Recensioni

Recensioni
Recensioni

Consigli di lettura

Consigli di lettura
Consigli di lettura

Blogtour

Blogtour
Blogtour

ITALIA DO IT BETTER #2 : I Ragazzi della Piazza di Maribella Piana

Buon Pomeriggio Lettori. 
Come procedono le vostre letture? Avete organizzato qualcosa per questo ponte?
Se siete ancora alla ricerca di una nuova adozione, magari tricolore, siete capitati nel posto ed al momento giusto: I Ragazzi della Piazza è l'esordio letterario di Marinella Piana, uscito in libreria lo scorso 2 Aprile.
Se siete delle persone anticonvenzionali ed indipendenti; se amate quel senso di irrefrenabile e personale ribellione questo è il romanzo che fa per voi.
Date un' occhiata..

Casa Editrice : Bompiani
Prezzo : 15.00€
Pagine : 128
Anni Sessanta.
In un paesino sulla costa siciliana un gruppo di ragazzi cresce tra bagni al mare e i primi turbamenti dell'adolescenza.
I figli dei pescatori escono insieme ai figli dei villeggianti, le tradizioni di un passato povero, ma decoroso si confrontano con una modernità inquieta.
Un ragazza in cerca di libertà rompe con le convenzioni della sua famiglia per scoprire, insieme ai coetanei, i colori del sesso, le illusioni della politica e dell'amore.
Combattuta tra il senso del dovere e nuove aspirazioni, cercherà la guida giusta di cui fidarsi, ma, alla fine, sgranando i ricordi della sua vita come un rosario di giorni, si renderà conto che ci si salva sempre da soli..

« Mi poggiò la sua giacca sulle spalle come se avesse visto il mio sogno, come per proteggermi da me stessa, dalla mia debolezza! Poteva essere il gesto di un padre, di un amico, di un innamorato... 
Era il gesto eterno di un uomo che protegge una donna. »

Scarica un estratto del libro qui.

Maribella Piana è nata a Catania e vive fra mare e montagna di Sicilia.
Insegnante di lettere classiche per trent'anni, attrice di teatro e televisione; ha pubblicato una raccolta di poesie. Riempiono la sua vita tre figli e quattro nipoti.

Cosa ne pensate?
Lasciatemi le vostre impressioni nei commenti :)
C.
1

NOVITA' IN LIBRERIA #13 : Oro Rosso di Tom Hillenbrand

« Tu non mangi sushi, ne sei ossessionata.. » una delle tante frasi che mi sento rivolgere dai miei amici durante le varie cene al nostro wok di fiducia.
Ebbene sì, amo la cultura giapponese in ogni suo contesto e forma; devo confessarlo, potrei uccidere per un piatto di sushi e.. no, aspettate!
Questa, in realtà, è la trama del romanzo che voglio presentarvi oggi nella rubrica dedicata alle #novitàinlibreria : un irresistibile thriller culinario che vi lascerà con il palato sospeso..

Dal momento che lo chef lussemburghese Xavier Kieffer è apprezzato dal più celebre critico gastronomico di Francia, è sempre invitato agli eventi più esclusivi.
Ma la cena lussuosa al museo D'Orsay, organizzata dal sindaco di Parigi, termina con l'antipasto: Ryuuouke Mifune, il più famoso cuoco di sushi in Europa, improvvisamente muore.
La diagnosi è avvelenamento da pesce.
Ma Kieffer è scettico e scopre rapidamente le contraddizioni del caso.
Si tuffa nel mondo della cucina giapponese rendendosi conto che ci sono pesci più costosi dell'oro e più preziosi di una vita umana.

« Tom Hillerbrand stimola l'appetito dei lettori di thriller in modo divertente.. »

E' possibile acquistare il romanzo nello store digitale di amazon sia in formato cartaceo che per Kindle.



Tom Hillenbrand, in realtà Thomas Hillenbrand, nato nel 1972 ad Amburgo, è un giornalista e scrittore tedesco. Ha studiato politica ed economia.
Ha scritto per Reuters, Wall Street Journal Europe e Spiegel OnLine.
Nel 2011 è stato pubblicato il primo romanzo Teufelsfrucht: Ein kulinascher Krimi ( Frutto del Diavolo: Un Thriller Culinario ). Il libro è stato un bestseller per mesi ed è stato premiato in Lussemburgo come migliore debutto.
Oro Rosso, seconda parte della serie di Kieffer, è stato pubblicato in Germania nel 2012.

Amanti del sushi e del Giappone, vi ho convinto?
Cosa ne pensate di questo romanzo?
Lasciatemi le vostre impressioni nei commenti..
Cristina
0

ANTEPRIMA #10 : Piccola Dea di Rufi Thorpe

Buongiorno Lettori. 
Oggi il consueto appuntamento con la rubrica #adottaunlibro sarà sostituito dal nostro settimanale aggiornamento su una specifica anteprima letteraria, saltata ieri a causa della recensione dell'ultimo romanzo letto che potete leggere e commentare qui.
Finalista del premio letterario Dylan Thomas Prize 2014 e del Flaherty-Dunnan, Piccola Dea di Rufi Thorpe, in uscita il prossimo 7 Maggio per Sonzogno, rappresenta un grande e sorprendente debutto acclamato dalla critica americana come una delle migliori rivelazioni dell'anno.

Casa Editrice : Sonzogno
Prezzo : 16.50€/9.99€
Pagine : 272
Data di Pubblicazione : 7 Maggio 2015
A dispetto dei luoghi comuni, il rapporto più intenso per le giovani donne non è quello con il primo amore; è quello con l'amica del cuore. Lorie Ann e Mia, in riva all'oceano della California, sdraiate al sole a scambiarsi segreti, mentre provano a schiarirsi i capelli con il succo di limone, di questa amicizia ne sanno qualcosa.
Diversissime tra loro, eppure unite come sorelle, crescono complici e spensierate: non passa giorno senza che l'una sappia nell'intimo cosa nasconde il cuore dell'altra. Siamo nei festosi anni Ottanta e all'inizio di questa loro storia che durerà per altri vent'anni, Lorie Ann e Mia si fanno una confidenza che scotta e che impone una decisione complicata: hanno sedici anni e sono rimaste incinte.
Mentre Mia è la bulla, scostante, con una famiglia sgangherata, Lorie Ann è la perfezione, quella che tutti invidiano: per la sua bellezza solare, il carattere aperto e generoso, la vita serena avvolta da una famiglia unita.
Se la biologia c'entrasse col destino e la scelta coraggiosa di Lorie Ann di non abortire, all'opposto dell'amica, dovesse venire premiata, avrebbe dovuto essere lei quella baciata dalla fortuna e dal successo.
Invece, anno dopo anno, Lorrie Ann scivola in tutt'altra esistenza e a Mia, pienamente realizzata, non resta che documentare e interrogarsi sulle ragioni per cui la sorte abbia riservato alla sua divina amica un percorso tanto accidentato.

« E' una scrittrice molto abile.  Ammiro il modo spietato col quale racconta l'amore e la bontà e quello rimane è soltanto la verità! » 

Cosa ne pensate di questa interessante anteprima? Quale storia condividete con la vostra BFF?
Maggio è il mese dei libri e gli spunti letterari certo non mancheranno.
Lasciatemi le vostre impressioni nei commenti! 
Cristina
0

[ RECENSIONE ] Ho Nascosto La Mia Voce di Parinoush Saniee | Garzanti

Buongiorno Lettori.
Vi scrivo dal mio pc con vari muscoli in assetto di sommossa ed il resto in piena dichiarazione di guerra!  Proprio oggi ho avuto la geniale idea di iniziare un nuovo workout di fitness domestico e, vi giuro, non credevo che 7 piccoli ed insignificanti minuti potessero durare così a lungo.. ma torniamo ai nostri amati libri con l'ultima recensione, terminata proprio qualche minuto fa, di un romanzo capace di toccare anche i cuori più recalcitranti.
Ho Nascosto La Mia Voce è un grido di protesta silenziosa contro un mondo che non vuole realmente ascoltare.

