
Per la terza domanda, invece, aspetto le vostre considerazioni nei commenti..
Cristina
2

ADOTTA UN LIBRO #23 : Un Giorno Solo, Tutta La Vita di Alyson Richman

« Da vecchio sono giunto a credere che non conti l'amore, sostantivo, ma l'amare, verbo. Si tratta di un'azione che, come l'acqua, scorre a un ritmo suo.. »

In questo nostro nuovo appuntamento con la rubrica #adottaunlibro, vorrei presentarvi un libro che mi ha emozioni, scosso e straziato nella sua profondità, nella sua semplicità e nel suo intimo rispetto per un sentimento che, da sempre, è stato capace di muovere il mondo verso la giusta direzione: l'amore!
Spero che possiate amare questo romanzo come l'ho amato io e, in caso decideste di leggerlo, fatemelo sapere nei commenti, aspettando la vostra opinione in merito...

INFO LIBRO
Questa storia inizia a New York nel 2000, quando, alle nozze del nipote, Josef Kohn scorge tra gli invitati una donna dall'aria familiare: gli occhi azzurro ghiaccio, l'ombra di un tatuaggio sotto la manica dell'abito. Rischiando di essere scortese, le chiede di mostrargli il braccio. La certezza è lì, sulla pelle: sei numeri blu, accanto a un piccolo neo che lui non ha mai dimenticato. E allora le dite Lenka, sono io Joseph, tuo marito! Perchè questa storia, in realtà, inizia a Praga nel 1938, quando Lenka e Joseph sono due studenti. Ebrei, si conoscono prima dell'occupazione nazista, si innamorato, diventano marito e moglie per lo spazio di una notte. Il giorno dopo, al momento di fuggire negli Stati Uniti, Lenka decide di restare perchè non ci sono visti per la sua famiglia. Si separano con la promessa di ricongiungersi al più presto, ma Lenka finisce in un campo di concentramento. In mezzo all'orrore, dipinge: l'unico modo per dare colore a ciò che è privato di luce, per fare forma a ciò che non si può descrivere. Mentre Josef, in America, si specializza in ostetricia; solo aiutare a dare la vita gli impedisce di essere trascinato a fondo dalle voci di chi non c'è più. Quando ormai si crederanno perduti per sempre, ci sarà un nuovo inizio per entrambi...
Storia: 9 | Personaggi: 9 | Stile: 9 | Copertina: 8

Sono passati oramai tre anni da quando ho letto Un giorno solo, tutta la vita e lo ricordo ancora come un romanzo forte, imponente, emozionante e travolgente sotto molteplici punti di vista.
E' quel genere di romanzo in grado di rapire il lettore, capace di affascinarlo fin dalle sue prime pagine attraverso la narrazione di un amore , impetuoso quanto improvviso, tra due giovani che il destino, la storia e la follia di un popolo separerà troppo presto.
Straziante. E' il primo aggettivo che mi torna in mente pensando alle emozioni provate durante la sua lettura; ma allo stesso tempo, si presenta come un romanzo a 360° in grado di far provare le emozioni più diverse e contrastanti. Dall'amore al dolore fisico e mentale. Dalla rabbia alla dolcezza di un abbraccio atteso fin troppo a lungo.
Il cuore si è stretto letteralmente durante la lettura delle parole di Lenka nella sua prigionia prima a Terezin ed infine ad Auschwitz; luoghi che, purtroppo, conosciamo indirettamente fin troppo bene nei loro molteplici significati e nelle loro inevitabili conseguenze.
Non è un semplice romanzo d'amore! 
Un giorno solo, tutta la vita è un racconto di dolore, di passione, di rassegnazione, di morte, di paure, di bugie, di parole mai dette e di incontri imprevisti e quasi impossibili, proprio quando oramai tutto sembrava perduto, sepolto in un passato che non sarebbe più tornato.
Come Alyson Richman ha dichiarato in un'intervista la parte iniziale del romanzo è ispirata ad una storia vera: quella di un'artista sopravvissuto alla Shoah; per poi ritrovarsi a scrivere una struggente storia d'amore.
E' proprio la credibilità della storia raccontata in questo romanzo che incide maggiormente, riuscendo a scavare nella profondità dell'animo umano e nei sentimenti mai sopiti di due giovani innamorati.
Leggendo Una giorno solo, tutta la vita è chiaro come l'amore rappresenti un imprescindibile e costante contorno ad una storia che parla di dolore, di separazione, di lontananza imposta da uomini, dalla loro follia e da un odio che è sempre difficile da spiegare, comprendere e tanto meno giustificare.
Quello che mi ha maggiormente emozionato leggendo questo romanzo è, oltre alla storia d'amore, oltre al racconto straziante della prigionia, il senso intimo di rivalsa. L'essersi ritrovati, a dispetto della storia, del destino e della crudeltà dell'uomo, è la vittoria più grande per chi come Lenka e Joseph mai si sono dimenticati. E' il bene più puro che sconfigge il male più infimo e vile!
Proprio per questa ragione - considerando il delicato momento che stiamo vivendo dove sembra che nulla abbiamo imparato dal più recente passato e dove, soprattutto, la linea che separa la paura dall'odio è così fragile da poter essere facilmente calpestata - voglio proporvi una lettura che possa aprire le menti ed il cuore perchè odio può portare solo altro odio.

