Recensioni

Recensioni
Recensioni

Consigli di lettura

Consigli di lettura
Consigli di lettura

Blogtour

Blogtour
Blogtour

[ BLOGTOUR RECENSIONE ANTEPRIMA ] Il Grande Grabski di Marco Rinaldi | Fazi Editore


Buongiorno Lettori! 
Siete pronti a conoscere Maurizio e il suo controverso terapista? Il grande Grabsky uscirà domani in tutte le librerie e Marco Rinaldi ci regala una storia sarcastica e divertente, capace anche - sotto un sottile e particolare punto di vista - di far riflettere sui nostri punti debole e sulle nostre incontrovertibili ossessioni.

IL GRANDE GRABSKI di Marco Rinaldi
Prezzo: 16.00€ | Pagine: 236
Maurizio, quarant’anni, cuoco sopraffino, è un uomo fondamentalmente sano. Ha alle spalle una famiglia normale, è amante del buon cibo e delle belle donne ma, convinto dalla moglie che lo ritiene malato, finirà per affidarsi alle cure del dott. Grabski, per anni. Il dottore, psicanalista freudiano, ma anche lacaniano o junghiano, a seconda del momento e dell’estro, coinvolgerà il protagonista in un improbabile percorso psicoterapeutico passando dal classico lettino ai giochi con la sabbia, dall’ascolto delle “voci” alla drammatizzazione di scene familiari con i pupazzetti. Metodi ortodossi e meno ortodossi si alterneranno in sedute al limite del cialtronesco nello stravolgimento di tappe fondamentali, secondo i manuali, come la “forclusione del nome del padre”, il complesso di Edipo o il viaggio dell’eroe. Maurizio, sotto la guida di Grabski, si ammalerà, litigherà con tutti, compresi i suoi parenti, perderà il lavoro, i soldi, e divorzierà. Ma alla fine riuscirà fatalmente a prendere coscienza delle sue inclinazioni e delle sue vere passioni che inizierà a seguire subito per una nuova vita all’insegna del benessere. Libro brillante, pieno di dialoghi irresistibili tra il protagonista e il dottore, Il grande Grabski è la parodia di ogni cura che travalichi il buon senso e il desiderio di un’esistenza semplice fatta di curiosità e voglia di stare al mondo. Feng shui, tao, yoga e altre discipline alternative sono prese di mira dall’autore, capace di trasformare in materia comica qualsiasi argomento riguardante la cura della mente (e anche del corpo).
« Bene. Innanzitutto, mi presento: mi chiamo Maurizio, ho quantacinque anni, sono sovrappeso e perplesso di natura. Sì, perplesso, e su tante cose; per esempio sul mio sovrappeso, perchè io nell'intimo sarei un tipo slanciato, ma anche su tanti aspetti della vita, e soprattutto.. sulla femmina! »

Il grande Grabsky è la storia pungente ed ironica di un rapporto controverso e surreale tra un uomo ed il suo istrionico terapista. Maurizio è protagonista e voce narrante di un romanzo in grado di bilanciare con intelligenza ed oculato sarcasmo le nostre comuni preoccupazioni - dichiaratamente maschili in questo caso - ad una surreale terapia d'urto capace di strappare sorrisi e risate senza la minima difficoltà. Attraverso sedute ben architettate e condotte con una certa dose di sagace maestria dal dott. Grabsky, Maurizio ripercorre i punti salienti della sua vita tra cocenti delusioni amorose, pessime scelte di giudizio e tempismo indubbiamente da rivedere.

LEGGERE IN SILENZIO È IL TUO 3° COMPLEANNO, FESTEGGIAMO!


13/11/2014 Era un pomeriggio tipicamente novembrino occupato tra ripassi estremi, appunti sparpagliati praticamente ovunque e il classico attacco di ansia anticipata che fa tanto studentessa universitaria dell'ultimo minuto, quando quella proverbiale lampadina si è accesa lasciando spazio ad una sempre preoccupante domanda perchè no? 
Ebbene, quel giorno nacque Leggere in Silenzio.