HO NASCOSTO LA MIA VOCE di Parinoush Saniee
Prezzo: 18.60€ | Pagine: -
Iran. Shahab adora guardare la luna, che se ne sta nel cielo, silenziosa. Come lui che a quattro anni non ha fatto ancora sentire la sua voce. Non c'è niente in lui che non vada. Ha solo deciso che non è il momento di iniziare a parlare. Quando gli altri lo prendono in giro, lui si chiude nel suo mondo con i suoi amici immaginari, Babi Asi
Per tutti è un bambino difficile, problematico. Anche per il padre che non ha tempo e voglia di comprendere il figlio ed i suoi silenzi. 
C'è una sola persona pronta ad ascoltare le sue parole non dette, a capire che ha solamente bisogno di tempo per cominciare a parlare: sua madre Mariam. Perchè anche lei sa cosa significa sentirsi diversi, in una realtà in cui una donna laureata deve rinunciare alla sua carriera per occuparsi della famiglia. Lei sa che il silenzio del bambino in realtà è un'arma contro l'indifferenza del padre. Una richiesta di attenzioni ed affetto. 
Grazie a lei, Shahab scopre giorno dopo giorno che, a volte, la strada che porta al cuore delle persone è lunga e piena di ostacoli. Ma quando l'obiettivo è davvero importante si trova sempre un modo di far sentire la propria voce e rompere il silenzio..
Quando ho scelto questo libro non sapevo minimamente quale messaggio di protesta forte ed intimo, al tempo stesso, potesse contenere; non posso che ringraziare la casa editrice per avermi omaggiato di un romanzo che, in un roboante silenzio, arriva dritto fino al cuore. Shahab è il terzo di tre figli di un padre che vede il mondo in bianco e nero. Shahab non parla, a differenza del fratello maggiore Arash ( primo ad ogni corso ed inevitabile cocco di papà con tutte le pressioni e responsabilità che ne derivano! ) e di Shadi, la piccolina di casa, tutta sorrisi, gridolini e chiacchiere infantili. Ma Shahab non è stupido come gli altri cercano di dipingerlo. Shahab sa parlare, semplicemente non vuole farlo! Nel mondo che lui stesso si è creato, condiviso insieme a due amici inseparabili ed immaginari, Babi e Asi, Shahab capisce ogni singola parola che gli viene rivolta; comprende ogni insulto degli amici che si fanno beffe di lui, della famiglia paterna che lo tratta come un caso perso e del padre che non lo ha mai abbracciato, che non lo ha mai capito, che non ha mai preso le sue difese, che non lo hai sostenuto in quella silenziosa lotta che, oramai, è diventata la sua unica arma. Shahab riesce a percepire il suo disprezzo e la vergogna che prova osservando un figlio che non riesce a reputare nemmeno suo. Come può, d'altronde, aver generato un figlio così tonto che a quattro anni ancora non sa parlare? Come può aver generato un figlio ritardato? Quel figlio che sarà la sua più grande rovina. Cosa dirà la gente?
3

ITALIA DO IT BETTER : La Settima Coorte di Stefano Bussa

Buongiorno Lettori.
Come avete passato il 25 Aprile?
Io mi ritrovo decisamente dolorante dopo una camminata di circa 15 chilometri con annesso momento di assoluta perdita di orientamento grazie ad un sentiero misteriosamente franato, fortunatamente superato da un bel pezzo di crostata decisamente Nutellosa ad attendermi alla meta.. una giornata movimentata, non vi pare?!
Oggi, invece, straordinario pomeriggio cinematografico con l'immancabile ed inevitabile Avengers: Age of Ultron  ( e mi perdo il derbyyyyyy ç___ç ), ma potevo IO lasciarvi a bocca asciutta!?
NO! Ovvio :)
E così con Stefano Bussa e la sua La Settima Coorte inauguro ufficialmente la nuova rubrica interamente dedicata ai romanzi madeinItaly.

Casa Editrice : Bompiani
Prezzo : 13.00€
Pagine : 240
Data di Pubblicazione : 19 Marzo 2015
Antonio ha una bella famiglia, lavora come cardiologo a Roma, ma a cinquant'anni sente arrivare la classica crisi di mezz'età.
A pochi giorni da Natale, in un momento di generosità, regala ad un extracomunitario un panettone che gli è stato donato.
Il giorno seguente scopre che la scatola del panettone nascondeva una bomba letale e la sua tranquilla vita non tornerà più come prima.
Un calembour di fughe in giro per l'Europa, da Roma a Lione, da Praga alla Croazia, scontri con terroristi e inseguimenti dell'Interpol, una serie di avventure da agente segreto fino alla scoperta di una misteriosa ed inaspettata verità..

Dall'introduzione di Giancarlo Di Cataldo :

« Un noir a tratti rutilante, sempre sorretto da una struttura robusta e da una scrittura ironicamente misurata. 
Il dottor Tommasini si ritrova prigioniero di un perverso gioco di sliding doors.. sta a ciascuno di noi decidere se spalancare quella o quell'altra porta girevole; sta a noi la costruzione del percorso che condurrà ad un epilogo tanto imprevisto da risultare sorprendente! »


Stefano Bussa è medico oncologico, responsabile di un Day Hospital di oncologia e considera il confronto con la malattia l'esperienza che più ha segnato la sua vita.
Sposato, vive con la moglie e i figli a Roma.
La Settima Coorte è il suo romanzo d'esordio.

Cosa ne pensate di questo libro e della nuova rubrica?
Amate leggere autori e nuove proposte italiane o preferite andare oltre i nostri confini?
Lasciatemi le vostre preferenze ed impressioni nei commenti :)
C.

0

SCRITTORI EMERGENTI #13 : Sono Io Taylor Jordan! - Le Fantastiche Disavventure di Maggie Clarke di Tania Paxia

E quando il weekend si avvicina, ci ritroviamo nuovamente insieme con la rubrica ( che sta diventando un vero e proprio must di questo piccolo angolo di mondo letterario! ) dedicata a voi scrittori emergenti, ma prima di parlarvi del libro di Sono io Taylor Jordan!, protagonista di questo nuovo appuntamento, vi lascio con la mini-intervista che Tania Paxia mi ha gentilmente rilasciato.

D. Come nasce la tua storia?
R. La storia di Taylor Jordan nasce da una chiacchierata tra amiche. Io, di solito, essendo una lettrice di fantasy, scrivo principalmente romanzi o racconti sul fantastico o di fantascienza. Mi hanno quasi sfidato a scriverne uno di narrativa. La storia ce l'avevo già in mente, ma mi mancava qualcosa per renderla completa. Diciamo che la parte romantica l'ho aggiunta in seguito! E mi sono divertita..
D. Cosa vuoi trasmettere ai tuoi lettori?
R. Vorrei trasmettere il mio buonumore e, dato che si tratta di una commedia, spero di essere riuscita a scrivere una storia divertente, ma allo stesso tempo non superficiale.
D. Se dovessi descrivere il tuo romanzo in tre parole, quali sceglieresti?
R. Curioso, segreto e divertente. Credo che queste tre parole lo rappresentino bene!

C'era una volta..
Una ragazza piena di paure che viveva a New York.
Tranquilli, non è un libro fantasy!
Questa è la mia storia: mi chiamo Meggie Clarke e sono una cover designer con la passione per la scrittura.
Vivo in un appartamento condiviso insieme a due inquilini, la Bestia e la Bella.
Ray Parker, invece, è il mio Capo, o il Principe, come lo chiamiamo in ufficio.
E poi c'è.. Taylor Jordan.

Ma chi è Taylor Jordan?
1° Indizio : Barnes&Noble. Unione Square. Sezione Fantasy.
2° Indizio : Taylor potrebbe essere una ragazza.
Per gli altri indizi dovrete aspettare di leggere il libro.. 
Perchè magari sono io Taylor Jordan.. oppure no! 

Data di uscita prevista per il 5 Maggio, ma già prenotabile su amazon.

« Quello che sto per narrarvi non è una favola, ma è la pura e semplice verità. E' quello che mi è successo davvero e, purtroppo, sono stata io l'artefice di tutto. Se non avessi nascosto la mia identità, questa storia, non sarebbe mai esistita.. »

Tania Paxia vive a Bibbona, un paesino in provincia di Livorno. Frequenta la facoltà di Giurisprudenza a Pisa ed una delle sue più grandi passioni è sicuramente la scrittura. 
Nicholas de Evelyn e il Diamante Guardiano ( titolo anche del suo blog! ) è il suo primo romanzo.
Predilige il fantasy come genere letterario, ma ha all'attivo anche altri libri : un thriller « La Pergamena del Tempo » ed un paranormal « Il Marchio dell' Anima EVANESCENT The Rescuer of Souls #1 », oltre ad un più recente fantasy « La Cacciatrice di Stelle ».