Ora la parola passa a voi, Lettori!
Avete letto questo romanzo? Vi ha incuriosito? Cosa ne pensate?
Fatemi sapere nei commenti..
Cristina
0

ANTEPRIMA #30 : Febbre All'Alba di Péter Gárdos

« Mi ha frainteso. Io sto cercando moglie. Vorrei sposarmi. »
Spiegò mio padre, battendo le palpebre, con il sorriso sulle labbra. 
L’aveva detto, finalmente.
Si appoggiò allo schienale e attese la reazione.
Il primario corrugò la fronte.
« Non avrò saputo esprimermi bene in ungherese. Lei ha circa sei mesi di vita. Questo è il tempo che le rimane, Miklós. »
« L’ho capito perfettamente, signor primario... »

La casa editrice Bompiani porta in Italia un romanzo forte e profondo in un'atmosfera ancora avvolta dalla paura e dal dolore, fisico e psicologico, patito dalle vittime della Seconda Guerra Mondiale e della follia nazista. Febbre all'alba narra la storia d'amore di due cuori in guarigione; un amore nato per caso attraverso la carta di lettere elegantemente scritte ed un pizzico di immancabile humor del quale l'autore, Péter Gárdos, è stato diretto testimone!

Casa Editrice : Bompiani
Prezzo : 17.00€
Pagine : 234
IN LIBRERIA DAL 26 NOVEMBRE.
Nel luglio del 1945 un sopravvissuto della Seconda Guerra Mondiale raggiunge un campo profughi in Svezia.
E' ridotto pelle e ossa, oramai allo stremo dopo gli anni del conflitto e, nonostante i medici gli dicano che ha pochi mesi di vita, Miklós, questo il suo nome, non si arrende.
Sceglie di vivere. 
Compila una lista di 117 giovani donne, ungheresi come lui, che hanno trovato asilo in un altro campo profughi svedese e invia a ognuna di loro lettere elegantemente scritte a mano.
Di una cosa è certo: una do loro diventerà sua moglie...
                   ──────────────────
Ispirato dalle incredibili, divertenti lettere del padre dell'autore, Febbre all'Alba è una storia meravigliosa sulla speranza e sulla sorprendete forza che ogni uomo, anche nei momenti più bui, sa trarre dal desiderio di vivere ed amare.
Romanzo d'esordio in traduzione in oltre 30 paesi, Febbre all'Alba racconta la straordinaria storia d'amore tra i genitori di Péter Gárdos nata per lettera e per caso mentre si rimettevano in salute in Svezia.
In occasione dell'uscita del romanzo, l'autore sarà ospite del Circolo dei Lettori il prossimo 26 Novembre alle ore 18.30

Péter Gárdos, nato a Budapest nel 1948, è un regista ungherese di film e documentari per cinema e televisione. Tra questi La bambola di porcellana, Crimine Impunito e Coqueluche.
Febbre all'Alba è il suo romanzo d'esordio.

Questo romanzo mi ha particolarmente incuriosita.
E voi, Lettori, cosa ne pensate?
Lasciatemi le vostre impressioni nei commenti..
Cristina
2

RECENSIONE : Quando All'Alba Saremo Vicini di Kristin Harmel



Buonasera Lettori! 
Come avete trascorso questa domenica pomeriggio?
Dopo aver bevuto una fumante tazza di tè caldo, mi sono accomodata davanti al mio pc portatile - con tanto di micia a supervisionare il lavoro - e ho pensato che fosse giunto il momento per condividere con  voi la mia personale opinione sulla mia ultima avventura letteraria..
Così, eccomi qua! Ancora con l'eco di un romanzo che mi ha colpita nel profondo, capace di toccare le corde più impolverate di ogni cuore. Vi avevo presentato Quando all'alba saremo vicino in uno degli ultimi appuntamenti con le segnalazioni e attraverso la rubrica dedicata alle mie nuove adozioni. Un romanzo che, come vi avevo anticipato in tale sede, aspettavo da tempo, dopo aver divorato ed amato il romanzo d'esordio di Kristin Harmel.
Con questo libro, la Harmel si conferma una scrittrice capace di avvolgere il lettore in un caldo abbraccio; parlando sì di amore, ma assaporandone ogni più piccola incantata bellezza che lo rende miracolosamente eterno.
Per dare una rapida occhiata al fulcro di questo romanzo, cliccate su INFO LIBRO!
Storia: 4 | Personaggi: 4 | Stile: 4 | Copertina: 5