13/11/2017 Sono passati esattamente 3 anni dal quel pomeriggio e tanto è accaduto grazie alla mia inconscienza, alla mia passione e a questo piccolo angolo di mondo letterario che per me vale più di quanto le mie parole saranno in grado di esprimere. Un angolo che mi ha portato piccole gioie immense e qualche inevitabile delusione insieme a meravigliose amicizie che, nate per caso, si sono rivelate una bellissima e costante sorpresa.
Ma devo ammetterlo: non è stata propriamente una passeggiata!
Ci sono state odiose porte sbattute in faccia, ingiustificabili silenzi e meschini comportamenti che mi hanno quasi spinto a chiudere tutto e a farlo sempre in silenzio, senza proclami o lamenti facili.
Poi ci siete stati voi. Voi che, giorno dopo giorno, mi avete fatto sentire parte di qualcosa di puro e genuino. Lettori che sanno condividere quella stessa passione che mi ha spinto a creare questo Blog e a migliorarlo, recensione dopo recensione. Un lavoro costante e intenso che si è aperto davanti ai miei occhi come nella più bella delle avventure con i suoi alti e bassi, con le sue cadute e rivincite, con il cuore colmo di orgoglio e gratitudine.

Ecco perchè c'è qualche persona che voglio assolutamente ringraziare:

Tu che hai ispirato questa mia scelta, indubbiamente di pancia. 
Tu che mi sei stato vicino fin dal primo giorno. 
Tu che mi hai scelto e continui a farlo.
Tu che mi hai deluso perchè a perderci non sono stata io. 
Tu che credi in me, che lo hai dimostrato e che continui a farlo con gesti piccoli e spontanei che fanno davvero bene al cuore. Oggi non voglio stare in silenzio, ma anzi gridarvi tutta la mia gratitudine. 
Quindi.. grazie, grazie davvero!

E credo proprio di aver trovato il modo giusto per farlo:

[ RECENSIONE ] La Figlia Maschio di Patrizia Rinaldi | Edizioni e/o

Buongiorno Lettori! 
Come talvolta accade nella vita di tutti i giorni, è sempre un peccato quando le tue aspettative vengono disattese e trovarsi al centro di un romanzo carico di potenzialità - secondo un mio personalissimo punto di vista - non sviluppate appieno lascia addosso quel pizzico di rammarico che difficilmente scivola via. 
Oggi voglio condividere con voi la mia opinione su La figlia maschio di Patrizia Rinaldi per Edizione e/o.

LA FIGLIA MASCHIO di Patrizia Rinaldi
Prezzo: 16.00€ | Pagine: 176
Quattro punti di vista e i loro linguaggi particolarmente convincenti ci portano nelle tempeste degli amori, nei tradimenti, negli stermini aiutati dai dogmi ideologici, nei cambiamenti inattesi, negli imprevisti di ogni esistenza. Una vacanza in apparenza convenzionale cambia la vita di quattro persone. Al ritorno da un viaggio in Cina, Marino, un imprenditore criminale, tornerà con un bottino che per lui somiglia all’amore. Sua moglie Felicita non riuscirà più a restare nella noia e nelle menzogne, analizzerà con cinismo il suo matrimonio bianco e con la risorsa dell’autoironia sceglierà di dirsi quello che è diventata, quello che non vuole essere più. Sergio, un inetto e affascinante dipendente dell’imprenditore criminale, scoprirà di saper combattere per quello che riconosce come il suo ultimo amore di carne e mistero. Una ragazza cinese senza identità, che non è stata dichiarata al momento della nascita come circa venticinque milioni di neonate connazionali, sceglierà di non essere più vittima della politica del figlio unico e di molto altro: da martire diventerà predatrice e userà senza pudore il corpo, le culture, la determinazione e qualsiasi altra avventura per salvarsi la vita.
La figlia maschio di Patrizia Rinaldi non è una lettura facile.
Lo stile linguistico e l'architettura narrativa impostata dall'autrice potrebbe risultare complessa ed ostica ad un primo superficiale impatto, ma se vista nella sua interezza risulta essere perfettamente in linea con la silenziosa ed opprimente denuncia nascosta tra le sue pagine. Una storia che racconta contraddizioni e conseguenze della cosiddetta politica del figlio unico che in Cina ha costretto alla non esistenza milioni di bambine, ragazze, donne.

[ RECENSIONE ] Cronache di un Gatto Viaggiatore di Hiro Arikawa | Garzanti


Buongiorno Lettori! 
Oggi voglio condividere con voi la mia opinione su un romanzo genuino e delicato, in grado di lasciare dietro di sè una scia di emozioni ed immagini meravigliose. Scopriamo insieme Cronache di un gatto viaggiatore di Hiro Arikawa per Garzanti che ringrazio per la copia cartacea.