Intrigante, non trovate?
Lasciatemi le vostre impressioni nei commenti..
Cristina
0

#IOLEGGOPERCHE'

A partire dal 1966, ogni anno, il 23 Aprile vengono organizzate milioni di manifestazioni in tutto in mondo per celebrare la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto D'Autore.
Quest'anno, grazie alla lodevole iniziativa #IoLeggoPerchè; lanciata e promossa diverse settimane fa dall' AIE, anche il nostro Paese si trova in prima linea per diffondere la bellezza della lettura e con il primario obiettivo di conquistare i non lettori attraverso l'amore di chi ama i libri!
#IoLeggoPerchè prevede più di 700 eventi organizzati in tutto il territorio nazionale e nella giornata di oggi vedrà 5 città ( Milano, Roma, Cosenza, Sassari e Vicenza ) principali protagoniste di una grande festa della lettura attraverso diverse iniziative capaci di coinvolgere anche chi non legge o legge poco e di creare un ponte di collegamento tra l'universo dei libri, la varietà dei suoi autori ed il mondo eterogeneo dei lettori!
#IoLeggoPerchè amo sognare ad occhi aperti senza limiti..


Le diverse iniziative sono rivolte a tutte le fasce d'età ed è prevista la partecipazione di personaggi famosi come Neri Marcorè, Saturnino Dario Vergassola, Geppi Cucciari  e Arturo Brachetti oltre a migliaia di messaggeri appassionati lettori che distribuiranno circa 240.000 libri in edizione speciale. Pensando proprio a questa particolare celebrazione è stata creata una collana di 24 titoli :
scelti da diversi editori italiani con lo scopo di attirare e conquistare chi non legge o legge poco!

Chiudete la televisione e leggete un libro!
E se in quella scatola tecnologica i libri sono protagonisti?
Allora accendetela perchè questa sera il messaggio di #IoLeggoPerchè verrà trasmesso al grande pubblico attraverso un appuntamento speciale su Rai Tre condotto da PierFrancesco Favino che, in una recente intervista, ha descritto il suo ruolo come « colui che tiene il segno tra le pagine » ; un programma che non avrà nulla di tradizionale, non si tratta di un reading, ma un di vero e proprio evento che cercherà di ai suoi spettatori quelle personali emozioni che si provano sfogliando le pagine di un libro..!


Cosa avete in programma di fare in questa giornata?
Leggerete o acquisterete un nuovo libro oppure parteciperete attivamente alla manifestazione?
Fatemi sapere nei commenti :)
C.
0

NOVITA' IN LIBRERIA #12 : Non Più Briciole di Alessandra Arachi

A oltre 20 anni di distanza da Briciole ( 1994 ), primo romanzo italiano a portare il delicato tema dell'anoressia all'attenzione del grande pubblico, Alessandra Arachi torna a raccontare quel dramma dando, per la prima volta, il diritto di parole ad una madre!
In Non Più Briciole, infatti, viene riportata l'attenzione sul tema dell'anoressia, denunciando gli stereotipi che da anni circondano questa malattia, ostacolandone la guarigione: le colpe delle madri, ingiustamente ritenute per anni la causa principale di questo disagio.
Una condanna senza appello su tutte le madri che con forza e dignità lottano, in silenzio, giorno dopo giorno, per salvare la loro stessa ragione di vita..

INFO LIBRO
Non è facile comprendere il sacro furore che ha preso di mira le mamme delle ragazze anoressiche.
A loro, negli ultimi decenni, è stata data addirittura la colpa di essere la causa di questa malattia che, tra i disturbi della psiche, è quella con il più alto tasso di mortalità. A loro la croce del dramma. A loro il senso di impotenza. A loro.
Ma non a Marta.
Marta De Bellis non ci sta.
Ha una figlia di sedici anni, Loredana, che un giorno decide di lasciare a metà il suo piatto di spaghetti e si infila dentro quel tunnel che ha un nome ben definito, ma un'origine ancora oggi enigmatica: l'anoressia. Marta si trova a combattere. Contro la malattia di Loredana, ovviamente. Ma anche contro una montagna di stereotipi che le crollano letteralmente addosso, giorno dopo giorno. Medico dopo medico.
Stereotipi che vogliono la mamma colpevole dell'anoressia della figlia. Stereotipi che Marta respinge puntualmente al mittente, come in una partita di tennis.
Una partita mortale! Non c'è tempo da perdere. Perchè il peso di Loredana scivola fino a raggiungere i trentuno chili. E l'ago della bilancia non accenna a fermarsi..

Con uno stile scarno e una lingua asciutta, Non Più Briciole è il racconto in presa diretta di ciò che accade nella quotidianità, anche emotiva, di una madre di fronte ad una tale tragedia, purtroppo ancora molto attuale, e attraverso gli occhi, le parole, le paure e le emozioni di Marta viene data voce alle madri che, negli ultimi venti anni, si sono rivolte ad Alessandra chiedendo confronto e conforto.

Alessandra Arachi è nata e vive a Roma. Lavora come giornalista per il Corriera della Sera occupandosi di attualità, costume e politica.
Ha pubblicato il suo primo libro a 29 anni, nel gennaio 1994: Briciole, un successo che non è ancora terminato, e che è stato trasformato in un tvmovie trasmesso da Rai Uno.
Non Più Briciole in libreria da domani, 23 Aprile.

Conoscevate Briciole? E cosa ne pensate di questo nuovo romanzo?
Lasciatemi le vostre impressioni nei commenti..
Cristina
0

ADOTTA UN LIBRO #14 : Follia di Patrick McGrath

Buongiorno Lettori.
Dopo una settimana di pausa, torna il nostro consueto appuntamento con la rubrica #adottaunlibro che oggi ha come protagonista uno dei libri più belli letti negli ultimi anni.
Non conoscevo Follia, nè il suo autore e l'acquisto è avvenuto nel modo più spontaneo possibile: come accade spesso, mi aggiravo senza particolari progetti tra gli scaffali della mia libreria di fiducia e, come d'incanto, il mio sguardo si è posato proprio su questa copertina, misteriosa, enigmatica ed indefinita, che, insieme al titolo, ha reso la sua adozione praticamente inevitabile!

Casa Editrice : Adelphi
Prezzo : 12.00€
Pagine : 294
« Le storie d'amore contraddistinte da ossessione sessuale sono un mio interesse professionale ormai da molti anni.. »

Inghilterra, 1959.
Dall'interno di un tetro manicomio criminale vittoriano uno psichiatra comincia ad esporre, con apparente distacco, il caso clinico più perturbante che abbia incontrato nella sua carriera.
La passione letale tra Stella Raphael, moglie di un altro psichiatra dell'ospedale, e Edgar Stark, un artista detenuto per un uxoricidio particolarmente efferato.
E' una vicenda cupa e tormentosa, che fin dalle prime righe esercita su di noi una malìa talmente forte da risultare quasi incomprensibile.
Finchè lentamente ne emergono le ragioni nascoste.
Il fatto è che in questo straordinario romanzo neogotico, McGrath ci scalza dalla posizione abituale e confortevole di lettori, chiedendoci di adottare il punto di vista molto più scabroso di chi conduce una forma singolarmente perversa di indagine: il lavoro analitico.
Eppure qualcosa, forse una tensione che a poco a poco diventa insopportabile, ci avverte che i conti non tornano e che l'inevitabile scandalosa e beffarda verità sarà molto diversa da quella che eravamo stati costretti ad immaginare..

Storia: 9 | Personaggi: 9 | Stile: 10 | Copertina: 8

Credo che sia complicato scrivere una recensione ordinaria per un romanzo che di ordinario non ha proprio nulla! Follia è un libro sconvolgente: questa è la prima parola che mi è saltata in mente leggendo l'ultima frase, sfogliando la sua ultima pagina.
Leggendo questo libro veniamo letteralmente trasportati in una follia generalizzata che non abbraccia solo l'amore contrastato ed impossibile tra Stelle e Edgar, ma che, in realtà, è carattere comune di tutta la storia, di ogni personaggio, incluso il Dott. Cleave, psichiatra che racconta, apparentemente da esterno ed imparziale narratore, ogni singolo avvenimento che ha sconvolto la pacifica, ordinaria ed sorprendentemente apatica vita di Stella.
Il punto di forza di questo romanzo è sicuramente la narrazione ritmica, calzane e ricca di adrenalina che McGrath porta avanti con massima maestria per tutta la sua durata.
E' impossibile non essere attratti e coinvolti dalle menti dei due protagonisti, dalle loro scelte e dalla loro irrefrenabile passione; come d'altronde è praticamente improbabile non perdersi tra le pagine di questo libro che, forte dell'attrattiva psicologica, indaga nell'inquietante labilità della mente umana.
L'amore folle, soprattutto agli occhi della società e degli uomini, è il vero motore di questo romanzo ed è la stessa condanna che viene mossa a Stella che, dal suo punto di vista, non riesce a trovare nulla di sbagliato in quello che sta vivendo, anzi.
Attraverso gli occhi, le mani, il tocco e le parole di Edgar riesce a provare emozione che, fino ad allora, prigioniera di un matrimonio borghese troppo perfetto, non aveva mai nemmeno lontanamente immaginato, figuriamoci provato!

