Recensioni

Recensioni
Recensioni

Consigli di lettura

Consigli di lettura
Consigli di lettura

Blogtour

Blogtour
Blogtour

MEET THE BOOK #5 : Una Stanza Piena di Gente ( The Crowded Room )

Buongiorno Lettori. 
Come riportato da vari giornali, riviste e siti d'informazione italiani tra cui comingsoon.it :

« Di Caprio sarà Billy Millingan in The Crowded Room, 
storia di un criminale affetto da ben 24 personalità diverse.. »

L'eclettico attore statunitense porterà sugli schermi la storia del primo uomo americano dichiarato non colpevole per infermità mentale. Adattamento cinematografico del libro non-fiction di Daniel Keyes ' The Mind of Billy Millingan ', pubblicato per la prima volta nel 1981.

Prezzo : 19.00€ | Pagine : 544

IN LIBRERIA.
Il 27 ottobre 1977, la polizia di Columbus, Ohio, arresta il ventiduenne Billy Millingan con l'accusa di aver rapito, violentato e rapinato tre studentesse universitarie.
Billy ha vari precedenti penali e contro di lui ci sono prove schiaccianti. Ma, durante la perizia psichiatrica richiesta dalla difesa, emerge una verità sconcertante: Billy soffre di un gravissimo disturbo dissociativo dell'identità.
Nella sua mente vivono ben 10 personalità distinte che interagiscono tra loro, prendono di volta in volta il sopravvento e spingono Billy a comportarsi in maniera imprevedibile.
Così, per la prima volta nella storia giudiziaria americana, il tribunale emette una sentenza di non colpevolezza per infermità mentale.
Tuttavia Billy rimane un rebus irrisolto fino a quando, durante il ricovero in un istituto specializzato, a poco a poco non affiorano altre 14 identità autonome, tra cui spicca Il Maestro, sintesi della vita e dei ricordi di tutti i 23 alter ego.
E proprio grazie alla sua collaborazione è stato possibile scrivere questo libro che, con la passione e lo slancio di un resoconto in presa diretta, ricostruisce l'incredibile vicenda di Milligan e ci permette di entrare in quella stanza piena di gente che è la sua psiche..

« Gli occhi di Millingan vagavano da una parte all'altra. 
Si guardò in giro, come qualcuno che si è appena svegliato da un sonno profondo..  »


AL CINEMA.

In realtà non sappiamo ancora molto di questo film che, secondo il gergo cinematografico, si trova attualmente in development; l'unica certezza sta nel nome attorno al quale ruota questa futura pellicola: Leonardo DiCaprio che ne sarà produttore e protagonista!
Lo stesso attore, infatti, ha dichiarato di aspettare questo ruolo dal 1997 e, per quanti lo hanno amato in Shutter Island, sembra chiaro che è uno dei pochi talenti di Hollywood a potersi cimentare in questo complesso ruolo.
La stessa storia dell'adattamento cinematografico del romanzo appare decisamente ingarbugliata e complicata: James Cameron si interessò per primo al progetto nel 1998 con John Cusack nel ruolo principale; poi David Fincher provò con Brad Pitt, Steven Soderbergh con Sean Penn e Danny De Vito con lo stesso DiCaprio, ma senza creare nulla di effettivamente concreto.
Negli anni si è parlato anche di altri attori e registi del calibro di Nick Cassavetes, Johnny Depp e Matthew McConaughey, ma, anche in questi casi, senza nulla di fatto!
In questo nuovo tentativo, la sceneggiatura verrà affidata a Jason Smilovic e Todd Katzberg, mentre la produzione spetta alla Appian Way dello stesso DiCaprio in collaborazione con la New Regency. Nulla ci è dato a sapere, al momento, circa la direzione del film! Come accade leggendo il libro, anche attraverso la pellicola sarà possibile entrare in quella stanza piena di gente in una visita che ci lascerà, sicuramente, sconvolti e turbati, ma che, allo stesso tempo, sarà capace di indurci a riflettere sull'abisso nascosto in ogni uomo.
Perchè, come scrive lo stesso Milligan all'autore del libro :

« Solo chiudendo la porta al mondo reale, noi potremo vivere in pace nel nostro.. »

Esprimersi positivamente su questo progetto, da parte mia, forse, è un po' avventato, ma la trama e l'innegabile talento di DiCaprio suggeriscono che questo film potrà, finalmente, condurlo fino alla meritata ed ingiustamente da troppo tempo attesa statuetta degli Oscar.
Infatti, partendo proprio dall'onnipresente Titanic ( film che lo ha portato al successo, ma che, in egual modo, avrebbe potuto affossarlo come artista e vincolarlo ad uno specifico ruolo! ), Leonardo è riuscito negli anni a staccarsi dalla figura positiva e sognatrice di Jack Dawson, arrivando ad interpretare ruoli complicati, complessi, profondi e quantomeno difficili in diverse pellicole tra cui, essendo i miei preferiti, vale la pena di ricordare Shutter Island, Inception ed il più recente The Wolf of Wall Street.
Da ragazza degli anni novanta, DiCaprio è sempre stato uno dei miei attori preferiti proprio per la sua naturale capacità di trasformarsi e di ricoprire, con indubitabile credibilità, i ruoli più diversi e credo che, anche questa volta, non sarà da meno!

E voi, Lettori, cosa ne pensate?
Cristina

1 commento

  1. Sono troppo curiosa e fiduciosa di vedere Leo (pure per me, tra i miei attori preferiti) in questo ruolo.
    E spero proprio che l'Academy si dia una svegliata.
    Quanto alla storia, ricordo ancora un libro di Sheldon letto molti anni fa, "Dietro allo specchio", che parlava di questa malattia...allora, nella trama, non c'era alcuna indicazione in merito ed è stata una bella sorpresa...è davvero inquietante cosa può nascondersi dietro la mente umana...

    RispondiElimina

Leggere in Silenzio vive attraverso i vostri commenti e condivisioni: lasciate un segno del vostro passaggio!
Se vi piace quello che avete incontrato in queste pagine, diventate Lettori Fissi.
Grazie per il vostro sostegno.

Powered by Blogger.
Back to Top