CRONACHE DI UN GATTO VIAGGIATORE di Hiro Arikawa
Prezzo: 16.90€ | Pagine: 269
Nana è un gatto randagio che vive di espedienti. Con la sua bizzarra coda a forma di sette è fiero della sua indipendenza. Ma un giorno ha un incidente. A salvarlo e a prendersi cura di lui è Satoru. Nana all'inizio non si fida, graffia e si ritrae. Non è abituato all'affetto degli uomini. Anche Satoru da tanto tempo non permette a qualcuno di avvicinarsi. Eppure capisce subito come far cambiare idea a Nana: un po' di cibo, una cuccia calda, qualche coccola furtiva. E tra i due nasce un'amicizia speciale che riempie la loro vita. Fino al giorno in cui Satoru deve trasferirsi e non può più occuparsi di Nana. È allora che i due decidono di fare un viaggio, su una vecchia station wagon color argento, per trovare un nuovo padrone tra le amicizie di Satoru. Tra filari di betulle bianche, peschi c canne di bambù, attraverso un Giappone pieno di colori, profumi e panorami dal fascino infinito, incontrano il migliore amico di Satoru da bambino, la prima donna che ha amato e poi perso e il suo compagno di scorribande delle medie. Ma nessuno di loro può prendersi cura di Nana. Sarà invece quest'ultimo ad arricchire le loro vite ricordando quali sono le cose importanti, quelle che regalano gioia e serenità. E quando il viaggio è quasi alla fine, il gatto e il suo padrone capiscono che non possono fare a meno l'uno dell'altro. E che, qualunque cosa accada, vogliono stare insieme. Nonostante tutto. Nonostante ci sia una verità che Satoru non ha il coraggio di dire a Nana. Eppure non ha più importanza. Perché il loro legame durerà per sempre.
Quando mi è stata proposta la lettura di Cronache di un gatto viaggiatore il mio animo felino contaminato da una passione sfacciatamente nipponica ha preso il sopravvento e non potevo proprio rifiutare!
Perchè il romanzo di Hiro Arikawa è una storia che esplode di sentimenti ed emozioni semplici che sussurrano al cuore immerse in un incantevole background giapponese fiero dei suoi colori, dei suoi rumori, dei suoi paesaggi e delle sue radicate tradizioni. Insieme a Satoru e Nana a bordo di una vissuta station wagon argentata intraprendiamo un viaggio verso l'ignoto che si aprirà davanti ai nostri occhi, immagine dopo immagine, emozione dopo emozione.

Un viaggio attraverso le meraviglie del Giappone con i suoi irresistibili paesaggi e inconfondibili colori in cui Satoru con dolcezza ed umana sensibilità conduce Nana in quello che è stato il suo passato e parte imprescindibile della sua vita, rivelandoci episodi e aneddoti che ci permettono di entrare in perfetta sintonia con il personaggio e le sue più intime emozioni. Un viaggio di scoperta e condivisione che è perfetta metafora di questo impervio cammino che chiamiamo vita insieme a quelle persone capaci di lasciare un segno profondo e indelebile nel nostro cuore.
Le motivazioni di questo viaggio non ci sono chiare fino alla seconda metà di un romanzo che scorre sotto i nostri occhi rivelando la bellezza delle sue parole e di un messaggio di incondizionata amicizia che esplode letteralmente tra le sue pagine. Satoru e Nana sono protagonisti perfetti di questa storia. Un umano particolarmente schivo che incrocia lo sguardo con gli occhi fieri, indipendenti e diffidenti di un felino abituato alla vita di strada, difficile e solitaria. Due anime sorprendentemente simili che riescono a completarsi in quello scambio silenzioso di gesti ed emozioni, attraverso forme di amore che certamente non hanno bisogno di parole.

[ CONSIGLI DI LETTURA ] Il Romanzo degli Istanti Perfetti di Thomas Montasser | DeA Planeta

Buongiorno Lettori! 
Oggi voglio riprendere in mano un mancato appuntamento con i consigli di lettura che si trasformano facilmente in una vera scommessa letteraria. Di cosa parliamo oggi? Di un romanzo romantico, sognante e dotato di una peculiare sferzata ironia e di una storia sugli inevitabili capricci della vita e il silenzioso potere della letteratura: 
Il romanzo degli istanti perfetti di Thomas Montasser per DeA Planeta. 
E se vi chiedessero « Quale libro ha cambiato la vostra vita? » voi cosa rispondereste?