« Per la prima volta Stella sentiva che era valsa la pena di saltare nel vuoto perchè, alla fine, avrebbero trovato il posto sicuro dove amarsi senza paura. E Stella lo fece ridendo, gridando, urlando al magazzino intero tutta la vita che aveva dentro.. »

Edgar per lei rappresenta quell'agognata via d'uscita, quell'eccitante novità, quell'amore mai vissuto e coinvolgente capace di toglierle il respiro, di privarla della ragione e di portarla alla decisione più drastica della sua vita: lasciare la sicurezza di una vita, ma a quale prezzo?
Sono pagine capaci di renderti folle, se mi permettete questo gioco di parole: folle di sapere, folle di conoscere e folle di indagare su quanto accade alla fine di ogni cosa.
Un romanzo capace di stimolare anche la mente più razionale e pigra.
Follia, nel bene e nel male, non potrà certo lasciarvi indifferenti!

Conoscete questa Follia? Cosa ne pensate?
Lasciatemi le vostre impressioni nei commenti..
Cristina
4

[ RECENSIONE ] E le Stelle non Stanno a Guardare di Loredana Limone | Salani

Buongiorno Lettori!
In questa giornata di festa e relax - cullata da un vento che fa tanto bora di Trieste! - voglio condividere con voi i miei pensieri riguardo la mia ultima lettura : E le stelle non stanno a guardare di Loredana Limone seguito di Borgo Propizio. Una grande fiction italiana sulla vita italiana di provincia capace di iniettare una dose di buonumore che Loredana Limone riporta nel secondo libro della trilogia ambientata tra le mura solide e chiacchierate del Borgo più spiato ed amato d'Italia.

Tanti sono gli avvenimenti che scombussolano le giornata di Borgo Propizio e dei suoi numerosi abitanti, come la sempreverde Zia Letizia, indaffarata a gestire la latteria insieme a Belinda, nipote acidina; le due sorelle Mariolina e Marietta con il loro teatrino di litigi e riappacificazione; l'amabile Ruggero. rozzo-che-piace; Dora, più pettegola che giornalaia; il maresciallo capo Bartolomeo Saltalamacchia.. Con a capo il sindaco Rondinella, il paese sfoggia una nuova zelante giunta, il cui assessore alla Cultura, il nevrotico Tranquillo Conforti, incarica Ornella di organizzare un evento per l'inaugurazione della biblioteca. Sì, perchè il paese ora vuole la sua biblioteca civica. E dovrà esser un evento speciale, o meglio spaziale, addirittura un festival letterario, sotto le luccicanti e propizie stelle del borgo. Be', non sempre propizie. Le chiacchiere ricominciano il giorno in cui giunge Antonia, una forestiera dai boccoli ramati che porta un misterioso bagaglio interiore. Scappando da se stessa, è alla ricerca di un luogo dove curare l'anima, tanto da decidere che lì organizzerà la sua vendetta d'amore! Una vendetta contro chi? Quale che sia il motivo, è un piatto che andrà servito freddo. Ma Antonia non sa che Borgo Propizio ha il dono di cambiare la vita di coloro che varcano le sue mura merlate..
Chiedere ad un lettore perchè ama leggere, forse, è una delle domande più difficili nella sua sorprendente semplicità; eppure, ogni volta, finisco con il dare la solita risposta : « Leggere è evadere. Leggere è chiudersi in un mondo diverso, tuo e perfetto. Leggere è stare bene! Ecco perchè leggo.. » E le stelle non stanno a guardare rappresenta tutto questo.
Mi sono ritrovata a scorrere le sue pagine sempre con il sorriso stampato sul viso e con quella naturale curiosità che mi spingeva ad andare avanti, a voler sapere, conoscere ed indagare come una vera e propria comare! Ogni capitolo era un nuovo, piccolo e fondamentale pezzo di quel puzzle che, alla fine, si stava formando nella mia testa attraverso i vari personaggi, le loro avventure e disavventure, i loro pregi ed i loro difetti, le loro ambizioni, le loro sconfitto e gli immancabili intrecci che rendono questo romanzo corale ritmicamente coinvolgente e mai scontato!
8

SCRITTORI EMERGENTI #12 : Il Ritratto di Irene Milani

Buongiorno Lettori.
Appurando che oggi è ( shhhh..! ) venerdì 17 e che la sottoscritta non è affatto scaramantica ( dove diavolo ho messo il corno? ), che ne dite iniziare questa luuuuuunga giornata con una bella novità?
Il Ritratto di Irene Milani racconta all'apparenza una storia d'amore adolescenziale, ma nasconde molto di più.. tra le sue pagine è possibile rivivere la storia del nostro recente passato, viaggiare e riconoscersi in diversi riferimenti letterari, sorridere con un po' di sana ed immancabile ironia ed inevitabilmente spendere qualche calda lacrima come nel migliore dei romanzi.
Vi ho convinti?
Questo è solo l'inizio..

Prezzo : 0.99€
Pagine : 226
Cosa può nascondersi dietro un disegno apparentemente inspiegabile? 
Quali segreti e bugie può far scoprire l'incontro con un ragazzo misterioso quanto affascinante?

E' quello che deve scoprire Isolde, diciottenne trentina alle prese con le conseguenze della separazione dei genitori, con il trasferimento in una nuova città e in una nuova scuola alla vigilia della maturità, lontana dalle amiche del cuore e con la prima delusione d'amore.
Nonostante il momento difficile saprà reagire ed affermare la propria personalità a dispetto di quanto gli altri vorrebbero imporle, per vivere una vita non schiava dei fantasmi del passato..

« Penso sia la cosa migliore » rispose lui in tono neutro « io e te non abbiamo futuro.. »
« Certo.. ci basta l'ingombrante passato! » commentai acida, tentando di mantenere il tono di voce basso e asettico, senza riuscirci molto bene « Fai tutto facile tu.. »



Il Ritratto si apre con Isolde che, dopo una passeggiata, raggiunge una splendida radura nei boschi presso Lavis, nel Trentino, dove, quasi magicamente, ritrae un ragazzo misterioso. Da quel momento iniziano una serie di coincidenze che la portano dapprima a conoscere il giovane del disegno nel nuovo compagno di classe; per poi scoprire qualcosa di sconvolgente riguardo al passato della propria famiglia risalente alla Seconda Guerra Mondiale. I due giovani, Tristan e Isolde, i cui nomi già richiamano la ben nota tragedia, dovranno affrontare diffidenza, incomprensioni e sofferenze prima di capire che tra loro è nato un sentimento speciale.
Il romanzo è adatto ai lettori di ogni generazione ed età: ognuno riuscirà a cogliere ed apprezzare aspetti diversi durante la sua lettura.
Attraverso Il Ritratto viene indagata la difficile ricomposizione del nostro recente passato, in un luogo come  il Trentino, teatro della storia e dell'anima italo-tedesca. E' giusto che due giovani debbano rispondere e pagare le colpe dei propri antenati, tanto da essere allontanati e giudicati dagli stessi coetanei? Si può scegliere di essere felici, pur sapendo di ferire irreparabilmente chi si è preso di noi per una vita intera?


Il Ritratto « è il romanzo storico che ho deciso di presentare alle case editrici essendo riuscita, attraverso l'esperienza, ad esprimere meglio le mie emozioni e a raccontare le vicende dei singoli protagonisti.. ».
Irene Milani ha confessato che « il romanzo riflette la sua formazione: i due protagonisti devono svolgere la maturità scientifica, come me anni fa, e devono svolgere una tesina su Leopardi del quale, ora che sono insegnante di italiano, cerco di trasmettere al meglio sia le opere che il suo pensiero. ».
Attraverso questo romanzo, l'autrice vuole « trasmettere i valori in cui credi di cui il libro è disseminato: comportarsi onestamente, lavorare sodo, impegnarsi, non giudicare senza conoscere e, soprattutto, perdonare! »

Irene Milani è nata a Milano nel 1977, diplomata al Liceo Scientifico e laureata in Archeologia presso l'Università di Parma di Conservazione dei Beni Culturali. Vive a Como con la famiglia dove insegna italiano alle scuole medie.
Il Ritratto, pur non essendo la sua prima opera, è il primo romanzo pubblicato da una casa editrice.
E' possibile contattare l'autrice attraverso la pagine facebook o tramite l' indirizzo email.