L'apertura di Quando all'alba saremo vicini si presenta ai lettori con la stessa, imprevista ed agghiacciante forza di un pugno in pieno stomaco; un gesto che lascia semplicemente di sasso, senza fiato. La personalità della Harmel viene fuori fin dalle primissime pagine attraverso il suo stile, fluente e scorrevole, che permette al lettore di immedesimarsi immediatamente con i suoi personaggi e di ritrovarsi idealmente al centro di una storia tutta da scoprire.
Iniziamo a conoscere Kate dodici anni prima nella veste di donna, moglie ed amante di un uomo - - che il destino avverso decide di strapparle troppo presto con forza e crudeltà in una mattina di settembre come tante altre. Se non fosse per un segreto, appena sussurrato, che la morte di Patrick porterà dietro di sé, nel silenzio e nel dolore di un addio prematuro..

« Bisogna esporsi alla possibilità della ferita, del dolore.. una vita in cui non si rischia il cuore per le cose che contano davvero, non è una vita degna di essere vissuta! »

Nei lunghi anni che seguiranno, Kate cercherà di trovare il suo posto in un mondo che ha perso gran parte del suo significato, attraverso il suo lavoro di musico-terapista e grazie ad una parvenza di felicità ritrovata insieme al promettente Dan, un uomo così diverso da Patrick.
Ma è proprio all'alba della proposta di matrimonio che Kate inizia a fare sogni strani, reali e vividi, di una vita parallela insieme a Patrick - che può toccare, vivere ed amare ancora una volta - ed a una bambina, Hannah, che scoprirà essere sua figlia. Ma come è possibile, si chiede Kate, se il suo ginecologo le ha appena comunicato di non poter avere figli?
Ed è proprio grazie a quei sogni che Kate prende la decisione di abbandonare una realtà apparente per dedicarsi ad un percorso di vita volta esclusivamente a sè stessa, al suo desiderio di essere madre e all'amore che, per quanto incredibile possa sembrare, prova in cuor suo per quella dolce bambina che vive nei suoi sogni e che la chiama mamma. Ed è attraverso quegli incontri inspiegabili che Kate scopre come Hannah soffra di ipoacusia fin dalla nascita, spingendola, poi, nella vita reale, a comprendere meglio quella realtà a lei pressoché sconosciuta - sperando così di poter raggiungere un contatto vero con sua figlia - prima, intraprendendo un corso per apprendere il linguaggio dei segni e poi lavorando direttamente a contatto con bambini affetti dalla stessa sorte.
E qui il romanzo mi ha conquistata, definitivamente! Non conoscevo affatto questa realtà, nè tanto meno credevo che la musica rappresentasse un ottimo mezzo per aiutare questi bambini ad approcciarsi con gli altri e con il mondo che li circonda. La Harmel mi ha aperto gli occhi di fronte a tale tematica sociale; approcciandosi con rispetto e delicatezza, affrontando problemi e diversità in un modo semplice, diretto, comunicativo e indubbiamente emozionante. La stessa emozione che traspare chiaramente dalle parole di Kate, dai suoi gesti e dai forti sentimenti che la vita sta nuovamente facendo entrare nel suo cuore; un cuore che, passo dopo passo, comincia a sgelarsi, ad aprirsi a nuove possibilità e ad amare una vita finalmente serena e felice anche senza il suo Patrick.
Quando all'alba saremo vicini è uno dei romanzi più profondi letti in tutta la mia vita da lettrice; una storia d'amore, ma l'amore più puro e eterno che possa esistere: quella di una madre per il proprio figlio. L'istinto materno è il fulcro del viaggio introspettivo che Kate insegue per gran parte della narrazione. Un viaggio controverso, difficile e contrastato. Un viaggio fatto di aspettative e delusioni. Un viaggio che la condurrà inconsapevolmente proprio verso quel passato a cui per anni si aggrappava con tutta la sua forza, incapace di voltare pagina, incapace di lasciare andare quell'amore perfetto che la vita le aveva strappato troppo presto.
quello che la Harmel ci racconto attraverso il suo tratto peculiare ed originale è sicuramente
Senza ulteriori indugi, voglio consigliarvi questo romanzo sia per la tematica trattata che viene inserita con estrema sensibilità e conclamato rispetto sia per il modo in cui questo romanzo è in grado di far riflettere e far comprendere come ognuno di noi abbia il diritto e la responsabilità di scegliere la felicità sopra ogni avversità, ogni ostacolo che possa intralciare il nostro personale progetto di vita. Pescare la carta imprevisti durante il corso della nostra vita credo sia inevitabile, ma è fondamentale affrontare la vita, prenderla in pieno petto, camminare sempre a testa alta abbracciando ogni momento di gioia, serenità ed amore. Ovunque esso sia. Qualunque forma esso assuma!