IL ROMANZO DEGLI ISTANTI PERFETTI di Thomas Montasser
Prezzo: 16.00€ | Pagine: 224
Marietta Piccini lavora nella redazione di una minuscola, raffinata casa editrice inglese. Un pomeriggio, sui gradini della London Library, viene investita da una folata di vento che manda all’aria le sue carte. Nell’affannarsi a raccoglierle, si appropria accidentalmente di un misterioso pacchetto che, una volta a casa, rivela un contenuto intrigante: il testo battuto a macchina di un romanzo che Marietta, curiosa, inizia a leggere senza più riuscire a smettere… È la storia, fitta di ostacoli e complicazioni, di un tale Paul Swift, impiegato di banca di trent’anni affetto da inguaribile ottimismo e da una profonda fame di vita. Affascinata, Marietta non può fare a meno di seguire gli indizi di cui il romanzo è disseminato nel tentativo di risalire al suo autore. Per provare a scrivere insieme a lui il proprio, meritatissimo lieto fine. Romantico, sognante e venato di saggia ironia, Il romanzo degli istanti perfetti è un inno ai capricci del caso e al potere della letteratura: un piccolo monumento all’amore per i libri, tutti i libri – anche e soprattutto quelli destinati a restare chiusi in un cassetto.

Thomas Montasser ha lavorato come giornalista e docente universitario. Con lo pseudonimo di Fortunato ha pubblicato alcuni libri per bambini. Vive con la moglie e i tre figli a Monaco di Baviera.

[ RECENSIONE ] La Colonna di Fuoco di Ken Follett | Mondadori

Buongiorno Lettori! 
Apriamo insieme questa ultima settimana di ottobre con una recensione a cui tengo in modo particolare, La colonna di fuoco di Ken Follett. Quando ci troviamo dinanzi al romanzo di uno dei nostri scrittori preferiti sembra quasi inevitabile trovarsi in difficoltà nel dare piena giustizia al contenuto e ai suoi punti di forza. 
Già aprire la recensione con le parole giuste sembra trasformarsi quasi in una missione impossibile e, quindi, ti trovi davanti alla pagina bianca a scrivere e cancellare, riscrivere e cancellare ancora. Fino a quando, dopo un lungo e sostenuto respiro, ti rendi conto che le parole escono naturali e spontanee, senza forzature, perchè quando un libro è bello - ma proprio bello - non si può far altro che condividerlo e consigliarlo al mondo intero! 

LA COLONNA DI FUOCO di Ken Follett
Prezzo: 27,00€ | Pagine: 907
Gennaio 1558, Kingsbridge. Quando il giovane Ned Willard fa ritorno a casa si rende conto che il suo mondo sta per cambiare radicalmente. Solo la vecchia cattedrale sopravvive immutata, testimone di una città lacerata dal conflitto religioso. Tutti i principi di lealtà, amicizia e amore verranno sovvertiti. Figlio di un ricco mercante protestante, Ned vorrebbe sposare Margery Fitzgerald, figlia del sindaco cattolico della città, ma il loro amore non basta a superare le barriere degli opposti schieramenti religiosi. Costretto a lasciare Kingsbridge, Ned viene ingaggiato da Sir William Cecil, il consigliere di Elisabetta Tudor, futura regina di Inghilterra. Dopo la sua incoronazione, la giovane e determinata Elisabetta I vede tutta l'Europa cattolica rivoltarsi contro di lei, prima tra tutti Maria Stuarda, regina di Scozia. Decide per questo di creare una rete di spionaggio per proteggersi dai numerosi attacchi dei nemici decisi a eliminarla e contrastare i tentativi di ribellione e invasione del suo regno. Il giovane Ned diventa così uno degli uomini chiave del primo servizio segreto britannico della storia. Per quasi mezzo secolo il suo amore per Margery sembra condannato, mentre gli estremisti religiosi seminano violenza ovunque. In gioco, allora come oggi, non sono certo le diverse convinzioni religiose, ma gli interessi dei tiranni che vogliono imporre a qualunque costo il loro potere su tutti coloro che credono invece nella tolleranza e nel compromesso. 
Inghilterra, Spagna, Francia e Paesi Bassi fino al Nuovo Mondo in un intreccio intricato ed affascinante di personaggi, vicende e colpi di scena in grado di alternare con precisione e coerenza finzione narrativa e realtà storica. 
Con un solo titolo, La colonna di fuoco di Ken Follett. 