Cosa ne pensate?
Lasciatemi le vostre impressioni nei commenti..
Cristina
1

NOVITA' IN LIBRERIA #11 : Reflections di Kasie West

Buongiorno Lettori.
Anche se oggi è il mio giorno prima dell'esame ( ennesimo test universitario verso il traguardo finale! ), non potevo non parlarvi di una nuova uscita targata De Agostini che mi ha colpito ed affascinato fin dal primo sguardo.
Come non rimanere attratti da questa copertina?
Accompagnata poi da una trama intrigante e misteriosa che rimanda, anche se solo vagamente, ad un più famoso Sliding Doors ( film del 1998 con Gwyneth Paltrow ) dove elemento comune è l'imprevedibilità del nostro destino e come la nostra stessa vita possa irrimediabilmente venire stravolta da una nostra semplice scelta!

Casa Editrice : DeAgostini
Prezzo : 14.90€
Pagine : 400
Mi chiamo Addison Coleman. Ho diciassette anni, una massa di riccioli biondi e un potere straordinario: riesco a vedere il futuro.
Di solito non amo approfittare di questa capacità, ma da quando i miei genitori hanno deciso di divorziare le cose sono cambiate.
Mi sono trovata davanti alla scelta più difficile di sempre : con chi di loro sarei andata ad abitare? e ho iniziato ad indagare il futuro. Un'indagine di sei settimane per capire quale fosse la migliore delle mie alternative.
O almeno così speravo.
Perchè l'indagine si è rivelata molto più complicata del previsto.
Due ragazzi hanno stravolto la mia vita, o forse sarebbe meglio dire.. le mie vite! Due ragazzi di cui è impossibile non innamorarsi.
Duke è come un mare in tempesta, travolgente e affascinante. Gioca a football e non sa ancora in quale college andrà il prossimo anno.
Trevor è come una notte d'estate, dolce e spensierato. Vorrebbe cominciare a giocare a football e disegna fumetti.
Uno riesce a farmi perdere la concentrazione con un solo sguardo. All'altro basta una parola per farmi battere il cuore all'impazzata.
Ed è per questo che scegliere tra i miei due futuri alternativi non sarà affatto facile: perchè qualsiasi decisione prenda, dovrò dire addio ad uno di loro..

Kasie West è madre di quattro figlie e vive in California.
Autrice della duologia Pivot Point e di un romanzo young adult.

Reflections si presenta come un coinvolgente romanzo con alla base una forte vena romantica assieme a quel pizzico di fantascienza e di suspance tale da renderlo perfetto per entrare e conquistare il cuore dei suoi lettori.
Ho apprezzato molto la scelta della casa editrice di mantenere la cover originale, magnetica ed indubbiamente suggestiva.
Sono veramente curiosa di conoscere quale sarà la scelta della giovane Addison; soprattutto perchè, come da famosa citazione cinematografica « da grandi poteri derivano grandi responsabilità.. »

Lettori, cosa ne pensate?
Lasciatemi le vostre impressioni nei comment..
Cristina
0

SEGNALATI DA.. SHHH! #3 : Chelsea & James di Giuseppe Cozzo

Buongiorno Lettori. 
Essendo felicemente sommersa dalle vostre richieste ( ma io vi aaaaaaaaaamo! ), oggi salta il consueto appuntamento con la rubrica #adottaunlibro per fare spazio ad una nuova segnalazione tutta italiana : Chelsea & James di G. Cozzo.
Considerato che, nel profondo, noi lettori nasciamo scettici quando si tratta di consigli letterari, allora vi suggerisco di leggere qualche recensione del libro qui per farvi un'idea su quello che potrete trovare sfogliando le pagine di questo romanzo.
Buona Lettura!

Prezzo : 6.25€ / 0.99€
Pagine : 194
Stati Uniti d'America.
Nel tentativo di perseguire il proprio personale senso di giustizia, due ragazzi cercano di fuggire da un ingombrante passato che li condiziona fortemente.
La moralità, immancabilmente relativa, viene messa in discussione, mentre un viaggio li porterà via dalla zona in cui hanno imparato a soffrire.
Scopriranno che allontanarsi da un luogo è possibile, ma prendere le distanze dalle proprie vite è un obiettivo che può essere raggiunto solo conoscendo sacrifici forse insopportabili..

E' possibile acquistare il romanzo su amazon.

« Negli occhi di Chelsea vedo qualcosa che mi spinge ad andare avanti. Non solo. 
Qualcosa mi guida, che mi conduce lungo la strada da seguire e non si limita ad indicarmela. 
E' una strada che potrei non essere in grado di percorrere.
Non so se sia in difetto di coraggio o capacità, ma sento che dovrei provarci ugualmente. A qualunque costo! »


Giuseppe Cozzo è nato il 10 Gennaio 1992. 
Gli studi universitari non gli impediscono di coltivare la passione per la scrittura, culminata con la realizzazione del suo romanzo d'esordio, Chelsea & James, pubblicato senza alcun contributo economico.
Per restare in contatto con i suoi lettori, oltre a gestire una pagina Facebook ed un profilo Twitter, cura un blog personale che potete trovare all'indirizzo www.giuseppecozzo.wordpress.com.
Attualmente sta lavorando al suo prossimo romanzo che verrà pubblicato nell'autunno del 2015.

Cosa ne pensate?
Fatemi sapere le vostre impressioni a caldo nei commenti..
Cristina
0

ANTEPRIMA #9 : Le Fragili Attese di Mattia Signorini

Buongiorno Lettori.
Oggi, nel nostro consueto appuntamento con le anteprime letterarie, voglio presentarvi il nuovo romanzo di Mattia Signorini : Le Fragili Attese, una coinvolgente storia corale sulle attese che ci riserva l'esistenza spesso lunghe, fragili, a volte senza fine!
Un libro, delicato ed intenso, che racconta di umane attese, di spazi vuoti dove, tra speranze silenziose e delusioni cocenti, può capitare che la nostra vita, anche se non per nostra volontà, si incagli..

« Una scrittura tanto immediata quanto percorsa da Brividi di immagini e pensieri che lasciano il segno nel lettore.. »

Prezzo : 17.00€
Pagine : 252
Data di Pubblicazione : 16 Aprile 2015
Questa è la storia della Pensione Palomar, un vecchio stabile a due piani nel quartiere periferico di una grande città.
Osservandola dalla strada, incastrata tra due palazzi, sembra appartenere a un tempo che non è più.
E' la storia di Italo, il proprietario che a quasi ottant'anni ha deciso di chiudere per sempre.
Osserva passare gli ultimi giorni seduto dietro al bancone, mentre rilegge vecchie lettere d'amore scritte da una ragazza negli anni Sessanta.
E' anche la storia dei suoi ultimi ospiti: Guido, un professore d'inglese che deve insegnare a parlare ad una bambina muta; Lucio Ormea, un uomo alla ricerca del padre che non vede da quando era piccolo; il generale in pensione Adolfo Trento, convinto che la soluzione di ogni pace stia nella guerra; Ingrid, un'arpista con il polso spezzato che lavora come cassiera al supermercato e di notte si accompagna ad uomini conosciuti per caso; e infine la domestica Emma che ha fatto della pensione Palomar la sua casa da ormai troppo tempo.
Sono tutte persone ferme ai margini di un mondo che corre troppo veloce, in attesa che arrivi qualcosa, forse un treno, che li porti via, verso una direzione qualsiasi, prima che sia troppo tardi..


« Si attende che la vita faccia un passo e la pianti di stare in bilico, pericolante su se stessa.
Si attende qualcuno, o qualcosa, che prende tutti i silenzi e lasciandoli cadere, quasi per sbaglio, li mandi in frantumi.. »

Mattia Signorini è nato a Rovigo nel 1980.
Ha pubblicato Lontano da ogni cosa e Ora ( Marsilio 2013 ).
Ha fondato la scuola di scrittura creativa Palomar. I suoi romanzi sono tradotti in otto paesi.