Come avrete certamente capito, Quando all'alba saremo vicini è un romanzo che mi ha colpito nel profondo con uno strascico di emozioni che mi ha avvolto come un vortice impetuoso; per questo mi piacere leggere le vostre impressioni in merito.
Lasciatemi le vostre opinioni nei commenti..
Cristina
1

[ SEGNALAZIONE LONGANESI ] : La Quarta Sponda di Sergio Romano - Nuova Edizione Aggiornata

 In questa nuova edizione, Sergio Romano contestualizza la guerra civile libica all'interno delle rivolte arabe iniziate cinque anni fa in Tunisia e in Egitto, sottolineando sia i danni apportati dal miope interventismo francese in Libia sia le troppe indecisioni e contraddizioni dei paesi europei e degli Stati Uniti di fronte ai drammatici sviluppi della crisi siriana.. 

Una segnalazione che risuona particolarmente attuale se consideriamo le azioni violente perpetrate la scorsa notte nel cuore della capitale francese; portando Parigi ed il mondo intero a chiedersi cosa sia possibile fare, come sia possibile ferma una catena di odio e violenza che potrebbe raggiungere ogni angolo del mondo occidentale. 
Conoscere a fondo questa realtà credo che sia quantomai essenziale e fondamentale per prendere piena coscienza di come il terrorismo non sia affatto lontano da noi, ma che, al contrario, possa facilmente colpire i punti più profondi e sensibili del nostro quotidiano. 
Una partita di calcio. Una cena tra amici. Un concerto. 
Dove e quando potremmo mai sentirci pienamente al sicuro?
Come poter difendersi dall'odio più becero ed inumano, codardo e vile?
Una realtà che Sergio Romano analizza sotto molteplici punti di vista attraverso un preciso e testimoniato excursus storico sino alle cronache più recenti.

INFO LIBRO
IN LIBRERIA DAL 13 NOVEMBRE.
Non è certamente un caso, se oggi la Libia è, insieme alla Siria, il Paese più violento e caotico del Mediterraneo. Nella Quarta Sponda, Sergio Romano ne ripercorre la storia e ne illustra i volti. Il primo è quello delle due province ottomane, alla periferia dell'impero, quando l'Italia ne decise la conquista: piccole società ebraiche ed europee nelle due città maggiori, modesti traffici con il Mediterraneo e con l'Africa, tribù combattenti e gelose della loro indipendenza che daranno molto filo da torcere all'amministrazione coloniale italiana. Il secondo è quello della colonia degli anni Venti e Trenta. Nacque allora, soprattutto durante il governatorato di Balbo, una Libia italiana di cui esistono ancora parecchie tracce. Il terzo è quello della Libia post-coloniale, dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale e la proclamazione dell'indipendenza: un piccolo regno, una nuova ricchezza rappresentata dal petrolio e dal gas, un'importante comunità italiana e buone relazioni con la vecchia potenza coloniale. Il quarto è quello di Gheddafi, ufficiale nazionalsocialista, spregiudicato, tirannico, divorato da insaziabili ambizioni. Il quinto e ultimo volto è quello incompleto di un Paese che non è ancora riuscito, dopo le rivolte arabe, a trovare un nuovo equilibrio ed è tuttora sconvolto da una sanguinosa guerra civile. Ma è sempre lì, di fronte alle coste italiane, con le sue ricchezze, le sue minacce e il suo carico di immigrati che riversa sulle nostre spiagge: una buona ragione per conoscere meglio la sua storia.

Sergio Romano è stato ambasciatore alla NATO e, dal settembre 1985 al marzo 1989, a Mosca. Ha insegnato a Firenze, Sassari, Pavia, Berkeley, Harvard e, per alcuni anni, all'Università Bocconi di Milano. E' editorialista del Corriere della Sera e Panorama. Tra i suoi ultimi libri pubblicati da Longanesi: Morire di Democrazia, Il Declino dell'Impero Americano e In Lode della Guerra Fredda.

Cristina
0
Powered by Blogger.
Back to Top