Trovo che sia sempre complicato parlare e cercare di trasmettere adeguamente critiche e punti forza di un romanzo imponente come La colonna di fuoco così ricco di voci, di intrecci narrativi e di riferimenti storici che non lasciano mai spazio al caso o al sentito dire, ma che, anzi, si intrecciano perfettamente alla sua parte romanzata, senza peccare mai di superficialità o pericolosa presunzione. Tutto nasce, si sviluppa e ritorna al centro propulsore della trilogia, Kingsbridge. Luogo che conduce naturalmente con sè mistero ed indiscutibile fascino evocativo e che si presenta a noi molto cambiata in forma e contenuto, ma ancora in grado di dire la sua tra giochi di potere, supremazie religiose, passioni e tradimenti che giocano un ruolo mai marginale nell'irresistibile mondo di Follett.

[ BLOGTOUR ] RECENSIONE: Il Cacciatore di Sogni di Sara Rattaro

Buongiorno Lettori! 
La grande bellezza dei libri sta proprio nel permetterci di staccare la spina, di trovare porto sicuro in storie meravigliose e in compagnia di affascinanti personaggi. Ci sono, poi, storie che si spingono oltre e in grado di lasciare dietro di sè una scia umanamente preziosa di emozioni, sentimenti e pensieri. Letture che ci permettono di riflettere perchè racchiudono parole e gesti che sanno insegnare e lo fanno nel modo più spontaneo, naturale. 
Romanzi come Il cacciatore di sogni di Sara Rattaro per Mondadori.

IL CACCIATORE DI SOGNI di Sara Rattaro
Prezzo: 12.75€| Pagine: 176
Dal 17 OTTOBRE in libreria.

Luca, che da grande sogna di diventare pianista, ha una mano rotta, un fratello maggiore piuttosto fastidioso, una mamma rompiscatole e un aereo da prendere per tornare da Barcellona in Italia.
È il 4 luglio 1984 e, su quell'aereo, la sua vita cambia per sempre.
Luca incontra un eroe... No, non si tratta di Maradona, che in aeroporto ha attirato l'attenzione di tutti - e in particolare di suo fratello Filippo - ma di un misterioso signore che somiglia un po' a Babbo Natale e occupa il sedile accanto al suo. All'improvviso l'uomo gli chiede: «Posso raccontarti una storia?». Comincia così un'avventura straordinaria, fatta di parole e ricordi, con una sorpresa davvero inaspettata...
L'avventura di un cacciatore di sogni, lo scienziato Albert Bruce Sabin.
Solo pochi giorni fa, immersa nella perfetta cornice di una libreria, ascoltavo Sara Rattaro parlare del suo prossimo romanzo con una luce contagiosa negli occhi, emozionata ed orgogliosa di un lavoro che io non vedevo l'ora di scoprire e stringere gelosamente tra le mani. Il cacciatore di sogni non è semplicemente un romanzo o una favola moderna, ma l'eredità di un uomo che molti nemmeno conoscono e che, grazie alla sua intensa passione e alla sua incontrovertibile generosità, ha salvato la vita a milioni di bambini in tutto il mondo. 
Il suo nome è Albert Bruce Sabin e la sua storia vive di coraggio, passione e autentica gratuità.

Senza addentrarmi oltre nella trama che spero vogliate scoprire con la mia stessa curiosità ed emozione, voglio soffermarmi sull'importanza del messaggio e dei valori positivi di cui Il cacciatore di sogni è intriso, pagina dopo pagina. Una favola che risuona di coraggio e di quel non arrendersi mai, di quella passione pura e irrefrenabile, di amore e generosità per il prossimo di cui non siamo abituati a parlare e a vivere ai giorni nostri. 
Eppure dovremmo farlo! E, allo stesso tempo, dovremmo circordarci di eroi come Albert Sabin e di quel suo messaggio così meravigliosamente attuale che dovrebbe risuonare nella mente e nel cuore di ognuno di noi. 
Vaccini che hanno salvato milioni di vite, che hanno debellate le peggiori malattie.
Quegli stessi vaccini che ora sono fin troppo facilmente sulla bocca di tutti, sospinti da facili moralismi che, in moltissimi casi, non hanno fondamento scientifico alcuno!

« Il nazismo ha sterminato la mia famiglia, la mia vendetta sarà salvare i bambini di tutto il mondo! »
Powered by Blogger.
Back to Top