0

MEET THE BOOK #6 : La Risposta è nelle Stelle di Nicholas Sparks

Buona Domenica Lettori.
Come state trascorrendo questa soleggiata domenica primaverile?
L'influenza sta fortunatamente prendendo il volo per mete non conosciute, ma ben lontane dalla sottoscritta e, in attesa di uscire per godermi un bel pomeriggio umbro, eccoci nuovamente insieme per il sesto appuntamento settimanale della rubrica dedicate alle prossime uscite cinematografiche madeinbook! Non vi anticipo nulla, lasciatemi le vostre impressioni nei commenti :)

Prezzo : 13.00€ | Pagine : 434
IN LIBRERIA.
Una strada coperta di neve, un'auto che perde il controllo e va a sbattere. Alla guida il vecchio ira, che ora è incastrato, ferito, intirizzito dal gelo e così solo. Il dolore lo immobilizza e rimanere cosciente è uno sforzo indicibile, almeno fino a quando davanti ai suoi occhi prende forma una figura, prima indistinta, poi dolcemente nitida: è l'immagine dell'amatissima moglie Ruth. Che lo incalza, gli impone di resistere, lo tiene vivo raccontandogli le storie che li hanno uniti per più di cinquanta anni; i momenti belli e quelli tristi, le passioni e i rimpianti, e sempre l'amore infinito. Lui sa che Ruth non può essere lì, ma si aggrappa ai ricordi, alle emozioni, alle parole di loro due insieme. Poco distante da quella strada la vita di Sophia sta per cambiare per sempre. L'università, l'ex fidanzato traditore e violento, le feste e le amiche scompaiono nella notte di stelle in cui incontra Luke. Innamorarsi di lui è inevitabile, immaginare un futuro diverso diventa un sogno possibile. Un sogno che solo Luke può rendere reale. Purchè il segreto che nasconde non lo distrugga. Ira e Ruth. Sophia e Luke. Due coppie che apparentemente non hanno nulla in comune, divise dagli anni e dalle esperienze, ma che il destino farà incontrare, nel più inaspettato ed emozionante dei modi. Ricordandoci che anche le decisioni più difficili possono essere l'inizio di un viaggio straordinario, perchè i sentimenti e i segreti degli uomini percorrono strade impossibili.

« Fidati delle persone finchè ti danno motivo per non farlo più.
Allora non voltarti mai indietro.. »


AL CINEMA.
Con La Risposta è nelle Stelle viene tagliato il traguardo del decimo adattamento cinematografico dei libri di Sparks: un autore che ha indubbiamente emozionato e fatto innamorare tantissimi lettori in tutto il mondo, me compresa!
Nicholas Sparks in ogni suo libro riesce a creare quell'atmosfera magica ed emozionante, attraente e coinvolgente, capace di tenere il lettore incollato alle pagine; con quei speciali ingredienti che portano alla naturale immedesimazione nei suoi personaggi, nelle loro decisioni, nelle loro paure, nei loro sbagli e nel loro amore che, certamente, ne è l'elemento portante.
Grazie al suo stile fresco e diretto, Il Poeta dell'Amore permette ad ogni lettore di immaginare ogni scena e creare nella propria fantasia un vero e proprio film!
Ecco perchè, posso scommetterci!, questo nuova pellicola non sarà a meno delle precedenti :) Protagonisti di questa sorprendente storia d'amore sono due coppie molto diverse, ma legate, poi, dalle scelte autoritarie di un onnipresente destino.


Luke&Sophia: interpretati da Scott Eastwood ( figlio di Clint Eastwood e già interprete di varie pellicole e serie TV ) e da Britt Robertson ( attrice statunitense, protagonista ed interprete di numerosi lavori sia cinematografici che televisivi ).
Ira&Ruth: interpretati da Jack Huston ( attore britannico, noto per il ruolo di Richard Harrow in Broadwalk Empire ) e Oona Chaplin ( pronipote dell'indimenticato Chaplin, interprete di varie pellicole cinematografiche e con alle spalle varie produzioni televisive come Game of Throne ).

TRAILER ITALIANO :


Nicholas Sparks è nato in Nebraska nel 1965; ha studiato alla University of Notre Dame.
Vive con la moglie e i cinque figli in North Carolina.
Insuperabile narratore dei sentimenti; autore di numerosi bestsellers, tradotti in più di quaranta lingue e sempre presenti ai vertici delle maggiori e più influenti classifiche.
Fin dal 1999 ( con Le Parole che non ti ho Detto ), molti dei suoi libri sono stati oggetto di adattamento cinematografico.
www.nicholassparks.it
Cristina
5

SCRITTORI EMERGENTI #11 : Celeste di Cristina Vichi

Buongiorno Lettori.
Ed eccoci nuovamente insieme con il consueto appuntamento del venerdì insieme alla rubrica dedicata agli scrittori emergenti che, con un pizzico di orgoglio ( concedetemelo! ), sta ricevendo un discreto successo grazie a voi e alla fiducia che ponete in me e nel lavoro che faccio in questo piccolo angolo di mondo letterario..
Se desiderate farne parte, vi basta mandare una mail ( con tutte le informazioni necessarie ) alla mia casella di posta che trovate nella sezione contatti; proprio come ha fatto Cristina Vichi con la sua incantevole Celeste..

Celeste è una ragazza dal cuore selvaggio ed impavido, con una forza emotiva talmente spiccata da riuscire a ribellarsi alla corrente ideologica di tutta la nobiltà.
L'inaspettato incontro con l'amore sconvolgerà non poco la sua vita, ma lei, combattiva e diffidente, cercherà di resistere con tutte le sue forze a quel turbine di emozioni profonde e sconosciute penetrate nel suo cuore senza chiedere il permesso.
Il passato, però, con i suoi drammi ed inganni, sta per esplodere e Celeste si trova proprio al centro di tutto, perchè ciò che lei è dipende anche da avvenimenti accaduti quando ancora non era nata..

Cristina Vichi è nata nel 1985 e si è diplomata al Liceo Psicopedagogico.
Mamma di 3 bambini e assistente dentistica, asseconda la sua passione per la scrittura portando all'esordio il suo primo romanzo Celeste.
Potete conoscere l'autrice ed il suo libro attraverso il suo blog e la pagina facebook personale con approfondimenti e curiosità.

Celeste, romanzo storico pubblicato il 28 Marzo 2015 che potete acquistare in formato ebook al prezzo di 2.99€ e in formato cartaceo a 12.00€ nella piattaforma digitale di amazon.

Cosa ne pensate?
Lasciatemi le vostre impressioni nei commenti..
Cristina
1

NOVITA' IN LIBRERIA #10 : Tutto Quello che So di Noi di Rowan Coleman

Buongiorno Lettori.
Qui splende il sole, ma, per mia graaaaande fortuna, l'influenza non accenna minimamente a lasciare questo mio ( a quanto pare! ) invitante corpo.
Ieri mi sono occupata di un interessante libro ( vedi recensione qui! ), quindi, inevitabilmente, l'appuntamento consueto del mercoledì con la novità in libreria è stato posticipato ad oggi!
Consultando il web in cerca del titolo adatto, mi sono imbattuta in questa copertina che mi ha subito colpita, oserei dire proprio a prima vista.
Tutto Quello che So di Noi è un romanzo dove l'amore è sicuramente l'elemento focale; un libro che tratta di una malattia, come l'Alzheimer, in grado di colpire con imprevedibile violenza la parte più preziosa della nostra vita: i ricordi.
Ricordi che Claire, la protagonista, cercherà di preservare fino all'ultimo istante; trasportando su un diario l'amore imprescindibile ed eterno per la sua famiglia..


INFO LIBRO
Claire è una bella donna che vive con la figlia più grande Caitlin, il marito Greg di dieci anni più giovane, del quale si è innamorata e ricambiata quando lui le ha ristrutturato la casa e la loro figlia Esther di tre anni.
Claire, all'improvviso, comincia a perdere la memoria, in una rapida spirale fino alla diagnosi di Alzheimer.
Le cure non hanno effetto e Claire sa bene che presto scorderà tutto e tutti.
Così decide di scrivere un libro di ricordi, la traccia tangibile della sua esistenza e, soprattutto, della sua straordinaria storia d'amore con Greg e del profondo sentimento materno che la lega alle figlie..

