Recensioni

Recensioni
Recensioni

Consigli di lettura

Consigli di lettura
Consigli di lettura

Blogtour

Blogtour
Blogtour

ADOTTA UN LIBRO #7 : Brutta di Constance Briscoe

Casa Editrice : Corbaccio
Prezzo : 15.00€
Pagine : 334
Buongiorno Lettori.
Siamo arrivati al settimo appuntamento con la rubrica Adotta un Libro : oggi voglio presentarvi un romanzo che mi è stato consigliato alcuni mesi fa e che, nella sua diretta sofferenza, è entrato potente e straziante nel cuore e nell'anima!

Constance Briscoe è nata a Londra nel 1957 da genitori immigrati giamaicani, prima di sei figli.
L'infanzia di Constance è stata devastata da una madre che la maltrattava fisicamente e la tormentava psicologicamente.
Picchiata e lasciata senza cibo, privata di un letto in cui dormire e continuamente insultata a causa della sua presunta bruttezza, la piccola Constance ha persino chiesto ai servizi sociali di mandarla in orfanotrofio e, al loro rifiuto, ha tentato di suicidarsi bevendo candeggina perchè sapevo che eliminava ogni genere di microbi e mia madre mi aveva sempre detto che ero un microbo.
A quattordici anni Constance è stata poi abbandonata dalla madre, ma ha trovato la forza per reagire, per sopravvivere lavorando e studiando, per continuare una vita iniziata ferocemente.
Questa è la sua storia: straziante, ma alla fine trionfante.
La storia di una bambina che è diventata donna semplicemente grazie a sè stessa.

« L'umiliazione era totale.. La presenza stessa di mia madre e le botte che mi dava mi agitavano così tanto che a volte svuotavo la vescica proprio davanti a lei, e lei lo prendeva come gesto di sfida.. »

Leggendo questo libro mi è capitato di ripetere molto volte è una storia vera! perchè chi potrebbe mai immaginare che una madre sia realmente in grado di annientare la propria bambina, sangue del suo sangue?
Eppure questa è stata la vita di Constance: scandita da minacce ed offese dilanianti, abusi e violenze psicologiche e fisiche a causa di un'apparente bruttezza che la madre non smette mai di ricordarle.
Credo che sia necessario approcciare questa lettura ben preparati a quello che troveremo davanti ai nostri occhi perchè iniziare questo straziante racconto alla leggera finirà per straziarvi.. Questo mi è accaduto! Prima di leggere questo libro non credevo o, forse, speravo che cose simile potessero realmente accadere, non almeno da una madre. Leggere queste pagine significa drasticamente vivere quei momenti e reagire. Le emozioni che pervadono il lettore possono essere le più disparate, ma, credo, tutte accomunate dal medesimo destino : incredulità e odio.

Clare, o meglio, Constance è una figlia che non è mai stata né considerata tale. E' una bambina costretta a crescere troppo presto, una bambina che non sentiva quella naturale sicurezza nemmeno nella propria casa! I contatti, purtroppo fin troppo frequenti, con quella che a stento riuscirei a definire madre non portavano mai ad amore o gioia, ma solo a dolore, insicurezza, inadeguatezza e terrore negli occhi e nel corpo di una bambina innocente che nulla poteva chiedere oltre al naturale amore materno. La madre viene indirettamente presentata come una donna vuota, egoista e priva di ogni morale; una donna violenta, incapace di amare, subdola e meschina proprio verso quella fragile creatura che avrebbe dovuto proteggere ancora prima della sua stessa vita! I fratelli, dal canto loro, erano ben felici di non essere oggetto di quelle attenzioni; un naturale egoismo che ho sempre individuato più come innato senso di protezione che vera indifferente cattiveria verso la sorella in evidente difficoltà.
Dopotutto, non era forse più conveniente voltarsi altrove, patteggiare per la madre, assecondare quell'abominio, invece di prendere le parti della sorella?

Ma questa lettura non è solo dolore e sofferenza, ma un vero manifesto e testimonianza di coraggio, di forza e di rivalsa. Una lettura indubbiamente forte e cruenta, ma che, allo stesso tempo, non può che far pensare, fermare e riflettere..

Avete letto il libro? Cosa ne pensate?
Lasciatemi le vostre considerazioni nei commenti..
Cristina

Nessun commento

Leggere in Silenzio vive attraverso i vostri commenti e condivisioni: lasciate un segno del vostro passaggio!
Se vi piace quello che avete incontrato in queste pagine, diventate Lettori Fissi.
Grazie per il vostro sostegno.

Powered by Blogger.
Back to Top