Recensioni

Recensioni
Recensioni

Consigli di lettura

Consigli di lettura
Consigli di lettura

Blogtour

Blogtour
Blogtour

ADOTTA UN LIBRO #2 : La Musica delle Parole di Emily Mandel

Secondo appuntamento settimanale dedicato alla rubrica delle adozioni libresche. Oggi ho pensato di presentarvi un libro letto quasi due anni fa, acquistato in piena fase di shopping istintivo, attratta dalla sua copertina e, soprattutto, da un titolo assolutamente emblematico per chi, come la sottoscritta, ama la musica e la lettura in egual modo: La Musica delle Parole di Emily Mandel.

Lilia Grace Albert ha viaggiato tutta la vita, cambiando costantemente luoghi e abitudini.
E' ripartita per nuove destinazioni talmente tante volte che non sa più come fermarsi.
Rapita dal padre a sette anni, ha imparato a costruirsi un'identità fatta di tanti frammenti diversi che raccoglie con la sua inseparabile macchina fotografica .
Adora la solitudine e chi la conosce bene può figurarsela mentre cerca di raccogliere l'immagine perfetta nel bel mezzo di un temporale.
Ora sta lasciando New York e con un bacio sulla fronte saluta il suo attuale compagno, ignaro che fra poco di lei rimarranno solo le impronte umide sul parquet.
Questa è la vita di Lilia e gli altri possono fare poco per cambiarla: si può forse ingabbiare la libertà?
Ma cosa succede quando chi è abituato a fuggire farebbe di tutto per rimanere?

Storia: 8 | Personaggi: 7 | Stile: 7 | Copertina: 7

Tornando a consultare la mia libreria su Anobii, mi sono resa conto di aver finito questo libro in appena 48 ore e rileggendo, ora, qualche passo, qua e là, non fatico a trovare un perchè. E' quel genere di libro che non può essere semplicemente letto. Questo libro va divorato!
E' un romanzo sicuramente sorprendente e peculiare, partendo dalla forma narrativa utilizzata dalla scrittrice. Particolare, oserei quasi dire. Passando, con estrema facilità, dal passato al presente senza mai indurre il lettore alla confusione o all'irritante incertezza. Inserendosi nella vita di ogni singolo protagonista di una storia travolgente, passionale, emozionante ed essenzialmente reale.
Sono rimasta letteralmente incollata a queste pagine, una dopo l'altra. Senza quel desiderio di andare avanti, di andare oltre, di leggere velocemente o di saltare qualche passaggio. Ma sinceramente bramando di conoscere il mistero della vita di Lilia, il motivo che ha spinto il padre ad una scelta così drastica e dolorosa e volendo sostanzialmente entrare dentro la testa della protagonista : capire il suo dolore, la sua insistenza del voler scappar via, di abbandonare la propria vita e i propri affetti, comprendere il reale motivo della sua incapacità di essere parte del mondo o, semplicemente, di essere, lì, viva, presente per un periodo indefinito ed imprevedibile di tempo.
Parte del suo essere mi ha affascinata durante la lettura di questo romanzo. Primo fra tutti, la sua necessità di viaggiare, di essere sempre altrove, essenzialmente di muoversi.
E' un piccolo libro, numericamente parlando, ma credo meriti di essere letto e vissuto, dalla prima all'ultima parola..
Emily Mandel è nata in Canada e dopo aver studiato danza alla The School of Toronto Dance Theatre si è trasferita a New Yoirk dove vive con suo marito.
Il suo primo romanzo Last Night in Montreal è stato finalista come libro dell'anno 2009 del ForeWord Magazine e The Singer's Gun ha vinto un Indie Bookseller's Choice Award.
Cristina

2 commenti

  1. Mi è bastato leggere la prima frase della trama per volerlo!!!
    Adoro il tuo shopping istintivo!!

    RispondiElimina
  2. uh, sembra molto carino sto libro! mi hai incuriosito...me lo segno!

    RispondiElimina

Leggere in Silenzio vive attraverso i vostri commenti e condivisioni: lasciate un segno del vostro passaggio!
Se vi piace quello che avete incontrato in queste pagine, diventate Lettori Fissi.
Grazie per il vostro sostegno.

Powered by Blogger.
Back to Top