« Ormai l'album è diventato parte di lei e parte della famiglia: è sempre in giro per la casa e c'è sempre qualcuno che aggiunge qualcosa o lo legge! Purtroppo però le pagine finiranno presto, questo mi spaventa.  Più la mamma ferma sulla carta ciò che ha nella mente e più temo che, quando non avrà più spazio, la sua testa sarà completamente vuota e lei se ne sarà andata per sempre.. »



Rowan Coleman vive nell'Hertfordshire con la famiglia. Dopo aver lavorato a lungo nel mondo dell'editoria, nel 2001 ha coronato il sogno di diventare scrittrice, vincendo un'importante concorso letterario. 
Da allora Rowan è diventata un'autrice famosa in tutto il mondo. 
Tutto Quello che So di Noi, in particolare, è stato un bestseller in America, Inghilterra e Germania.
Per conoscere meglio l'autrice : www.rowancoleman.co.uk
Cristina
0

RECENSIONE : Il Nostro Gioco di Ilaria Pasqua

Buongiorno Lettori.
Dopo la visita della dottoressa [ fortunatamente niente bronchite! :) ] ed aver coccolato la gatta in cerca di attenzioni mattutine, posso dedicarmi a voi e, in particolare, ad una recensione che mi sta particolarmente a cuore : Il nostro gioco - Sogni sospesi di Ilaria Pasqua.
Sono stata ben felice di conoscere l'autrice ed il suo libro che, senza girarci troppo attorno, mi ha conquistato fin dalle prime pagine e, leggendo quello che scriverò tra poco, capirete bene il perché..

Prezzo : 12.90€ | Pagine : 125
Devo portarla vi di qui.. è l'unico pensiero che Davide ha in mente mentre corre via dal ghetto insieme a sua sorella Flaminia di cinque anni.
E' la mattina del 16 ottobre 1943 e i due ragazzini sono rimasti soli in una Roma che non riconoscono più.
I tedeschi hanno preso in mano le redini della città e loro non sanno dove rifugiarsi per sfuggirgli.
Davide porta avanti il gioco iniziato dai loro genitori per impedire alla bambina cosa sta succedendo.
E così farà anche Enrico, un ragazzino dei quartieri ricchi che li nasconde in casa sua rischiando molto. Nonostante una prima iniziale diffidenza nascerà una bellissima amicizia che li salverà da un destino orribile.
Continueranno a giocare tutti insieme, trascinati dai sogni magnifici di Flaminia, fino a quando non finirà la guerra, fino a quando non sfiorirà del tutto l'infanzia..

Nota Storica : Il 16 ottobre 1943 è una data importante per la comunità ebraica di Roma, ma anche per la città intera. 
Per gli ebrei romani è l'ultima tappa di un triste itinerario iniziato nel settembre 1938 con la promulgazione delle leggi razziali..

Storia: 4 | Personaggi: 4 | Stile: 4 | Copertina: 3

Il nostro gioco si apre con due bambini in fuga, mano nella mano, tra le vie di una Roma in mano all'esercito tedesco. Davide e Flaminia fuggono dalla morte e da un destino che sembrava oramai scritto e giocano correndo, senza meta, verso un nascondiglio che possa renderli invisibili agli occhi dei grandi.
Flaminia ha solo cinque anni e nulla sa e conosce della realtà che li circonda: Davide ha promesso di proteggerla, di farla vivere nell'angolo della sua infantile fantasia e una promessa, si sa, va mantenuta! Ti ricordi quel gioco? sono state le ultime parole di due genitori ad un figlio costretto a crescere troppo in fretta, nell'arco di una notte, prima di perderli per sempre!
E quel gioco sarà il filo conduttore di tutta la narrazione.
Quello che maggiormente mi ha colpito è stata la facilità e la spontaneità con cui l'autrice riesce a far trasparire emozioni, paure, timori ed incertezze con una tale delicatezza, avendo tre bambini come protagonisti, che riesce a farti commuovere.
Enrico è il vero eroe di questa storia ed il personaggio che mi è entrato nel cuore fin dal primo momento.
Un bambino che non accetta quella situazione.
Un bambino che cerca quell'affetto e quell'amore che i suoi genitori, in spasmodica ricerca di potere e protezione, non sono capaci di dare e lui, nell'innocenza che solo i bambini sono in grado di trasmettere anche nelle situazioni più difficili, attraverso quel gioco, pur mettendo in pericolo la sua stessa vita, riesce a ristabilire il senso della verità e della giustizia in una casa, la sua, in cui sembrava oramai perduta!
Enrico, Davide e Flaminia diventano, in poco tempo, una cosa sola, praticamente imprescindibile.
Riescono a vedere le paure l'uno negli occhi dell'altro: paure profondamente diverse, ma, allo stesso tempo, capaci di unirli in un'amicizia che, seppur basata su diversità culturali e razziali, diverrà quell'ancora di salvezza di cui hanno bisogno, un porto sicuro in un mondo fatto di oscurità, dolore ed ingiustizie.

« Ogni giorno fingeva, compresi solo in quel momento, aveva paura quanto noi eppure sorrideva sempre. Così feci anche io e continuai ad incitare mia sorella col sorriso sulle labbra. 
Era il 16 ottobre 1943 quando la mia famiglia venne distrutta.. » 

Il nostro gioco è una bellissima storia di amicizia, generosità e coraggio; un manifesto di come il vero potere si ritrovi negli occhi di un bambino, nella sua anima pura ed intatta e in quella ferma volontà di amare profondamente chi è stato condannato, senza colpe, dall'ignoranza inspiegabile dei grandi.
Ilaria Pasqua, grazie ad una scrittura lineare, ritmica ed incisiva, ci trasporta dentro la vita dei singoli personaggi attraverso le loro paure, le loro ansie, i loro principi e valori, i loro sbagli ed incertezze. Nulla viene lasciato indietro; ogni singolo momento viene descritto perfettamente rendendo il lettore capace di immaginare e focalizzare ogni scena, ogni lacrima, ogni sofferenza, ogni sorriso ed ogni abbraccio.
Vi consiglio questa lettura per il bellissimo messaggio di speranza che accompagna tutta la narrazione, dove gli orrori della persecuzione nazista vengono filtrati dagli occhi della purezza e dell'innocenza di bambini che non potranno mai dimenticare.
Quello che dovremmo fare noi.
Mai dimenticare la nostra storia, il nostro passato e quegli errori che non sono poi così lontani, ma che potranno, con estrema facilità ed incauta leggerezza, essere ripetuti e portare a conseguenze ancora più dolorose.

Grazie ad Ilaria per la fiducia dimostrata verso di me e verso il mio lavoro e, soprattutto, per avermi permesso di vivere questa storia con la stessa sensibilità e delicatezza che traspare dalle sue parole.

Cristina
2

ADOTTA UN LIBRO #13 : Una Stanza Piena di Sogni di Ruta Sepetys

Buongiorno Lettori. 
Sto scrivendo questo nuovo appuntamento dedicato alle adozioni addentando un bel pezzo di cioccolata fondente perchè io no! non sono affatto golosa.
Dopo Avevano Spento anche la Luna, per la seconda volta, protagonista della rubrica è Ruta Sepetys con il suo emozionante secondo libro capace di colpire nuovamente dritto al cuore; con un romanzo, ricco di atmosfera, sulla forza ed il potere della speranza; pagine che ci dimostrano come l'amore si nasconda dove meno te l'aspetti.

Prezzo: 17.60€ | Pagine: 320
New Orleans. 
Josie ha diciassette anni, ma non sa cosa sia un abbraccio. Non ha mai conosciuto l'affetto di una carezza, non ha mai ascoltato il suono di una voce dolce. Sua madre è una prostituta e l'ha sempre trattata come un'estranea. Eppure, da sempre, Josie custodisce un segreto, un luogo speciale tutto suo: la stanza sopra la libreria del quartiere dove lavora. Lì si rifugia nei pochi momenti liberi delle sue giornate. Lì, tra le pagine di Charles Dickens, Jane Austen e Francis Scott Fitzgerald, immagina un futuro lontano.
Quando, un giorno, nel negozio entra Hearne, un uomo misterioso con la passione per le poesie di Keats, Josie per la prima volta crede che il sogno di una vita potrebbe diventare realtà. Hearne è diverso da tutti. Si preoccupa per lei, le chiede come sta, le offre parole di conforto. E' come il padre che non ha mai avuto. Ma, quando tutto sembra possibile, anche scappare da New Orleans, Hearne viene ucciso. La vita ha deciso di mettere ancora una volta alla prova Josie. Non solo Hearne non c'è più, ma a venire accusata della sua scomparsa è la madre della ragazza. Adesso Josie deve scegliere.
Scegliere tra la donna che non le ha mai dato amore e la fuga. Scegliere tra il cuore e la speranza. Gettare la paura alle spalle e spiccare il volo. Perchè a volte si può volare anche con un'ala ferita.

