Recensioni

Recensioni
Recensioni

Consigli di lettura

Consigli di lettura
Consigli di lettura

Blogtour

Blogtour
Blogtour

RECENSIONE : Lie4Me - Professione Bugiarda di Mariachiara Cabrini

Avete un fidanzato ammorbante da mollare, ma non volete rovinarvi il trucco?
Avete un collega da distrugge, pur mantenendo un basso profilo?
Credete che la vendetta vada sì servita fredda, ma ancora meglio gustarsi lo spettacolo dalla prima fila?
Niente di più semplice per Alice Schiano, bugiarda per vocazione ed accomodatrice di vite per necessità di sopravvivenza; ogni vostro desiderio verrà esaudito meglio di un genio della lampada non senza qualche piccolo stratagemma, ma si sa, i trucchi del mestieri non vanno mai svelati! Altrimenti, che gusto ci sarebbe a smascherarli?

IN LIBRERIA.
Proprio come l' Alice del Paese delle Meraviglie, anche Alice Schiano ha un'irrefrenabile fantasia e decide di sfruttarla per inventarsi un lavoro alternativo.
La sua missione è migliorare le vite altrui.. una bugia alla volta! Vuoi mollare il tuo fidanzato, ma non vuoi farlo di persona per non vivere un'esperienza spiacevole? Vuoi fare bella figura con il capo, sbarazzarti di una rivale, conquistare un collega? Alice è la donna che fa per te! Non c'è nulla che non possa risolvere grazie alla sua parlantina e non prova mai rimorsi per ciò che fa, perchè mentire paga e bene! I servizi della sua agenzia sono richiestissimi, gli affari vanno alla grande e anche la vita sentimentale scorre liscia come l'olio, forse proprio perchè racconta un bel po' di bugie anche al fidanzato. Finché qualcuno non fa saltare in aria la sua auto.
Chi è stato? Alice non intende restare con le mani in mano ad aspettare che la polizia scopra il colpevole. Tanto più che collaborare con l'ispettore Donati, uomo affascinante quanto irritante, potrebbe portare a risvolti inaspettati. 
Storia: 8 | Personaggi: 8 | Stile: 7 | Copertina: 8

Quando Mariachiara mi ha contattato, invitandomi a leggere il suo romanzo, mi ha assicurato una storia fuori dagli schemi insieme alla semplice quanto difficile volontà di far ridere i suoi lettori e la promessa è stata senza dubbio mantenuta!
Per comprendere il mio punto di vista durante la lettura di questo chick-lit devo confessarvi la mia assolutamente incapacità di mantenere una sana bugia in piedi per più di cinque secondi netti: come non poteva innamorarmi di Alice? Colei che ha fatto della menzogna una professione reale e anche profumatamente remunerativa?
Leggere le sue avventure uhm.. più disavventure ad essere onesti! mi ha trascinato, coinvolto e divertito dalla prima all'ultima battuta. Anche se alcuni aspetti rasentavano il surreale, l'abilità della scrittrice ha reso ogni accento diretto, pulito, lineare e quantomai ineccepibile.
Più delle singole situazioni al limite del tragi-comico che investono letteralmente l'esistenza di questa particolarissima accomodatrice di vite, il punto di forza del romanzo credo che risieda proprio nei vari personaggi che si affacciano con caratteristiche, peculiarità, enfasi e sfaccettature molto diverse tra loro, colorando la narrazione di tinte impreviste ed imprevedibili! 
Alice è una donna ben oltre l'ordinario, testarda e pungente, indipendente ed ottusa, capace di prendere in mano la sua vita e modellarla secondo il suo particolare e a volte non troppo infallibile punto di vista.
Thomas Donati è l'ispettore di polizia che tutte noi vorremmo incontrare, almeno una volta nella vita, in situazioni particolarmente piacevoli. Nel libro non viene specificato, ma tenendo conto della sua passionalità, la sua intraprendenza e la sua ostentata sicurezza uniti ad un mal celato disinteresse, ad una proverbiale sensibilità e alla costante volubilità che inevitabilmente l'amore comporta, posso affermare con un velo di accurata presunzione che il nostro bell'ispettore sia un perfetto toro ascendente capricorno. Ehi! Magari mi sbaglio, ma le carte in regola per conquistare ogni cuore solitario le ha proprio tutte.. provare per credere!
Nello scontro che inevitabile avvicina i nostri due protagonisti, il personaggio che mi ha irrimediabilmente conquistata fin dalla primissima entrata in scena è Giulia: stridula, insistente e fastidiosa voce della coscienza di Alice, la sua impeccabile segretaria con il vizio del te l'avevo detto! e quel pizzico di pungente acidità che la rende spassosa, reale, divertente ed assolutamente indimenticabile.


Lie4Me- Professione Bugiarda per gran parte della sua narrazione mi ha coinvolta e convinta sotto molti punti di vista, lasciandomi un retrogusto di divertita euforia; in più punti testimoniata da un sorriso perennemente stampato in viso. 
Quello che mi ha lasciata un po' perplessa è il modo in cui il finale ci viene servito praticamente su un piatto d'argento, forse, un po' troppo sbrigativo, macchinoso e, a tratti, anche parzialmente prevedibile!
Non che non mi sia piaciuto, anzi. 
La vena poliziesca ed investigativa che coinvolge la nostra protagonista è convincente e ben azzeccata, indubbiamente una mossa vincente, capace di dare al romanzo un'accelerazione improvvisa e calzante, ma, allo stesso modo in cui sono stata ben colpita da questa scelta autoriale, ho percepito la mancanza di qualcosa, di quel quid necessario a lasciarmi con lo stupore in testa, anche a lettura terminata. 
Questo certamente non cambia la mia idea globale su questo romanzo: merita di essere letto e va fatto proprio per i suoi eclettici e peculiari personaggi unita all'intraprendenza dimostrata dalla scrittrice nell'aver scelto una donna sui generis come sua protagonista!
Una donna senza ombra di dubbio facilmente etichettabile e criticabile sotto vari punti di vista, ma capace di prendere in mano la sua vita e di reinventarla ancora una volta, prendendo piena coscienza di se stessa, arrivando infine a comprendere come anche i castelli di bugie più resistenti e costruiti ad arte possano rivelarsi, con il tempo e gli inevitabili imprevisti, piuttosto fragili e condannati ad un'imminente rovina.. 
E' un romanzo che lascia molti punti in sospeso e molte vie ancora da percorrere, perlustrare, sottolineare ed analizzare, aprendo la strada ad una serie di capitoli di evasione, divertenti ed esilaranti, ma capaci anche di far riflettere il lettore tra un sorriso ed una risata soffocata. 

Ed ora la parola passa a voi, Lettori.
Cosa ne pensate di questo romanzo? Lasciatemi le vostre opinioni nei commenti..
Cristina

4 commenti

  1. la protagonista mi è troppo simpatica, ho in wishlist questo libro :)

    RispondiElimina
  2. Vorrei proprio leggerlo...la trama è davvero carina!

    RispondiElimina
  3. hahha no vabbè deve essere un genio la protagonista! io non ce la farei mai:-)

    RispondiElimina
  4. ho in wl questo libro, ora che ho letto la tua recensione sale di posizione per le prossime letture..grazie ^_^

    RispondiElimina

Leggere in Silenzio vive attraverso i vostri commenti e condivisioni: lasciate un segno del vostro passaggio!
Se vi piace quello che avete incontrato in queste pagine, diventate Lettori Fissi.
Grazie per il vostro sostegno.

Powered by Blogger.
Back to Top