« I miei desideri sono in trappola. Il mio rifugio è tra i libri. 
Ma voglio cambiare il mio destino.. »

Storia: 9 | Personaggi: 8 | Stile: 8 | Copertina: 8

Dopo il grande successo di Avevano Spento anche la Luna, anche in questo romanzo troviamo lo stesso stile diretto, armonioso e concreto. 
Vivendo questo romanzo, sembra quasi di assistere ad un vecchio film in bianco e nero: ogni ambientazione, ogni personaggio, ogni situazione viene descritta magistralmente, con dovizie di particolari e senza troppi fronzoli; con tale maestria da permettere al lettore di essere letteralmente catapultato nella New Orleans degli anni cinquanta, vivere la sua quotidianità attraverso gli occhi dei vari personaggi che si susseguono nella lettura ed apprezzare ogni riferimento ad un epoca fascinosa ed intrigante.
In Una Stanza Piena di Sogni è possibile assaporare lo stile diretto e critico di Dickens che, non a caso, più volte compare nella lettura del romanzo, attraverso l'amore per le sue opera della nostra giovane protagonista e mediante una propria analisi etnologica di quel particolare e contraddittorio periodo storico.
In questo romanzo riusciamo a vivere questa contraddizione e sostanziale diversità sociale: l'ambiente elitario contrapposto a quello malfamato del Quartiere Francese, popolato da donne lascive, omosessuali e neri; personaggi femminili forti ed indipendenti, come la burbera Willie, maitress di successo e fama, personaggi controversi e silenziosi, come Charlie, scrittore e proprietario della libreria dove lavora Josie e personaggi misteriosi e vicini alla nostra coraggiosa protagonista, come Patrick o Jesse.
Una coralità che non perde mai quel ritmo vivace e presente che è possibile assaporare in ogni pagina del romanzo: sono personaggi che non perdono mai la loro integrità e la loro evidente particolarità di linguaggio e carattere! Nessun personaggio viene lasciato al caso, ma, al contrario, diventa tassello perfetto per un puzzle complesso fatto di emozioni, litigi, sofferenze e rinascite che culmineranno nella parte finale del romanzo..
Una Stanza Piena di Sogni racconta una storia unica di scelte difficili e svolte coraggiose, di fughe e speranze, di bisogno di amore e voglia di sognare senza mai perdere la sua autenticità.
Un romanzo perfetto per chi vive la magia dei libri.
Un romanzo ideale per chi ha sempre sognato di lavorare in una libreria.
Un romanzo imperdibile per chi è attratto dalla raffinata classe eterna degli anni cinquanta.

Lettori, avete letto il libro? Cosa ne pensate?
Lasciatemi un commento con le vostre impressioni..
Cristina
2

ANTEPRIMA #8 : La Luce dopo il Tramonto di Carla Buckley

Buongiorno Lettori. 
Come state? Sopravvissuti al pranzo di Pasqua? Avete fatto scorta di cioccolato, ma, soprattutto, cosa avete trovato dentro al vostro uovo?
Per quanto mi riguarda, sto combattendo da almeno 3 giorni con un raffreddore estremo, sono tornata a mangiare dolci e mi sono riempita di crema pasticcera e fragole ♥ cosa volere di più?
Ma torniamo a noi..
In questo giorno di festa, voglio presentarvi un'interessantissima anteprima che mi è stata segnalata direttamente dalla casa editrice Nord ( e la mia wishlist continua a crescere.. ): La Luce dopo il Tramonto di Carla Buckley; romanzo eletto dalla critica americana come uno dei migliori romanzi dell'anno.

« Offre la suspance di un thriller arricchita da personaggi memorabili. 
Una lettura entusiasmante sui conflitti interiori generati dagli affetti familiari.. »

Un libro che ci coinvolge in una storia profondamente autentica, animata da due personaggi a loro modo straordinari: Tyler - un outsider che vede il mondo da una prospettiva spiazzante, priva di ipocrisie - e Eve - una madre che ha rinunciato a tutto per dedicarsi con anima e corpo al figlia - e che solleva degli interrogativi che ci troveremo tutti, prima o poi, ad affrontare.

Casa Editrice : Nord
Prezzo : 16.60€
Pagine : 436
Data di Pubblicazione : 23 Aprile 2015
Tyler è un ragazzo speciale. E non perchè è affetto da una rarissima malattia genetica che lo costringe a vivere al buio, quasi sempre nella sua stanza, senza altri contatti con l'esterno che non siano i familiari e Internet. No, Tyler è un ragazzo speciale perchè, nonostante tutto ciò, è sicuro che prima o poi troverà il suo posto nel mondo. E' lì fuori, da qualche parte, che lo aspetta. Lui deve solo cogliere l'occasione giusta per dimostrare agli altri, in particolare a sua madre, che nella vita se la può cavare anche da solo. Ed è per questo che, quando in un freddo pomeriggio di pioggia, la figlia dei suoi vicini scompare nel nulla, Tyler si mette in testa di risolvere il mistero e, all'insaputa di tutti, la notte inizia a uscire di casa per andare a caccia d'indizi, scoprendo così i piccoli, grandi segreti degli abitanti del quartiere. Ma, a poco a poco, si renderà conto che è proprio la sua famiglia a nascondere i segreti più pericolosi.
Dodici anni fa, la vita di Eve Lattimore è cambiata per sempre. Seduta in un asettico studio medico con in grembo il figlio di due anni e stringendo la mano del marito per farsi forza, ha ascoltato la diagnosi: per Tyler, anche la minima esposizione alla luce del sole potrebbe essere fatale. Da allora, ogni mattina prima che sia l'alba, Eve si assicura che il figlio finisca la colazione in tempo e ritorni in camera sua, dove le finestre sono schermate con pesanti tende nere. Poi chiude la porta a chiave, per riaprirla solo dopo il tramonto. Proteggere Tyler dalla luce è la missione di Eve. Una missione che lei non abbandonerà nemmeno quando, in un freddo pomeriggio di pioggia, commetterà una leggerezza imperdonabile e dovrà scegliere tra suo figlio e la verità!
« Cosa significa essere genitori?
Fino a che punto è giusto che le nostre paure condizionino le persone che amiamo?
E fino a che punto è giusto spingersi per proteggere la vita dei nostri figli? »

Carla Buckley è nata a Washington, dove ha lavorato presso lo Smithsonian Institution, l'ente per l'istruzione e la ricerca che gestisce venti musei in tutti gli Stati Uniti e considerato il più grande complesso museale del mondo. La passione per la letteratura, però, l'ha convinta a lasciare il suo impiego per dedicarsi a tempo pieno alla narrativa.
La Luce dopo il Tramonto è il suo romanzo d'esordio.

Onestamente, trovo questo libro molto interessante con tutti gli ingredienti giusti per dimostrarsi una lettura intrigante ed accattivante al punto giusto; romanzo che, d'altronde, si è rivelato un chiaro successo fin dal sua prima apparizione nelle librerie americane, accolto con ottimi riscontri sia dal pubblico che dalla critica!

Lettori, cosa ne pensate? Ha convinto anche voi?
Cristina
0

SCRITTORI EMERGENTI #10 : La Figlia della Vendetta di Giada Bafanelli

Buongiorno Lettori.
Come ogni venerdì, questo spazio è completamente dedicato a voi, scrittori emergenti, e alla vostra voce attraverso le mie parole. Potete prenotare il vostro spazio contattandomi via mail o attraverso la posta privata della pagina FB.
Per qualsiasi chiarimento, dubbio o consiglio sono a vostra completa disposizione.
A causa di impegni vari che mi tengono decisamente occupata, mi vedo costretta a non poter accettare di recensire ulteriori libri emergenti; in futuro vi comunicherò la mia disponibilità.
Ringrazio Giada per la fiducia..

Una profezia di morte scuote Asgard dopo secoli di pace : qualcuno tradirà gli dei e scorrerà sangue di molti innocenti.
Mentre Loki viene additato come traditori e Idun si trova invischiata negli intrighi di corte di cui non importa nulla, le valchirie, guidate dalla coraggiosa Brunilde, escogitano in segreto un piano per fuggire dalla città degli dei.
E Sif, divisa tra l'amore di chi l'ha salvata ed il desiderio di vendetta, rischierà di cambiare per sempre il destino di Æsir.

Dal 29 Marzo 2015 è possibile acquistare il romanzo « La Figlia della Vendetta » ad 1.49€ in diversi stores digitali come :





Giada Bafanelli ha 26 anni, adora inventare e scrivere storie, perdersi tra le pagine dei libri e comporre melodie medievaleggianti! 
E' una blogger ( Pagine Magiche ); potete contattarla anche attraverso i social facebook e twitter.

« La voce di Svava era forte e cristallina, e la valchiria non tentennò neanche per un attimo. Brunilde si sentì riempire il petto di orgoglio: era fiera di lei e di tutte loro ed era fiera di morire al loro fianco.. »
0
Powered by Blogger.
Back to Top